Homepage

Sagittario

 

Storia

Il monastero di Sagittario fu fondato intorno al 1060 dai benedettini che però l’abbandonarono alla fine del XII secolo e nel 1202 vi subentrarono i cistercensi di Casamari.

Nel 1633 l’abbazia entrò a far parte della Congregazione Calabro Lucana e nel 1803 fu soppressa. Oggi ne restano rovine.

Architettura

Nessun autore parla di questo aspetto. Solo il Van Der Meer, p.294, dice che nulla resta di medioevale

Bibliografia

Monasticon Italiae, III, Puglia e Basilicata, a cura di G. Lunardi - H. Houben - G. Spinelli, Cesena 1986, pp. 182-183, sch. 23.

Foto

Veduta
Resti del campanile
Resti del campanile Resti del campanile Resti del campanile Resti del campanile Resti del campanile
Resti del campanile     
Sagittario
Nome completo: Santa Maria di Sagittario 
Nome originario: Sagittarium 
Nomi alternativi:  
 
Ordine originale: Cistercensi 
Ordine attuale:  
Congregazione attuale:  
Filiazione di: Casamari
Linea di: Clairvaux
N. di fondazione: (Janauschek): 538 
Stato Giuridico: Abbazia 
Figlie
 
Date
Fondata nel: 1202 
Cistercense nel: 1202 
Chiusa nel: 1803 
Riaperta nel:  
Richiusa nel:  
Indirizzo

85034  Francavilla in Sinni (PZ)
Italia
Regione: Basilicata 
Nazione: Italia 
Diocesi antica: Anglonensi
Diocesi attuale: Anglonensi
Coordinate:
40.04457505643358, 16.15697661726112
Google Maps wikimapia
Latitudine: 40° 2' 40''
Longitudine: 16° 9' 25''
Contatti
Telefono:  
Fax  
e-mail
Indirizzo Web Web
Wiki   
Stato dell’edificio: Rovine visibili
Stile dell’edificio: Cistercense primitivo
Visita: Possibile
Attività
Lavori:
Shop Negozio: