Ritorna alla pagina principale

Mons. Luciano Monari

Vescovo di Brescia

Ordina per data Ordina per tema Documenti in formato compresso

  31/12/2001   Messa vespertina  In questa Eucaristia affidiamo al Signore l’anno che abbiamo vissuto; glielo affidiamo con il rendimento di grazie per riconoscere che ogni dono, esperienza di bontà, di bellezza e di gioia viene dalla bontà e generosità infinita del Signore. 
  29/12/2001 Il Vangelo di Matteo ; 7  6ª Meditazione  Prendete il cap. 18 di Matteo e poi tentiamo una piccola conclusione. Ci sono ancora due temi che sono ripresi per definire l’esperienza della vita comunitaria. 
  29/12/2001 Il Vangelo di Matteo ; 5  Celebrazione Eucaristica  La presentazione al tempio vuole indicarci un Bambino che nasce dai genitori ma non appartiene a loro, appartiene a Dio e ad un compito che gli viene da Dio. I genitori danno ai figli il codice genetico, la sicurezza, il necessario per crescere, l’educazione, gli insegnamenti fondamentali che li introducono nell’esistenza. 
  29/12/2001 Il Vangelo di Matteo ; 6  5ª Meditazione  Devo innanzitutto fare due premesse. La prima è una precisazione sul discorso che ho fatto nella terza meditazione sulla “non violenza”, da non prenderlo come se fosse un limite al suo valore. 
  28/12/2001 Il Vangelo di Matteo ; 3  3ª Meditazione  Sono cinque grandi discorsi che costituiscono come delle tappe nel cammino della narrazione, “discorsi” non nel senso che Gesù le ha pronunciati così, ma che Matteo ha raccolto diverse parole di Gesù che hanno il medesimo tema, e ne ha costituito dei blocchi grandi di insegnamento e di annuncio. I cinque discorsi del Vangelo secondo Matteo sono questi. 
  28/12/2001 Il Vangelo di Matteo ; 4  4ª Meditazione  Ci fermiamo a riflettere un momento sulla giustizia, di cui abbiamo parlato nella terza meditazione, che veniva posta come una delle condizioni essenziali per l’accoglimento del Regno di Dio: «6Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati». 
  28/12/2001   Oltre la stanchezza  Che cosa augura ai piacentini per il nuovo anno? 
  27/12/2001 Il Vangelo di Matteo , 1, Esercizi spirituali, Esercizi spirituali,2001  Il Vangelo di Matteo  Luciano Monari, Il Vangelo di Matteo (200112270). 1ª Meditazione Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 27 dicembre 2001 Serie: Il Vangelo di Matteo 1 Id: Monari:200112270 Iniziamo nel nome del Signore questa piccola esperienza di esercizi spirituali. Si chiamano “esercizi” perché sono attività, prova e impegno personale. Quindi la mia funzione è di darvi del materiale, ma evidentemente gli esercizi li dovete fare voi; siete voi che dovete tentare in questi giorni di riprendere in mano la vostra vita e di chiedervi: in quale direzione si muove la nostra vita? Quali sono gli obiettivi che ci proponiamo e desideriamo raggiungere nella nostra esistenza? Attraverso quali cammini ci stiamo muovendo? 
  27/12/2001 Il Vangelo di Matteo ; 2  2ª Meditazione  Abbiamo ascoltato il comando del Signore risorto che dice ai discepoli: «Mi è stato dato ogni potere in cielo e in terra. Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni». In realtà (come implicitamente dicevamo nella prima meditazione) «ammaestrate» non è la traduzione letterale; ma è: «fate discepole», cioè trasformate in discepolato l’esperienza dell’uomo. 
  27/12/2001 Il Vangelo di Matteo ; 1  1ª Meditazione  Iniziamo nel nome del Signore questa piccola esperienza di esercizi spirituali. Si chiamano “esercizi” perché sono attività, prova e impegno personale. Quindi la mia funzione è di darvi del materiale, ma evidentemente gli esercizi li dovete fare voi; siete voi che dovete tentare in questi giorni di riprendere in mano la vostra vita e di chiedervi: in quale direzione si muove la nostra vita? 
  25/12/2001 S. Messa del giorno  Natale del Signore  … Così il martirologio romano, il giorno 25 dicembre, da notizia del Natale di Gesù. Possono fare sorridere le date che vengono chiaramente dalla cronologia biblica, ma non c’è dubbio che siamo straordinariamente colpiti dalla solennità di questo annuncio. 
  24/12/2001   Natale del Signore  Leggo nell’articolo di un noto e saggio commentatore: “Può darsi che i cieli, comunque non certo quelli che a noi è dato di vedere, continuino a cantare la gloria di Dio. Ma la pace in terra c’è sempre meno, è una specie in via di rapida estinzione, una larva che sparisce sempre più nelle tenebre; nessun angelo può annunciarla con un beato sorriso senza somigliare alle sorridenti e melense annunciatrici televisive e senza farsi dunque complice di una pubblicità cosmica ingannevole. 
  24/12/2001 , Natale, Liturgia  Vivere questo Natale con la pace turbata  Luciano Monari, Vivere questo Natale con la pace turbata (200112241). Dopo l’undici settembre Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 24 dicembre 2001 Id: Monari:200112241 L’undici settembre ha scosso molti torpori e risvegliato fantasmi nascosti. Non che non fossimo stati testimoni di stragi anche maggiori: i massacri in Cambogia, in Ruanda, in Congo… volessimo fare un elenco, ne verrebbe fuori un’immagine di violenza e di vergogna. 
  21/12/2001   Celebrazione Eucaristica  È ormai una consuetudine che partecipi alla Celebrazione Eucaristica del terzo venerdì del mese l’Associazione dei “Figli in Cielo”, dei genitori che hanno perso un figlio e lo offrono al Signore nel suo sacrificio pasquale, e questa sera agli appartenenti dell’Associazione si aggiungono i genitori. 
  21/12/2001 , Natale, Messaggi  Buon Natale Piacenza  Luciano Monari, Buon Natale Piacenza (200112212) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 21 dicembre 2001 Id: Monari:200112212 Ci sono parole che hanno il potere di non invecchiare, di risuonare tremendamente vere e attuali alla coscienza dell’uomo anche a distanza di tempo dal momento che sono state pronunciate o scritte per la prima volta. 
  21/12/2001 , Natale.Auguri, Omelie  Saluti di Natale per il personale volontario di Curia  Luciano Monari, Saluti di Natale per il personale volontario di Curia (200112211) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 21 dicembre 2001 Id: Monari:200112211 Ringrazio Mons. Antonio Lanfranchi e tutti voi. Sono contento di questa «famiglia» che mi trovo attorno; è una consolazione e una gioia potervi ritrovare, almeno in queste occasioni di celebrazione della gioia del Signore per noi. 
  20/12/2001   Celebrazione Eucaristica  Chiediamo a Maria SS. che ci accompagni in questi ultimi giorni di preparazione al Natale, che sintonizzi Lei stessa il nostro cuore e la nostra libertà sulla lunghezza d’onda della fede e della disponibilità alla venuta del Signore nella nostra vita, che è la lunghezza d’onda della vita personale di Maria SS. 
  17/12/2001   Natale dello Sportivo  Non so cosa ne pensate voi, ma non avrei mai incominciato un Libro come ha fatto Matteo, cioè con “quaranta nomi” uno dopo l’altro, secchi secchi lì davanti, da sopportare. Perché a me viene da dire: “In questo modo hai messo una pagina noiosa e pesante come un mattone”. 
  16/12/2001   Concelebrazione Eucaristica  Non c’è dubbio, che di tutti gli incontri che possiamo fare – pastorali, catechistici o di vario genere –, quello che ora stiamo vivendo è senza dubbio il più importante, perché qui ci convoca il Signore: l’Eucaristia noi la facciamo rispondendo ad una chiamata del Signore. 
  14/12/2001 Pianello, Cresima, Omelie  Celebrazione Eucaristica  Luciano Monari, Celebrazione Eucaristica (200112143) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 14 dicembre 2001 Id: Monari:200112143 Abbiamo 19 ragazzi che fanno la Cresima. Cresima vuole dire che stanno diventando grandi, incominciano ad avere delle responsabilità, dei progetti, dei desideri per la vita. “Diventare grandi”, dal punto di vista cristiano, significa acquistare delle capacità di testa, di cuore, di lavoro, di rapporti, di responsabilità sociale. 
  14/12/2001 AUSL Centro accoglienza disabili di Via Buozzi  Celebrazione Eucaristica  Questa Eucaristia la facciamo anche con il desiderio di pregare per la pace nel mondo, per tutti quei contrasti, tensioni e guerre che ci sono nel mondo, perché il Signore metta nel cuore degli uomini, nel nostro e in quello di tutti i nostri fratelli, il desiderio e la capacità di costruire la pace. 
  14/12/2001 , Ramadam, Pace  Fiaccolata silenziosa  Luciano Monari, Fiaccolata silenziosa (200112142). Fiaccolata silenziosa nella giornata di digiuno e riflessione per reclamare la pace ai popoli della terra, proclamata dal Papa in occasione della fine del Ramadam Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 14 dicembre 2001 Id: Monari:200112142 La Rete di Lilliput di Piacenza e l’Azione Cattolica hanno promosso una fiaccolata silenziosa che partendo da Piazza Cavalli e percorrendo via XX settembre ha raggiunto piazza Duomo. Ha fatto seguito una riflessione e preghiera del Vescovo Mons. Monari, un rappresentante del Comune di Beit Sahour (Palestina), un rappresentante della comunità musulmana di Piacenza e un rappresentante delle associazioni promotrici. 
  14/12/2001 Lettera alla Diocesi  Lettera alla Diocesi  Carissimi, durante l’Angelus del 18 novembre il Santo Padre ha invitato tutti i cristiani a unirsi nella preghiera e nel digiuno, venerdì 14 dicembre, perché “quanto più insormontabili sembrano le difficoltà e oscure le prospettive, tanto più insistente deve farsi la nostra preghiera per implorare da Dio il dono della comprensione reciproca, della concordia e della pace”. 
  13/12/2001   Perché tutti siano una sola cosa  Nel cammino di riflessione, sulla chiamata alla comunione, avevamo ascoltato la volta scorsa il “comandamento nuovo del Signore”: la carità, la comunione, ci era stata data come un comando, anzi “il comando unico e nuovo di Cristo”. 
  09/12/2001   Concelebrazione Eucaristica  Ci siamo interrogati su che cosa siano le Unità Pastorali e abbiamo detto: sono i centri della Programmazione Pastorale; la Programmazione Pastorale è fatta di annuncio della Parola di Dio, di Celebrazione del mistero della salvezza, di creazione di legami tra noi di unità, di fraternità e di carità; tutte queste cose le abbiamo ricordate. 
  08/12/2001   Giornata del Seminario  La diminuzione delle vocazioni al ministero ordinato è una sfida per il futuro della nostra Chiesa; a questa sfida siamo chiamati a reagire con rinnovata disponibilità, giovane coraggio e lieta intraprendenza. 
  02/12/2001   Concelebrazione Eucaristica  Il profeta Isaia ha visto in visione uno straordinario “pellegrinaggio”: tutti i poli della terra si muovono verso un centro che è «il monte del tempio del Signore». Questo pellegrinaggio è accompagnato da una straordinaria trasformazione, perché: «Forgeranno le loro spade in aratri, le loro lance in falci». 
  01/12/2001 Parrocchia SS. Trinità  Ingresso del nuovo parroco don Riccardo Alessandrini  Quando Mons. Antonio Tagliaferri entrava nella parrocchia SS. Trinità io ero nato da poche settimane. Basta questo per dire che l’ingresso di un nuovo parroco, di don Riccardo Alessandrini, in questa bella parrocchia è un momento storico, importante, ricco di significato e di impegno. Basta questo anche per dire il debito che la Chiesa di Piacenza-Bobbio ha nei confronti di don Antonio. 
  28/11/2001   Dialogo con Ettore Gotti Tedeschi sulla Bibbia  Dialogo con Ettore Gotti Tedeschi sulla Bibbia e la sua traduzione, sulla presunzione dei laici e le responsabilità dei credenti. 
  24/11/2001 Costruire comunione  Prima Meditazione  Il tema riprende alcune cose del Documento dei Vescovi italiani che deve servire come orientamento per il lavoro del prossimo decennio, quindi abbiamo dieci anni per approfondirlo e interiorizzarlo. 
  22/11/2001   Amatevi gli uni e gli altri come io vi ho amato  Il cammino che faremo quest’anno, a parte il tempo quaresimale evidentemente scandito dalle letture della domenica, si lascia guidare dal tema fondamentale delle scelte pastorali della comunione. Quindi ascolteremo alcuni brani del Vangelo che ci invitano a riscoprire la dimensione fondamentale della nostra vita, che il Papa ci ha presentato nell’ultima parte della Lettera Novo millennio ineunte e la nostra Chiesa ha scelto come orientamento per l’impegno pastorale di quest’anno. 
  20/11/2001 L’importanza grande dell’incontro con le persone separate o conviventi  La separazione e la vita di fede  Di per sé basterebbero le parole che abbiamo ascoltato per capire l’importanza di questo incontro: il solo riuscire a intravedere la sofferenza e la fatica di vivere la fede per delle persone che vivono la condizione di separatezza, che sono separate. 
  17/11/2001 C.P.D.  Prima Assemblea operativa  Quello che viene chiesto al Consiglio Pastorale Diocesano (C.P.D.) è essenzialmente un’unica cosa: la Programmazione diocesana annuale, cioè che il C.P.D. arrivi a definire alcune linee e orientamenti pastorali che valgano per tutta la Diocesi. Sapete bene che la Programmazione più particolare e precisa tocca alle Unità Pastorali (U.P.), cioè ciascuna U.P. con i Consigli Pastorali delle diverse parrocchie messe insieme, o come vorranno organizzarsi, dovrà fare un Programma Pastorale per l’U.P. 
  16/11/2001   Giornata Nazionale delle Migrazioni  La Giornata delle Migrazioni di quest’anno è segnata dal messaggio carico di speranza e di incoraggiamento del Santo Padre, ma anche dai fatti di New York, che gettano una luce problematica sui rapporti tra le persone, e che facilmente sottopone all’accusa di “buonismo” coloro che pensano possibile l’incontro tra culture e religioni diverse. 
  09/11/2001 , Antonino (santo), Biografie.Santi  Una biografia di Sant’Antonino  Luciano Monari, Una biografia di Sant’Antonino (200111091) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 09 novembre 2001 Id: Monari:200111091 Non abbiamo, e probabilmente non avremo neppure in futuro, una biografia di S. Antonino equiparabile, per completezza e oggettività dei fatti riferiti a quelle dedicate ai santi del nostro tempo. 
  09/11/2001 Settimane migratorie  I diritti dei Migranti  Apro molto volentieri queste “Settimane Migratorie” perché hanno un significato bello nel cammino della nostra Chiesa e della nostra Città, un significato di attenzione e di riflessione in modo che quanto viene compiuto sia fatto non in modo episodico ma dopo una riflessione e quindi all’interno di un progetto. D’altra parte, qua in mezzo, se si fa il gioco dell’intruso, io sono l’intruso perché nel problema in senso stretto dei “diritti” sono il meno competente, quindi non ho intenzione di entrare. 
  09/11/2001 , Antonino (santo), Biografie.Santi  Una biografia di Sant’Antonino  Luciano Monari, Una biografia di Sant’Antonino (200111091) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 09 novembre 2001 Id: Monari:200111091 Non abbiamo, e probabilmente non avremo neppure in futuro, una biografia di S. Antonino equiparabile, per completezza e oggettività dei fatti riferiti a quelle dedicate ai santi del nostro tempo. 
  09/11/2001 , Antonino (santo), Biografie.Santi  Una biografia di Sant’Antonino  Luciano Monari, Una biografia di Sant’Antonino (200111091) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 09 novembre 2001 Id: Monari:200111091 Non abbiamo, e probabilmente non avremo neppure in futuro, una biografia di S. Antonino equiparabile, per completezza e oggettività dei fatti riferiti a quelle dedicate ai santi del nostro tempo. 
  09/11/2001 , Antonino (santo), Biografie.Santi  Una biografia di Sant’Antonino  Luciano Monari, Una biografia di Sant’Antonino (200111091) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 09 novembre 2001 Id: Monari:200111091 Non abbiamo, e probabilmente non avremo neppure in futuro, una biografia di S. Antonino equiparabile, per completezza e oggettività dei fatti riferiti a quelle dedicate ai santi del nostro tempo. 
  05/11/2001 Unicità e universalità di Gesù Cristo ; 10  Via Crucis   
  04/11/2001 Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia ; 8  5ª Meditazione  Siamo partiti, nel nostro itinerario dal testo della prima lettera di S. Giovanni: «Ciò che era fin da principio, ciò che abbiamo udito… perché la nostra gioia sia perfetta». Perché i Vescovi lo hanno collocato come chiave di interpretazione di tutto il documento e il cammino che S. Giovanni propone, che parte dall’incarnazione, si esprime nell’esperienza concreta dell’umanità di Gesù «che abbiamo udito, veduto, toccato, contemplato», che diventa poi testimonianza, ha come punto di arrivo l’esperienza della comunione. 
  04/11/2001 Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia ; 7  Celebrazione eucaristica  Partiamo da una frase bellissima della prima lettura dove si dice a Dio così: “Tu ami tutte le cose esistenti e nulla disprezzi di quanto hai creato, se Tu avessi odiato qualcosa non l’avresti neppure creata” ed è come un eco di quel racconto della Creazione che dice che quando Dio ha creato il mondo era proprio contento di averlo fatto e di fronte a tutte le Sue opere aveva detto che era cosa bella e buona. 
  04/11/2001 Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia , 10, Esercizi spirituali, Esercizi spirituali.2001  Liturgia penitenziale  Luciano Monari, Liturgia penitenziale (200111042) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 04 novembre 2001 Serie: Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia 10 Id: Monari:200111042 La Penitenza, la Riconciliazione è un Sacramento, e Sacramento vuol dire che è un’azione di Dio attraverso Gesù, l’essenziale quindi in questo Sacramento non è tanto quello che facciamo noi, anche se abbiamo una cosa fondamentale da fare, ma quello che Dio opera, Lui solo è in grado di operare il perdono dei peccati, di cancellare il male che sta dentro di noi e soprattutto di rigenerare il nostro cuore e il nostro spirito in modo che da un cuore di pietra insensibile e incapace di amare diventi un cuore di carne capace di compassione e quindi di amore, che da uno spirito di infedeltà e di incostanza possa diventare uno spirito di fedeltà e di generosità. 
  04/11/2001 Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia , 9, Esercizi spirituali, Esercizi spirituali.2001  Via Crucis  Luciano Monari, Via Crucis (200111041) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 04 novembre 2001 Serie: Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia 9 Id: Monari:200111041 Quando Giovanni vede il trono di Dio e sopra il trono, ritto in piedi, l’Agnello come sgozzato, il fatto che l’Agnello sia sul trono dice che ha acquistato un potere regale, il fatto che sia in piedi vuol dire che è vivente, e sgozzato che porta su di sé i segni della passione. 
  03/11/2001 Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia ; 5  3ª Meditazione  Riprendiamo allora il nostro cammino con un versetto della 2 Cor. Cap. 1,19-20. Paolo scrive ai cristiani di Corinto: “Il Figlio di Dio, Gesù Cristo che abbiamo predicato tra voi io, Silvano e Timoteo non fu sì e no, ma in Lui c’è stato il sì, e in realtà tutte le promesse di Dio in Lui sono diventate si, per cui, sempre attraverso Lui sale a Dio il nostro amen per la Sua gloria”. 
  03/11/2001 Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia ; 6  4ª Meditazione  Abbiamo parlato molto in questi giorni dell’evento che Dio ha operato in Gesù Cristo, della salvezza che ci ha donato in Lui, ed è bello che Paolo esprima questa salvezza in queste quattro parole: sapienza, giustizia (da peccatori dio ci ha resi giusti), santificazione (ci ha fatti santi) e redenzione (ci ha fatti liberi). 
  03/11/2001 Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia , 4, Esercizi spirituali,Omelie, Esercizi spirituali.2001  Celebrazione eucaristica  Luciano Monari, Celebrazione eucaristica (20011103) Data Copyright: 03 novembre 2001 Data pubblicazione: 03 novembre 2001 Serie: Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia 4 Id: Monari:20011103 Il presupposto della narrazione, che Luca chiama parabola, è l’invito a nozze, c’è qualcuno che ha invitato degli altri e evidentemente in questo caso, la definizione sul posto che spetta loro dipende dalla determinazione del padrone di casa e allora, dice Gesù, la cosa più saggia è mettersi all’ultimo posto, perché così il padrone in qualche modo ti renderà giustizia. 
  02/11/2001 Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia ; 1  Celebrazione eucaristica  La vita non è stata giusta con Giobbe, non gli ha dato tutto ciò che egli meritava. Era una persona integra, giusta, onesta avrebbe quindi avuto diritto, nella sua esistenza, al riconoscimento e alla felicità, invece gli sono cadute addosso una disgrazia dopo l’altra. 
  02/11/2001 Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia ; 3  2ª Meditazione  Ci sono dei momenti, degli spazi, degli avvenimenti in cui Dio si è rivelato con una particolare intensità: le grandi opere di salvezza. Il cammino della fede cristiana è di rapporto con Dio, di comunione con Lui, attraverso la mediazione di questi avvenimenti, attraverso la manifestazione di Dio, che Dio liberamente ci ha voluto dare e che in queste parole e avvenimenti particolari viene contenuta. 
  02/11/2001 Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia , 1, Esercizi spirituali, Esercizi spirituali,2001  Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia  Luciano Monari, Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia (200111020). Celebrazione eucaristica Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 02 novembre 2001 Serie: Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia 1 Id: Monari:200111020 
  02/11/2001 Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia ; 2  1ª Meditazione  Dice Eliot, Thomas Stearns: «Sembra sia accaduto qualcosa che non è mai accaduto prima, sebbene non si sappia quando, né perché, né come, né dove. Dicono che gli uomini hanno abbandonato Dio non per altri dei ma per nessun dio. 
  01/11/2001 Scalabrini  Per i granai del Cielo  365 testi del beato Giovanni Battista Scalabrini (in realtà sono 366): uno per ciascun giorno dell’anno. Messi insieme, fanno una bella antologia che vorrebbe racchiudere il mutare incessante del tempo in un’unità di ispirazione. 
  27/10/2001 L’Università per la Terza Età di Piacenza  Una presenza nella società piacentina a servizio della formazione permanente  Esprimo la gioia di essere qui perché è una festa e le feste sono uno degli aspetti belli della vita dell’uomo; vogliono dire che l’uomo ha sempre bisogno di qualche cosa di più, che il mangiare e il bere e avere le cose non basta, bisogna festeggiare, che il pranzo diventi una festa, che l’incontro abbia qualche cosa di più ed esprima proprio la gioia dello stare insieme, dello stare in mezzo agli altri. 
  26/10/2001 Corso di formazione per sacerdoti Vicari episcopali, Moderatori delle Unità Pastorali e Direttori degli Uffici pastorali diocesani  Relazione conclusiva  La prima cosa che mi sta a cuore, e sulla quale ritorno, è la comunione della fraternità presbiterale; facessimo questo e nient’altro avremmo già realizzato una buona parte di quello che il Signore si aspetta da noi. Questo perché? Cosa vuole dire? 
  23/10/2001 Corso di formazione per i Vicari episcopali, i Moderatori delle Unità Pastorali e i Direttori degli Uffici pastorali diocesani  La pastorale come esercizio della spiritualità di comunione  Ho preso come testo di meditazione il Prologo della prima Lettera di San Giovanni; il motivo è che fa da filo conduttore del Documento dei vescovi per gli orientamenti pastorali del decennio; tutti i diversi capitoli ne riprendono un versetto, e nei numeri 3 e 4 c’è una spiegazione diffusa del testo di tutti gli elementi che lo costituiscono. 
  21/10/2001 Convegno diocesano Unitalsi  Comunicare il Vangelo nel mondo della salute  Ci sono delle situazioni di persone, e voi le conoscete molto meglio di me, che dal punto di vista della malattia vivono situazioni al limite dentro ad un polmone di acciaio ma riescono a produrre della capacità di amore sorprendenti e straordinarie. E uno può dire: in un corpo così che cosa ci può venire fuori? 
  20/10/2001   Concelebrazione Eucaristica  Nel suo bel volume sul Gianelli mons. Poletti cita un’espressione del santo Vescovo che invitava i preti a coltivare una passione buona; e spiegava: «L’uomo senza nessuna passione è un accidioso, anzi un imbecille (nel senso di impotente, inetto). 
  16/10/2001 Parrocchia di Borgonovo  Introduzione alla lettura del Vangelo secondo Matteo  Comincio dalla conclusione del vangelo, perché naturalmente in un’opera narrativa il come va a finire la storia è un elemento decisivo. Tutto il racconto precedente tende, è orientato verso l’ultima pagina del romanzo, del racconto e questo vale anche per il vangelo. 
  15/10/2001 Festa Casa della Carità  Concelebrazione Eucaristica  Mi sono chiesto: perché Gesù ha scelto un cammino lungo per accostare la Samaritana (cfr. Gv 4,1-42)? Avrebbe potuto fare più presto e dire: “Sei venuta qui perché hai sete? Io posso darti un’acqua che zampilla da dentro di te e che ti può togliere la sete per sempre. Lo vuoi?”. 
  14/10/2001 Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali  Costruiamo insieme la comunione  La comunione è una ricchezza proprio perché ci viene gratuitamente dal Signore: siccome Dio stesso è comunione, il dono della comunione è l’autocomunicazione di Dio; è Dio che dona se stesso e offre all’uomo la ricchezza di vita del suo stesso Spirito, perché l’umanità possa esprimere e crescere in questa comunione. 
  13/10/2001 II Convegno Pastorale della Carità, Convegni  In comunione per essere degni dei poveri  Luciano Monari, In comunione per essere degni dei poveri (200110131) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 13 ottobre 2001 Id: Monari:200110131 Questo è un brano che abbiamo commentato più volte, quindi in qualche modo è presupposta l’esegesi, l’interpretazione, che abbiamo percorso tante volte. L’ho ripreso perché rimane per il cristiano il modello irraggiungibile e irrinunciabile della Carità, che diventa amore attivo ed efficace. Il testo sottolinea due elementi fondamentali della carità. 
  13/10/2001 In comunione per essere degni dei poveri  Considerazioni conclusive  Avevo pensato anch’io di partire, com’è partito Don Romano Zanni, dalla questione della centralità della Liturgia, di fare venire fuori di lì tutto il resto; siccome lo ha fatto Lui non lo dico, quindi firmo tutte le cose che ha ricordato. 
  03/10/2001 Settimana Francescana  Nuovo annuncio del Vangelo in un mondo che cambia  Dico innanzitutto quello che non faccio, in modo che sia chiaro: non faccio il riassunto del Documento dei Vescovi italiani sugli Orientamenti pastorali per i prossimi dieci anni; l’ho già fatto al Convegno degli Operatori pastorali alle Pianazze, poi ai tre giorni del clero al Collegio Alberoni. 
  30/09/2001 , Luigi Ghidoni, Parrocchia  Ingresso del nuovo Parroco Mons. Luigi Ghidoni  Luciano Monari, Ingresso del nuovo Parroco Mons. Luigi Ghidoni (200109301) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 30 settembre 2001 Id: Monari:200109301 Non faccio la presentazione di Mons. Ghidoni perché credo che in qualche modo la notizia sia abbastanza diffusa. Sapete che ha lavorato per trentacinque anni a servizio della Santa Sede, come sottosegretario nella Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli. 
  30/09/2001 Ordinazione diaconale di Galli Fabio  Ordinazione diaconale di Fabio Galli  Il Signore ci regala ancora un diacono, quindi un segno visibile e concreto del Suo servizio alla Chiesa e al mondo: «Il Signore è venuto non per essere servito, ma per servire e dare la sua vita come riscatto per la moltitudine degli uomini». 
  24/09/2001 Anno scolastico 2001/2002  Il Vescovo agli studenti: “Siate luce del mondo”  La chiesa cittadina di San Francesco era gremita, questa mattina, di studenti delle scuole superiori che hanno preso parte alla celebrazione eucaristica che il vescovo monsignor Luciano Monari, assistito da insegnanti di religione, ha presieduto per loro. È ormai un appuntamento importante di ogni inizio anno scolastico entrato nella tradizione e che, di volta in volta, appare sempre più sentito dai giovani. 
  21/09/2001   Messaggio a tutti gli studenti  Motivo di gioia perché tutto quello che nasce e cresce di bello, di vero e di buono dentro la vita di ogni uomo fa gioire il cuore della Chiesa, madre di tutti. Motivo di gioia perché vi vediamo crescere, alla scoperta meravigliata della vita, del creato, della storia: desiderosi di diventare padroni della vostra vita, capaci di guardare avanti con speranza e con il desiderio profondo di scrivere qualcosa di grande nella vostra vita. 
  17/09/2001 Messa esequie di don Giovanni Zanelli, Omelie.Esequie.Presbiteri,Giovanni Zanelli, Omelie  Esequie di don Giovanni Zanelli  Oggi è la festa di don Giovanni perché tutti siamo riuniti in questa piccola ma storica e viva chiesa collegiata per incontrare il Risorto che afferma senza equivoci: «Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morrà in eterno» (Gv 11,25-26). 
  16/09/2001 Parrocchia S. Maria Assunta  Giornata del malato  Chiediamo al Signore che ci sostenga nel nostro cammino e nel nostro coraggio perché ci aiuti ad affrontare le sfide che il tempo ci pone davanti. Come sempre, presentandoci davanti al Signore, il primo movimento del nostro cuore è il riconoscimento di quanto siamo inadeguati alla vocazione che abbiamo ricevuto da Dio di essere e di comportarci come suoi figli. 
  15/09/2001   Veglia di Preghiera  Ci pervade una sorgente grande di paura: innanzitutto per l’energia di odio e di distruzione che hanno manifestato e poi per il timore delle reazioni che possono nascere e delle quali è difficile misurare i limiti e i confini. Per questo abbiamo pensato di vivere un momento di silenzio e di preghiera. 
  14/09/2001   Messa in suffragio delle vittime dei tragici attentati terroristici negli Stati Uniti  Raccolti insieme dal Signore vogliamo affidare alla sua misericordia le vittime degli attentati di martedì u.s. Vogliamo pregare per le loro famiglie, per le persone che sono state private degli affetti più cari. Vogliamo chiedere al Signore la misericordia su di noi e su tutti gli uomini. Lo facciamo, come sempre, riconoscendo innanzitutto il nostro peccato. 
  09/09/2001   Festa di Santa Giustina  La festa di Santa Giustina, che è patrona della nostra Chiesa diocesana, ci riporta alla vocazione alla santità che abbiamo ricevuto dal Signore. In Lei vogliamo ammirare quello che di grande Dio ha compiuto, e in Lei vogliamo ammirare la nostra vocazione, è quello che chiediamo al Signore di compiere ancora nella Chiesa piacentina e in tutti noi battezzati e appartenenti al Signore. Per questo celebriamo con gioia questa festa nel rendimento di grazie e nell’Eucaristia. 
  07/09/2001 Santuario Beata Vergine del Pilastrello  Festa della Madonna  Abbiamo ascoltato quattro parole fondamentali per noi perché sono di quelle che fanno vivere: fiducia, gioia, pace e speranza. Sono parole fragili perché incontrano tutta una serie immensa di ostacoli e di impedimenti, e ci è stato ricordato. Per questo i quattro ceri sono stati spenti; era come il guardare il mondo e dire: non c’è abbastanza pace né gioia né luce né fiducia né speranza in cui possiamo veramente mettere la nostra esistenza. 
  02/09/2001 Tavola rotonda: “Per nuovi passi di comunione”  Costruire comunione per comunicare il Vangelo in un mondo che cambia  Domanda Come vorresti essere accettato da questa Chiesa e che cosa ti senti di offrire per costruire la comunione finalizzata all’evangelizzazione della nostra società segnata dal cambiamento. 
  28/08/2001 Messa Esequie padre Gherardo Gubertini  Esequie di padre Gherardo Gubertini  Così, a ottantotto anni, dopo una lunga vita di servizio, il Signore ha richiamato a se il suo servo padre Gherardo. Mancherà a molti: anzitutto ai bambini della Casa del Fanciullo, per i quali era papà, nonno, maestro, amico e protettore; ma ne sentiranno la mancanza anche molti adulti, i tanti volontari della Casa che in lui riscoprivano facilmente i motivi del loro servizio e da lui ricevevano serenità, fiducia e carica. 
  25/08/2001 , Piero Zanrei,Omelie.Esequie.Presbiteri, Esequie.Presbiteri, Piero Zanrei,Omelie.Esequie.Presbiteri, Esequie.Presbiteri  Esequie di don Piero Zanrei  Luciano Monari, Esequie di don Piero Zanrei (200108251) Data Copyright: 25 agosto 2001 Data pubblicazione: 25 agosto 2001 Responsabili: Angelo Busi (prefatore) Id: Monari:200108251 Il nostro cuore è turbato, come lo è sempre davanti al mistero della morte, ma in modo particolare davanti alla morte di una persona giovane e per un incidente tragico. Siamo turbati perché riscopriamo sempre di nuovo – lo sappiamo lo abbiamo sempre saputo – la fragilità e la piccolezza della nostra vita, perché basta un attimo a schiantarla e a cancellarla. 
  24/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre ; 11  9ª Meditazione  Di fatto, evidentemente la risurrezione è il principio a partire dal quale è possibile comprendere tutto il significato della vita di Gesù; è possibile capire il significato della sua morte, il senso del suo ministero e il significato dell’Incarnazione. 
  23/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre , 8, Esercizi spirituali, Esercizi spirituali.2001  7ª Meditazione  Luciano Monari, 7ª Meditazione (200108237) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 23/8/2001 Serie: Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre 8 Id: Monari:200108237 Però, la vita di Gesù ha un suo culmine e una sua perfezione nel mistero pasquale, nella sua morte e risurrezione. Quindi, non c’è dubbio che la contemplazione di Gesù deve diventare innanzitutto una contemplazione della sua croce e passione. 
  23/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre ; 10  8ª Meditazione  L’intima relazione con il Padre fa sì che Gesù sappia amare i suoi «sino alla fine» (Gv 13,1). E non solo i suoi: tutti gli evangelisti ci raccontano i gesti di amore, le parole che egli rivolge a tutti coloro che gli sono accanto e a tutti coloro che incontra, fino alla morte. 
  22/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre ; 7  6ª Meditazione  Dunque, ritorniamo al nostro discorso del Regno come centro della predicazione della vita di Gesù, ne abbiamo colto l’elemento forse più caratteristico nell’atteggiamento che Gesù ha tenuto nei confronti dei peccatori. 
  22/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre ; 6  5ª Meditazione  Ci siamo lasciati con la quarta meditazione ricordando che al centro della predicazione e della vita di Gesù c’è stato il rapporto con quello che il Vangelo chiama il “Regno”; però dicevamo di stare attenti a non intendere questa “parola” come se facesse riferimento ad una istituzione o semplicemente ad avvenimenti anonimi. 
  21/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre ; 4  3ª Meditazione  Credo che il primo punto su cui possiamo fermarci è proprio quello a cui fa riferimento il Documento, cioè il racconto del “battesimo di Gesù”, lo prendiamo dal Vangelo secondo Matteo alla fine del cap. 3°. Matteo, dopo avere raccontato la predicazione di Giovanni Battista (come anche Marco e Luca), riferisce anzitutto il racconto del “battesimo” e poi immediatamente le “tentazioni di Gesù”. 
  21/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre ; 5  4ª Meditazione  Diceva Sant’Agostino, commentando il racconto delle tentazioni: “Gesù ha preso da noi la sua tentazione e ha dato a noi la sua vittoria”. Ha preso sopra di sé la tentazione caratteristica del cammino dell’uomo sulla terra e vincendo ha trasmesso all’uomo, la possibilità di affrontare vittoriosamente lo stesso tipo di prove. 
  20/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre ; 3  2ª Meditazione  Noi ci mettiamo nella prospettiva dell’ascolto e della contemplazione e, dicevamo nella prima meditazione introduttiva, da una parte con il desiderio di comprendere qualche cosa del mistero di Dio, che ci è tradotto in gesti umani attraverso la vita concreta di Gesù di Nazaret; dall’altra con il desiderio di comprendere il destino e la vocazione dell’uomo, che cosa significa l’esistenza che ci è posta davanti e che dobbiamo orientare verso un traguardo? Dove tendere? 
  20/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre ; 2  1ª Meditazione  Noi ci mettiamo nella prospettiva dell’ascolto e della contemplazione e, dicevamo nella prima meditazione introduttiva, da una parte con il desiderio di comprendere qualche cosa del mistero di Dio, che ci è tradotto in gesti umani attraverso la vita concreta di Gesù di Nazaret; dall’altra con il desiderio di comprendere il destino e la vocazione dell’uomo, che cosa significa l’esistenza che ci è posta davanti e che dobbiamo orientare verso un traguardo? Dove tendere? 
  19/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre , 1, Esercizi spirituali, Esercizi spirituali,2001  Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre  Luciano Monari, Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre (200108190) Data Copyright: 19 agosto 2001 Data pubblicazione: 19 agosto 2001 Serie: Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre 1 Id: Monari:200108190 
  19/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre ; 1  Introduzione  Qualche settimana fa è stato pubblicato il Documento, che deve accompagnare gli orientamenti pastorali della vita della Chiesa italiana nei prossimi dieci anni, con il titolo: “Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia”. 
  19/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre , 1, Esercizi spirituali, Esercizi spirituali,2001  Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre  Luciano Monari, Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre (200108190) Data Copyright: 19 agosto 2001 Data pubblicazione: 19 agosto 2001 Serie: Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre 1 Id: Monari:200108190 
  19/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre , 1, Esercizi spirituali, Esercizi spirituali,2001  Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre  Luciano Monari, Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre (200108190) Data Copyright: 19 agosto 2001 Data pubblicazione: 19 agosto 2001 Serie: Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre 1 Id: Monari:200108190 
  19/08/2001 Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre , 1, Esercizi spirituali, Esercizi spirituali,2001  Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre  Luciano Monari, Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre (200108190) Data Copyright: 19 agosto 2001 Data pubblicazione: 19 agosto 2001 Serie: Lo sguardo fisso su Gesù l’inviato del Padre 1 Id: Monari:200108190 
  15/08/2001 Assunzione di Maria Vergine  Assunzione della Beata Vergine Maria  Questa nostra Cattedrale è dedicata al mistero di Maria Assunta in cielo, quindi con gioia grande e con stupore davanti alle opere grandi che Dio ha compiuto in Maria celebriamo questa Eucaristia di rendimento di grazia; perché quello che Dio ha compiuto in Lei possa continuare a compierlo nell’esistenza e nella storia della nostra Chiesa; perché anche in noi Dio possa mostrare la forza vittoriosa del suo amore che vince la morte e ogni potenza di male. 
  04/07/2001 S. Antonino e consegna Antonino d’Oro  Celebrazione Eucarisica  Il motivo di tutto questo è quello che abbiamo detto nella preghiera a S. Antonino: “S. Antonino accompagni tutte le autorità a svolgere il loro servizio a favore della giustizia e di quelli che sono particolarmente deboli e bisognosi, perché la vita della nostra città possa svolgersi nella pace e nella tranquillità e serenità per il bene di tutti”. 
  24/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  Chiesa Casa della Madonna  Luciano Monari, Chiesa Casa della Madonna (200106241) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 24 giugno 2001 Id: Monari:200106241 Il racconto che abbiamo ascoltato è chiaramente l’Annunciazione, quindi la vocazione di Maria che, attraverso l’annuncio dell’angelo, viene chiamata a realizzare un compito. Ma si potrebbe anche dire che quanto avviene in questo brano è il mistero grande dell’Incarnazione del Verbo di Dio. 
  24/06/2001 Efeso, riflessione sulla tomba di San Giovanni apostolo , Pellegrinaggi.Turchia  Efeso, riflessione sulla tomba di San Giovanni apostolo  Luciano Monari, Efeso, riflessione sulla tomba di San Giovanni apostolo (200106242). 24 giugno 2001 Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 24 giugno 2001 Id: Monari:200106242 Abbiamo già salutato S. Paolo e qui salutiamo San Giovanni Apostolo, un’altra delle grandi figure legata alla comunità di Efeso e a tutta la sua Scuola, perché a lei sono attribuiti almeno cinque Libri del Nuovo Testamento: – il Vangelo di Giovanni; – le tre Lettere di S. Giovanni; – l’Apocalisse. 
  24/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  In viaggio verso Mileto  Luciano Monari, In viaggio verso Mileto (200106243) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 24 giugno 2001 Id: Monari:200106243 Quello che abbiamo ascoltato è tutta la lunga riflessione dei profeti sul peccato d’Israele. Sembra in qualche modo che Dio rimanga sorpreso, stupito, dall’infedeltà d’Israele e dalla sua incapacità di comportarsi e di vivere all’altezza dell’impegno di alleanza. 
  24/06/2001 Il discorso a Mileto di addio di Paolo agli anziani di Efeso, Omelie, Pellegrinaggi.Turchia  Mileto  Luciano Monari, Mileto (200106244) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 24 giugno 2001 Id: Monari:200106244 Abbiamo ascoltato il discorso di addio di Paolo agli anziani della Chiesa di Efeso, che lui ha mandato a chiamare e sono venuti qui a Mileto. È un brano che di solito viene definito “Il testamento pastorale di Paolo”. 
  23/06/2001 Natività di Giovanni Battista  Celebrazione Eucaristica  Si capisce bene che la lettura di Giovanni Battista è vista dalla liturgia in ottica profonda. Abbiamo ascoltato nella prima lettura la vocazione del profeta Geremia, mentre nella seconda una riflessione di Pietro che parla dell’annuncio della salvezza che i profeti ci hanno donato. 
  23/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  In viaggio verso Pamukkale  Luciano Monari, In viaggio verso Pamukkale (200106232) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 23 giugno 2001 Id: Monari:200106232 Ad una prima lettura un brano come questo può sembrare strano, quando Pietro scrive: «cercate di render sempre più sicura la vostra vocazione e la vostra elezione». Viene da dire: allora la nostra vocazione ed elezione non sono sicure? Siccome abbiamo detto che la vocazione e la elezione dipendono dall’amore di Dio; allora l’amore di Dio per noi non è sufficientemente fedele? 
  23/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  In viaggio nei pressi delle città di Colossi e di Laodicea  Luciano Monari, In viaggio nei pressi delle città di Colossi e di Laodicea (200106231) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 23 giugno 2001 Id: Monari:200106231 Efesini e Colossesi passano come Lettere deuteropaoline, con questo titolo s’intende: la Lettere che fanno riferimento alla tradizione teologica paolina ma forse non scritta direttamente da Paolo. 
  22/06/2001 , Omelie, Pellegrinaggi.Turchia  In viaggio verso Konya  Luciano Monari, In viaggio verso Konya (200106222) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 22 giugno 2001 Id: Monari:200106222 Ebbene, bisogna che nella vostra vita ci sia una scelta decisa a favore della prima categoria di parole, cioè del modo di parlare che permette alla persona che ascolta di sentirsi incoraggiato a vivere, ad amare, a crescere e a sperare; quindi dovete cancellare dalla vostra vita ogni parola cattiva. 
  22/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  Antiochia di Pisidia  Luciano Monari, Antiochia di Pisidia (200106221) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 22 giugno 2001 Id: Monari:200106221 Paolo ha predicato proprio qui ad Antiochia di Pisidia durante il suo primo viaggio missionario. La storia incomincia in un’altra Antiochia, Antiochia la Grande, che si trova nella Turchia Meridionale al confine con la Siria; lì si è formata una comunità cristiana particolarmente vivace, costituita un po’ da Ebrei convertiti ma soprattutto da pagani convertiti. 
  22/06/2001 Sacro Cuore  Celebrazione Eucaristica  Gesù ha raccontato questa parabola per rispondere a delle critiche da parte dei farisei e degli scribi: succedeva che, mentre Gesù parlava, si accostavano a lui pubblicani e peccatori, e Gesù li accoglieva volentieri; ma questo modo di fare non è accettato dagli scribi e dai farisei che lo ritengono un modo di fare ambiguo, come se Gesù giustificasse in questo modo il comportamento dei pubblicani e dei peccatori. 
  21/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  Cappadocia  Luciano Monari, Cappadocia (200106211) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 21 giugno 2001 Id: Monari:200106211 Dice il Profeta: “Il rapporto che noi possiamo avere con Dio non lo costruiamo sulla base di quello che possiamo realizzare per essere degni di lui e quindi al suo livello, perché alla fine tutto quello che noi abbiamo viene dal Signore e non c’è niente che noi possiamo costruire e costringa Dio a venire ad abitarci dentro. 
  21/06/2001 Padri Cappadoci  Celebrazione Eucaristica  Abbiamo imparato a conoscere, almeno un po’ “alla lontana” i Padri Cappadoci, cioè quei santi scrittori della Chiesa che sono vissuti in questa Provincia: S. Basilio, S. Gregorio di Nazianzo e S. Gregorio di Nissa. La vita di questi tre santi è legata ad un momento particolare della storia della Chiesa, che è la lotta dell’arianesimo. 
  20/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  Chiesa delle Croci  Luciano Monari, Chiesa delle Croci (200106201) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 20 giugno 2001 Id: Monari:200106201 Il belediye (sindaco) di Avanos ha messo a disposizione del Vicario apostolico dell’Anatolia, Mons. Ruggero Franceschini, una delle più antiche chiese del suo municipio, a pochi chilometri da Avanos, chiamata popolarmente “la chiesa delle croci”. 
  20/06/2001 Tarso, Avanos - Chiesa delle Croci  Celebrazione Eucaristica  Il motivo per cui abbiamo voluto un Pellegrinaggio diocesano in Turchia è proprio quello che ricordava prima Mons. Franceschini: il desiderio di ritornare a una porzione grande e importante dell’esperienza della storia della tradizione della Chiesa, perché questo per noi è un arricchimento. 
  20/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  In viaggio verso Adana  Luciano Monari, In viaggio verso Adana (200106202) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 20 giugno 2001 Id: Monari:200106202 . Il Libro di Tobia è la narrazione di questo lungo viaggio che da Nìnive viene fatto fino a Ecbàtana, nella Media, per andare a ritirare un deposito che il papà aveva lasciato. 
  20/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  Storia del Monachesimo in Oriente  Luciano Monari, Storia del Monachesimo in Oriente (200106204) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 20 giugno 2001 Id: Monari:200106204 Ho avuto un insegnante di storia della Chiesa che si chiamava padre Henry, il quale amava classificare le epoche della storia della Chiesa secondo quello che lui chiamava “le onde monastiche”. Lui diceva questo: “L’elemento fondamentale nella storia della Chiesa non sono state le istituzioni, o quello che avevano fatto i Papi in rapporto con la politica, ecc., ma le diverse esperienze di vita religiosa succedute nei secoli e che sono state le risposte dello Spirito Santo alle esigenze concrete della storia”. 
  20/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  Presentazione di Romano il Melode  Luciano Monari, Presentazione di Romano il Melode (200106203) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 20 giugno 2001 Id: Monari:200106203 Ascoltiamo dalla cassetta registrata la presentazione di Romano il Melode, che andrebbe ancora collegato a Costantinopoli perché Romano il Melode è di Costantinopoli, ed è probabilmente il più famoso di tutta la storia di Pisidia. 
  19/06/2001   Celebrazione Eucaristica  Abbiamo chiesto al Vangelo di ieri (Cfr. Mt 5,38-42) sera di illuminarci sul modo di percepire e di vivere la separazione della Chiesa di Oriente che ci portiamo dietro da quasi mille anni. Al Vangelo di oggi possiamo chiedere qualcosa d’altro: che ci aiuti a trovare l’atteggiamento giusto di fronte a culture e a esperienze di vita diverse dalle nostre. 
  19/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  Presentazione di Giovanni Crisostomo  Luciano Monari, Presentazione di Giovanni Crisostomo (200106192) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 19 giugno 2001 Id: Monari:200106192 Abbiamo detto che uno degli scopi del nostro viaggio in Turchia è di rinnovare la memoria di un’esperienza di spiritualità e di fede cristiana di cui è stata ricchissima; in questo sono evidentemente i Padri della Chiesa le persone più significative. 
  19/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  Instanbul  Luciano Monari, Instanbul (200106191) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 19 giugno 2001 Id: Monari:200106191 Racconta sant’Agostino nelle sue “Confessioni”, che in quel periodo intermedio in cui da una parte aveva già raggiunto la convinzione della verità del cristianesimo, ma dall’altra il suo comportamento non era ancora rinnovato e cambiato, faceva al Signore questa strana preghiera: “Convertimi, Signore, ma non subito”. 
  18/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  In viaggio verso l’aeroporto di Bergamo  Luciano Monari, In viaggio verso l’aeroporto di Bergamo (200106182) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 18 giugno 2001 Id: Monari:200106182 A Tessalonica era accaduta una cosa per noi abbastanza strana. Siccome fa parte della fede cristiana l’attesa del ritorno del Signore, alcuni cristiani di Tessalonica si erano così entusiasmati di questa attesa che, invece di vivere la vita quotidiana nel lavoro e negli impegni normali, non facevano altro che agitarsi nella speranza o nell’attesa o nel desiderio che arrivasse la fine del mondo e venisse il Signore. 
  18/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  In viaggio verso l’aeroporto di Bergamo  Luciano Monari, In viaggio verso l’aeroporto di Bergamo (200106182) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 18 giugno 2001 Id: Monari:200106182 A Tessalonica era accaduta una cosa per noi abbastanza strana. Siccome fa parte della fede cristiana l’attesa del ritorno del Signore, alcuni cristiani di Tessalonica si erano così entusiasmati di questa attesa che, invece di vivere la vita quotidiana nel lavoro e negli impegni normali, non facevano altro che agitarsi nella speranza o nell’attesa o nel desiderio che arrivasse la fine del mondo e venisse il Signore. 
  18/06/2001 , Omelie, Pellegrinaggi.Turchia , Omelie, Pellegrinaggi.Turchia  Celebrazione Eucaristica  Luciano Monari, Celebrazione Eucaristica (200106183) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 18 giugno 2001 Id: Monari:200106183 Desideriamo chiedere al Signore il dono grande dell’unità della Chiesa e in particolare dell’unità con le Chiese orientali. Ma come? Perché evidentemente la nostra domanda diventa anche un peso. Quando chiediamo qualche cosa al Signore noi ci impegniamo a fare il possibile, perché il Signore operi quanto gli chiediamo attraverso di noi. Credo che nelle letture che abbiamo ascoltato ci siano alcune indicazioni. 
  18/06/2001 , Islam,  Approfondimento cristiano in riferimento all’Islam  Luciano Monari, Approfondimento cristiano in riferimento all’Islam (20010618) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 18 giugno 2001 Id: Monari:20010618 Ho imparato che la predicazione islamica in Oriente è stata portata in gran parte da dei Sufi, quindi è un Islam in qualche modo trasformato, come ricordava prima Padre Henry a proposito dei Sufi. 
  18/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  In viaggio verso l’aeroporto di Bergamo  Luciano Monari, In viaggio verso l’aeroporto di Bergamo (200106182) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 18 giugno 2001 Id: Monari:200106182 A Tessalonica era accaduta una cosa per noi abbastanza strana. Siccome fa parte della fede cristiana l’attesa del ritorno del Signore, alcuni cristiani di Tessalonica si erano così entusiasmati di questa attesa che, invece di vivere la vita quotidiana nel lavoro e negli impegni normali, non facevano altro che agitarsi nella speranza o nell’attesa o nel desiderio che arrivasse la fine del mondo e venisse il Signore. 
  18/06/2001 Presentazione della città di Instanbul, Pellegrinaggi.Turchia  In viaggio sul battello nel Mar Bosforo  Luciano Monari, In viaggio sul battello nel Mar Bosforo (200106181). Presentazione della città di Instanbul Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 18 giugno 2001 Id: Monari:200106181 Sicuramente Paolo non ha niente a che fare con Istanbul; i motivi che rendono questa visita significativa e preziosa sono di altro genere (quindi non direttamente riferiti a S. Paolo): è alla storia e alla sua esperienza di Chiesa, che ora vi ricordo molto brevemente. 
  18/06/2001 , Pellegrinaggi.Turchia  In viaggio verso l’aeroporto di Bergamo  Luciano Monari, In viaggio verso l’aeroporto di Bergamo (200106182) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 18 giugno 2001 Id: Monari:200106182 A Tessalonica era accaduta una cosa per noi abbastanza strana. Siccome fa parte della fede cristiana l’attesa del ritorno del Signore, alcuni cristiani di Tessalonica si erano così entusiasmati di questa attesa che, invece di vivere la vita quotidiana nel lavoro e negli impegni normali, non facevano altro che agitarsi nella speranza o nell’attesa o nel desiderio che arrivasse la fine del mondo e venisse il Signore. 
  17/06/2001   Solennità del Corpus Domini  La solennità del Corpo e del Sangue del Signore ci richiama a rinnovare lo stupore, la gioia e il rendimento di grazia per il dono che il Signore ci ha fatto di se stesso nell’Eucaristia; per questo dono che accompagna tutta la storia della Chiesa e la rende e la tiene in un legame vitale con il mistero della Pasqua del Signore, in modo che tutta la storia della Chiesa sia animata e generata dallo Spirito che scaturisce dalla Pasqua di Cristo. 
  16/06/2001   1ª Assemblea  Il Vangelo è costruito in un modo significativo, perché nella scena iniziale c’è Gesù, la folla e Simone con la sua barca. Dunque, l’immagine è di Gesù che predica, che annuncia la Parola di Dio ad una folla, servendosi dell’aiuto di Pietro e dei suoi amici. 
  16/06/2001 Associazione volontariato “Priscilla”  Celebrazione Eucaristica  Attraverso di voi vorrei ringraziare tutti i membri della “Priscilla”, per la disponibilità e per lo zelo con cui assumono la responsabilità della vita della nostra Chiesa piacentino-bobbiese. Il Signore vi benedica, vi ricompensi e vi accompagni con una serenità e una fiducia grande. 
  15/06/2001   Senza solidarietà la società muore  “Solidarietà e Immigrazione”. Questi i due dei temi sollevati, in una lettera pubblicata da “Libertà” il 23 maggio u.s., dall’avvocato Brunello Cherchi, che chiedeva al Vescovo di intervenire. Monsignor Luciano Monari non si è limitato ad una semplice risposta ma ha allargato il discorso. Con valutazioni che, data l’importanza degli argomenti e la profondità delle sue considerazioni, volentieri pubblichiamo integralmente. 
  14/06/2001 Il Libro del profeta Osea ; 7  VII Meditazione  È un po’ il cammino di Osea cercare di vedere come, quello che sembra impossibile, possa diventare realizzato. Nella VI meditazione abbiamo accompagnato la strategia di riconquista da parte del Signore della sua sposa, da parte di Osea della sua sposa, e ne abbiamo visto alcune fasi. 
  14/06/2001 Il Libro del profeta Osea ; 8  VIII Meditazione  Andiamo verso il traguardo del nostro itinerario con Osea, anche se parlare di “traguardo” forse non è il modo migliore. Lo facciamo con due piccoli brani, che percorriamo un po’ di corsa, e sono il cap. 3 e 14. 
  13/06/2001 Il Libro del profeta Osea ; 5  V Meditazione  I primi tre capitoli di Osea sono quelli nei quali viene testimoniata la sua esperienza matrimoniale ed è annunciato il significato del messaggio compreso in questa esperienza. 
  13/06/2001 Il Libro del profeta Osea ; 6  VI Meditazione  Siamo all’inizio del nostro cap. 2, 4. Dicevamo, nella quinta meditazione che, dopo la narrazione dell’esperienza matrimoniale di Osea, c’è nel cap. 2 l’interpretazione di questa esperienza nel “rapporto tra il Signore e Israele”. In realtà, come vedrete, la questione è un po’ più complessa: perché è vero che nel brano che leggeremo si parla di Dio e di Israele come “sua sposa infedele”, però è altrettanto vero che si continua a parlare di Osea e di Gomer sua moglie. 
  12/06/2001 Il Libro del profeta Osea ; 4  IV Meditazione  I cap. dal 4 all’11 del Libro di Osea costituiscono la sezione centrale. Abbiamo visto che questa sezione parte con un’accusa precisa rivolta prima ai sacerdoti, poi ai capi e poi a tutto il popolo. A questa accusa segue l’annuncio del giudizio di Dio, che dovrebbe essere di distruzione, ma di fronte al quale il Signore si ritira, si allontana, perché Israele percepisca il bisogno di Dio. 
  12/06/2001 Il Libro del profeta Osea ; 3  III Meditazione  Nel cammino, che stiamo tentando di percorrere, ci siamo sentiti convocare dal Signore in giudizio e abbiamo ascoltato un’accusa durissima che il Signore ha fatto nei nostri confronti. Un’accusa che, come sempre, ha come scopo non l’annientamento o l’avvilimento dell’ascoltatore, ma in qualche modo il suo risveglio. 
  11/06/2001 Il Libro del profeta Osea ; 2  II Meditazione  Abbiamo iniziato il nostro cammino, di ascolto del profeta Osea, dall’inizio del cap. 4, dalla convocazione in giudizio che il Signore compie nei confronti degli abitanti della terra, e che vogliamo sentire come rivolta anche a noi, accettando che la nostra vita sia messa in gioco dal giudizio della sua Parola. 
  11/06/2001 Il Libro del profeta Osea ; 1  I Meditazione  Sono contento di fare insieme con voi questo cammino di preghiera e di riflessione sulla Parola di Dio e in particolare sul Libro di Osea. Innanzitutto ci mettiamo in un atteggiamento di ascolto con la preghiera di Salomone per ottenere la Sapienza, quella del cap. 9° del Libro della Sapienza. 
  11/06/2001 Il Libro del profeta Osea , 1, Osea, Esercizi spirituali, Esercizi spirituali,2001  Il Libro del profeta Osea  Luciano Monari, Il Libro del profeta Osea (200106110). 1ª Meditazione Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 11 giugno 2001 Serie: Il Libro del profeta Osea 1 Id: Monari:200106110 
  09/06/2001 Progetto di itinerario di pellegrinaggi diocesano  Incontro con i Pellegrini in viaggio per la Turchia  Il Pellegrinaggio che, a Dio piacendo, cercheremo di fare insieme in Turchia si colloca dentro ad una specie di piccolo progetto di itinerari di pellegrinaggio che comprende: – la Terra santa, che abbiamo fatto l’anno scorso; – la Turchia, che tenteremo di fare quest’anno; e dovrebbe comprendere: – la Grecia; e Roma. 
  07/06/2001 Relazione pastorale  Assemblea dei Presbiteri  Esprimo innanzitutto la gioia di incontrarvi ancora una volta in questa giornata del Sacro Cuore di Gesù, come una festa del Presbiterio diocesano; ormai è un appuntamento di famiglia che si unisce alla festa solenne del giovedì santo e ci aiuta a ritrovare la consapevolezza di un vincolo sacramentale che vuole diventare anche un vincolo affettivo e operativo. 
  02/06/2001 Ordinazione Presbiteri don Stefano Cremona e don Paolo Mascilongo  Solennità di Pentecoste  In questa vigilia della Pentecoste, che per noi è anche la memoria del beato Giovanni Battista Scalabrini, il Signore ci regala due nuovi preti; ne abbiamo un bisogno grande. Per questo è grande la nostra riconoscenza al Signore, la nostra gioia e il desiderio che la vita di Paolo e Stefano sia trasfigurata dal dono dello Spirito Santo e sia trasformata davvero in immagine, segno e sacramento efficace della presenza di Gesù pastore nella nostra Chiesa. 
  01/06/2001 Casa in Via Vescovado 5, il Nuovo Giornale,Centro Missionario diocesano, Benedizioni  Il Nuovo Giornale  Luciano Monari, Il Nuovo Giornale (200106011) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 01 giugno 2001 Id: Monari:200106011 Può sembrare strano legare una realtà come la benedizione di un edificio che deve servire per le Comunicazioni sociali e per il Centro Missionario, legarlo con questo grande compito di missione che viene dato ai discepoli. 
  01/06/2001   Solennità del Beato G.B. Scalabrini  Il Beato Scalabrini lo sentiamo come un amico, al quale possiamo rivolgerci con confidenza sapendo che ci è vicino e il nostro cammino non gli è indifferente, che a questa Chiesa di Piacenza-Bobbio vuole bene come credo possiate dire voi: che alla vostra Famiglia religiosa vuole bene 
  31/05/2001 Fondazione “Divo Barsotti”  Emer Mezzanotte  Sintesi dell’Omelia di Mons. Luciano Monari 
  29/05/2001   Anniversario dell’apertura della “Pellegrina”  La preghiera che abbiamo ascoltato dice che: “Gesù ha ricevuto da Dio Padre il potere sopra ogni essere umano”. Chiaramente il potere di Gesù va inteso in modo corretto, consiste in questo: «Egli dia la vita eterna a tutti coloro che gli hai dato». 
  29/05/2001   Anniversario dell’apertura della “Pellegrina”  La preghiera che abbiamo ascoltato dice che: “Gesù ha ricevuto da Dio Padre il potere sopra ogni essere umano”. Chiaramente il potere di Gesù va inteso in modo corretto, consiste in questo: «Egli dia la vita eterna a tutti coloro che gli hai dato». 
  29/05/2001   Anniversario dell’apertura della “Pellegrina”  La preghiera che abbiamo ascoltato dice che: “Gesù ha ricevuto da Dio Padre il potere sopra ogni essere umano”. Chiaramente il potere di Gesù va inteso in modo corretto, consiste in questo: «Egli dia la vita eterna a tutti coloro che gli hai dato». 
  29/05/2001   Anniversario dell’apertura della “Pellegrina”  La preghiera che abbiamo ascoltato dice che: “Gesù ha ricevuto da Dio Padre il potere sopra ogni essere umano”. Chiaramente il potere di Gesù va inteso in modo corretto, consiste in questo: «Egli dia la vita eterna a tutti coloro che gli hai dato». 
  27/05/2001 Festa provinciale del Volontariato. 4  Volontari tra la gente  Continua questa festa con un momento di forte gioia, perché ci uniamo ai discepoli nel godere la festa di salita al Signore. Sappiamo che Gesù nel Padre è ancora di più radicato nella nostra storia e nella nostra sofferenza, e assiste la nostra solidarietà. 
  25/05/2001   Poche vocazioni? Lamentarsi serve poco  Anno 2001: ordinazione di due preti nella Diocesi di Piacenza-Bobbio. Dobbiamo lamentarci perché sono solo due i preti di quest’anno o è meglio ringraziare Dio perché questi due preti ci sono? Non c’è dubbio: è preferibile ringraziare, e per una serie di motivi. 
  19/05/2001   Celebrazione eucaristica  Il Signore fa qualche cosa. Chiaramente siamo noi che ci siamo raccolti oggi in questa chiesa, siamo noi che facciamo festa con le danze, con i canti e con tutta la nostra presenza. Ma in realtà quello che noi facciamo è solo ricevere l’opera di Gesù. 
  12/05/2001 Usmi  A Piacenza si può parlare di solidarietà e di condivisione?  Devo proporre una riflessione sul “fondamento biblico-teologico della condivisione”. Ma chiaramente alla base c’è il ringraziamento al Signore per quello che le Famiglie religiose, presenti nella Chiesa di Piacenza-Bobbio, hanno fatto e si apprestano a fare. 
  10/05/2001   Mia forza e mio canto è il Signore…  Davvero è tempo di gioia, nel quale il Signore ha manifestato la sua potenza risuscitando Gesù dai morti; ha posto davanti a noi la speranza viva di un mondo nuovo, che ha cominciato a nascere in Gesù Cristo e attraversa tutto il cammino della storia dell’uomo. 
  03/05/2001   Sul rotolo del libro di me è scritto…  Siamo nel contesto della Settimana di preghiera per le vocazioni e vogliamo riscoprire, con la Parola del Signore, la nostra esistenza intesa come risposta ad una chiamata e ad una attesa di un progetto che Dio vuole realizzare con gli uomini attraverso la collaborazione, l’impegno e la volontà libera di ciascuno di noi. 
  27/04/2001 Le linee pastorali del vescovo Monari  Quale pane condividere  Il minimo che una società dell’opulenza come la nostra possa fare per apparire “civile” è assicurare a tutti il cibo sufficiente per vivere. Basterebbe questo per giustificare l’apertura di una mensa cittadina. Ma a noi interessa qualcosa di più. 
  25/04/2001 , Omelie.Franca (santa), Omelie  Festa patronale di S. Franca  Luciano Monari, Festa patronale di S. Franca (200104251) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 25 aprile 2001 Id: Monari:200104251 Il motivo per cui noi abbiamo bisogno dei Santi nella storia della vita della Chiesa è nelle ultime parole del Vangelo che abbiamo ascoltato. È il Signore risorto che appare agli Undici e li manda a predicare il Vangelo in tutto il mondo e gli «Apostoli sono partiti e hanno predicato dappertutto». 
  25/04/2001 Parrocchia S. Giuseppe Operaio  Celebrazione Eucaristica  Con gioia lodiamo il Signore che ci raccoglie ancora una volta insieme. Se siamo qui lo abbiamo deciso noi, ma in realtà ci ha chiamato il Signore. Con il materiale che noi siamo il Signore vuole edificare la sua Chiesa, “il suo corpo”, quindi la sua presenza viva nel mondo di oggi. 
  22/04/2001 Madonna del Popolo e anniversario Casa Carità  Solennità Madonna del Popolo  Liturgicamente termina oggi il giorno grande di Pasqua, il giorno della vittoria del Signore sulla morte, della speranza che è data a ciascuno di noi di potere vincere il male, la violenza, la falsità e di potere sperare nella comunione piena e completa con Dio. 
  15/04/2001   Domenica di Pasqua  Con gioia ed esultanza grande ci uniamo a tutta la Chiesa per benedire e glorificare il Padre che ha manifestato la sua potenza risuscitando Gesù Cristo dai morti, e aprendo in questo modo una speranza a noi anche attraverso la nostra condizione di mortalità e di debolezza. Per questo benediciamo Dio grande con tutto il cuore, e celebriamo in questa Eucaristia la sua misericordia e la sua grazia. 
  15/04/2001 , Pasqua, Conferenze  La croce che indica il sentiero della vita  Luciano Monari, La croce che indica il sentiero della vita (200104151) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 15 aprile 2001 Id: Monari:200104151 Un cattedratico americano ha calcolato che la durata giusta della vita di un uomo dovrebbe essere seicento anni. In questo lasso di tempo la persona potrebbe imparare bene le cose essenziali: la matematica e la fisica, l’arte, la letteratura e tutto quello che permette a un uomo di conoscere esaurientemente il mondo in cui vive e quindi di prendere decisioni in modo saggio. 
  14/04/2001   Veglia Pasquale  Il saluto che le Chiese cristiane si scambiano tradizionalmente in questa notte di Pasqua, dice: “Cristo è risorto!”. E a questo saluto si risponde ripetendo: “Sì, Cristo è veramente risorto!”. Ci congratuliamo così, gli uni con gli altri, per qualche cosa di incredibilmente bello che si è verificato e del quale siamo testimoni e destinatari. 
  13/04/2001   Gli auguri di buona Pasqua  Vorrei che l’augurio di buona Pasqua portasse con sé la speranza e il desiderio di una vita nuova. È nella Pasqua che è iniziata la Chiesa, ed è dalla Pasqua che la Chiesa può attingere sempre di nuovo l’energia per rinnovarsi e crescere. Non è possibile essere cristiani se non si crede alla resurrezione di Gesù; e non è possibile credere a questa resurrezione senza essere cristiani. 
  12/04/2001 Giovedì Santo, Omelie.Cena Domini, Omelie  Messa in Cena Domini  Luciano Monari, Messa in Cena Domini (200104121) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 12 aprile 2001 Id: Monari:200104121 Per Israele la Pasqua è memoria della liberazione dall’Egitto, quindi del “passaggio”, che il Signore ha donato a Israele, “dalla schiavitù alla libertà”, e, nell’interpretazione d’Israele, anche «passaggio dalle tenebre alla luce», dalla morte alla vita. 
  12/04/2001 S. Messa Crismale, Omelie.Messa Crismale, Omelie  S. Messa Crismale  Luciano Monari, S. Messa Crismale (20010412) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 12 aprile 2001 Id: Monari:20010412 Rendiamo grazie a Dio Padre e a Gesù Cristo nostro Signore che con il dono dello Spirito hanno raccolto questa santa Chiesa di Dio che è in Piacenza-Bobbio, e hanno donato a questa Chiesa quel Presbiterio che noi siamo. 
  08/04/2001   Assemblea delle aggregazioni laicali  La prima cosa che volevo dire è la gioia perché ci siete così tanti, avete parlato esprimendo il cammino che lo Spirito fa fare a ciascuno di voi e a ciascuno dei vostri gruppi, associazioni, movimenti, cammini e esperienze di fede. 
  07/04/2001 , Giornata Mondiale della Gioventù  Celebrazione della Parola  Luciano Monari, Celebrazione della Parola (20010407) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 07/04/2001 Id: Monari:20010407 È notte e vogliamo sapere se questa notte è destinata a durare a lungo, per sempre. Per questo “gridiamo alla sentinella” – al profeta che ha l’occhio acuto e sa vedere più lontano di quanto possiamo percepire noi stessi: «Sentinella, quanto resta della notte? Sentinella, quanto resta della notte? La sentinella – il profeta – risponde: Viene il mattino». 
  06/04/2001   L’invito del Vescovo ai sacerdoti  Torna giovedì prossimo, 12 aprile, il tradizionale appuntamento con la messa Crismale del Giovedì Santo. Con queste parole il vescovo mons. Luciano Monari invita i sacerdoti della diocesi a partecipare. 
  06/04/2001   L’invito del Vescovo ai sacerdoti  Torna giovedì prossimo, 12 aprile, il tradizionale appuntamento con la messa Crismale del Giovedì Santo. Con queste parole il vescovo mons. Luciano Monari invita i sacerdoti della diocesi a partecipare. 
  06/04/2001   L’invito del Vescovo ai sacerdoti  Torna giovedì prossimo, 12 aprile, il tradizionale appuntamento con la messa Crismale del Giovedì Santo. Con queste parole il vescovo mons. Luciano Monari invita i sacerdoti della diocesi a partecipare. 
  06/04/2001   L’invito del Vescovo ai sacerdoti  Torna giovedì prossimo, 12 aprile, il tradizionale appuntamento con la messa Crismale del Giovedì Santo. Con queste parole il vescovo mons. Luciano Monari invita i sacerdoti della diocesi a partecipare. 
  05/04/2001 , Unità pastorale  Incontro con i Moderatori  Luciano Monari, Incontro con i Moderatori (200104051) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 05 aprile 2001 Id: Monari:200104051 Cerchiamo di ubbidire al Sinodo, che aveva già deciso la costituzione delle Unità Pastorali (U. P.), e cerchiamo di realizzarlo con tutta l’energia e il desiderio possibile. 
  05/04/2001   La confessione libera dal peccato  Abbiamo imparato bene che Dio manifesta la sua onnipotenza soprattutto con la misericordia e il perdono. La confessione del nostro peccato, che facciamo davanti a lui, la richiesta umile del suo perdono, è come permettere al Signore di manifestare ancora la sua onnipotenza, di fare vedere che nella nostra vita lui è più grande dei nostri peccati e dei nostri egoismi. Se i nostri peccati ci umiliano, la sua bontà e la sua misericordia ci confortano e ci danno l’energia di ripartire da capo con una speranza nuova. 
  03/04/2001 Casa della Carità  Concelebrazione Eucaristica  Oggi la “Famiglia” si allarga e anche questo è un segno che entra nei segni della Chiesa. Perché la Chiesa si realizza in tutte le piccole comunità ma a condizione che siano aperte alla condivisione con la Chiesa intera. Il ritrovarci in pochi e poi in molti, sono le dimensioni che ci permettono di sentire il mistero della Chiesa che si realizza e continua a manifestarsi nella vita degli uomini. 
  30/03/2001   L’unità pastorale, le parrocchie, i movimenti ecclesiali  Il problema è l’identità di Gesù: chi è Gesù di Nazaret? E la risposta che il brano di Vangelo dà riguarda due dimensioni fondamentali dell’esistenza dell’uomo: il tempo e lo spazio. Ogni uomo vivente, vive concretamente un certo tempo e spazio. Siccome Gesù è uomo, ha vissuto concretamente in un certo tempo e spazio. 
  30/03/2001   L’unità pastorale, le parrocchie, i movimenti ecclesiali  Il problema è l’identità di Gesù: chi è Gesù di Nazaret? E la risposta che il brano di Vangelo dà riguarda due dimensioni fondamentali dell’esistenza dell’uomo: il tempo e lo spazio. Ogni uomo vivente, vive concretamente un certo tempo e spazio. Siccome Gesù è uomo, ha vissuto concretamente in un certo tempo e spazio. 
  30/03/2001   L’unità pastorale, le parrocchie, i movimenti ecclesiali  Il problema è l’identità di Gesù: chi è Gesù di Nazaret? E la risposta che il brano di Vangelo dà riguarda due dimensioni fondamentali dell’esistenza dell’uomo: il tempo e lo spazio. Ogni uomo vivente, vive concretamente un certo tempo e spazio. Siccome Gesù è uomo, ha vissuto concretamente in un certo tempo e spazio. 
  30/03/2001   L’unità pastorale, le parrocchie, i movimenti ecclesiali  Il problema è l’identità di Gesù: chi è Gesù di Nazaret? E la risposta che il brano di Vangelo dà riguarda due dimensioni fondamentali dell’esistenza dell’uomo: il tempo e lo spazio. Ogni uomo vivente, vive concretamente un certo tempo e spazio. Siccome Gesù è uomo, ha vissuto concretamente in un certo tempo e spazio. 
  29/03/2001   Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?  Ormai ci avviciniamo alla Pasqua e il nostro cammino di preghiera con i Salmi ci conduce al Salmo 22 (21), che coglie il mistero della morte e della risurrezione del Signore. Vogliamo aprire il nostro cuore a riconoscere nella sofferenza di Cristo quella di tutti i giusti del mondo e nella risurrezione del Signore la nostra speranza e quella di tutti gli uomini. 
  26/03/2001 Suor Chiara  Solennità dell’Annunciazione  Dio è entrato, in Gesù Cristo, nella storia del mondo, e ha assunto la condizione umana trasfigurandola, facendola diventare la rivelazione del mistero di Dio: l’Incarnazione è questo, l’Annunciazione è questo. Credo sia bello vedere nel Vangelo come l’Incarnazione è avvenuta attraverso Maria. Ci sono tre interventi dell’angelo… 
  26/03/2001 Suor Chiara  Solennità dell’Annunciazione  Dio è entrato, in Gesù Cristo, nella storia del mondo, e ha assunto la condizione umana trasfigurandola, facendola diventare la rivelazione del mistero di Dio: l’Incarnazione è questo, l’Annunciazione è questo. Credo sia bello vedere nel Vangelo come l’Incarnazione è avvenuta attraverso Maria. Ci sono tre interventi dell’angelo… 
  26/03/2001 Suor Chiara  Solennità dell’Annunciazione  Dio è entrato, in Gesù Cristo, nella storia del mondo, e ha assunto la condizione umana trasfigurandola, facendola diventare la rivelazione del mistero di Dio: l’Incarnazione è questo, l’Annunciazione è questo. Credo sia bello vedere nel Vangelo come l’Incarnazione è avvenuta attraverso Maria. Ci sono tre interventi dell’angelo… 
  26/03/2001 Suor Chiara  Solennità dell’Annunciazione  Dio è entrato, in Gesù Cristo, nella storia del mondo, e ha assunto la condizione umana trasfigurandola, facendola diventare la rivelazione del mistero di Dio: l’Incarnazione è questo, l’Annunciazione è questo. Credo sia bello vedere nel Vangelo come l’Incarnazione è avvenuta attraverso Maria. Ci sono tre interventi dell’angelo… 
  24/03/2001 Seminario di studio  Caritas e Unità Pastorali  Che significato ha l’attività pastorale della Chiesa? Perché la Chiesa fa pastorale e che cosa vuole ottenere? Questo è l’obiettivo: la Chiesa fa pastorale per mettere le persone in contatto con il mistero di salvezza di Dio in Gesù Cristo. Quindi la pastorale non salva nessuno, quello che salva è Gesù Cristo 
  22/03/2001   Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia  Quando si parla dei “Salmi penitenziali” viene subito in mente il Salmo 51 (50), il Miserere. Il nome viene dalla prima parola della traduzione latina «abbi pietà». 
  20/03/2001   Il significato ebraico e cristiano della Pasqua  Solo se si capisce la Pasqua, si può capire per davvero che cos’è il cristianesimo. E la Pasqua cristiana prende origine dalla Pasqua ebraica. Quest’ultima nasceva dalla confluenza di due feste, una tipica dei pastori e un’altra nata in ambiente agricolo. 
  19/03/2001   Messa Esequiale  Con dolore grande, ma anche con una speranza ferma, affidiamo al Signore la vita di don Emilio Silva. Siamo stati colpiti dalla sua morte improvvisa, inattesa, anche se in fondo per un prete la morte non è mai lontana o inattesa. 
  15/03/2001 , Salmi (libro).102, Scuola della Parola.2001  Benedici il Signore, anima mia  Luciano Monari, Benedici il Signore, anima mia (200103151) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 15 marzo 2001 Id: Monari:200103151 Abbiamo iniziato con un canto ebraico (“Prendi la mia vita”) che voleva esprimere in origine la nostalgia della terra (del ritorno nella terra) promessa che viene dal Signore, e anche la nostra nostalgia che abbiamo nel cuore, di ritornare e ritrovare nel Signore la pienezza della nostra gioia e speranza. 
  15/03/2001 Messa Esequie Polledri don Luigi  Esequie di don Luigi Polledri  Il Vangelo di oggi ci ricorda che la morte è un sigillo che chiude in modo definitivo la nostra esistenza, che sigilla tutto il bene che abbiamo fatto e anche quello che non abbiamo potuto o voluto fare. Dopo la morte non c’è più possibilità di ricupero o di cambiamento, non ci sono esami di riparazione o la possibilità di ripetere la prova. 
  11/03/2001   Concelebrazione Eucaristica  In questo cammino quaresimale che stiamo percorrendo siamo invitati a sollevare lo sguardo verso la Pasqua del Signore, a vedere il Signore trasfigurato nella sua gloria per trovare in lui il coraggio e la speranza: il coraggio di percorrere il cammino della Quaresima che passa attraverso la croce, e la speranza del compimento della nostra esistenza nella comunione piena con il Signore. 
  11/03/2001 , Bibbia  La bibbia nel programma pastorale diocesano  Luciano Monari, La bibbia nel programma pastorale diocesano (200103111) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 11 marzo 2001 Id: Monari:200103111 Obiettivo dell’attività pastorale della Chiesa è offrire ai credenti la possibilità d’incontrare l’evento della salvezza – la Pasqua di Gesù – Gesù Cristo nella sua esistenza di rivelatore e salvatore. Non si tratta, quindi, di creare qualcosa di nuovo, di immaginare un progetto attuale; si tratta, piuttosto, di portare il tempo attuale a contatto con l’evento di salvezza che si è compiuto nella storia dell’uomo “con eventi e parole intimamente connessi tra loro” (DV 2). 
  10/03/2001 Ritiro spirituale per sposi e famiglie , Ritiri spirituali.2001  Ritiro spirituale per sposi e famiglie  Luciano Monari, Ritiro spirituale per sposi e famiglie (200103101) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 10 marzo 2001 Id: Monari:200103101 Vi leggo il Vangelo che ci serve come accompagnamento della nostra Quaresima. Provo a darvi delle indicazioni di lettura, ma poi dovrà essere compito vostro di trasporre dentro l’esperienza e al vostro cammino quotidiano di persone e di famiglia. 
  10/03/2001 Convegno “Quale pena?”  Quale pena?  I pubblici poteri che, in adempimento di una disposizione di legge, privano della libertà personale un essere umano ponendo quasi tra parentesi un periodo più o meno lungo della sua esistenza, devono sapere di non essere signori del tempo del detenuto. Allo stesso modo, chi si trova nella detenzione non deve vivere come se il tempo del carcere gli fosse irrimediabilmente sottratto: anche il tempo trascorso in carcere è tempo di Dio è come tale va vissuto; è tempo che va offerto a Dio come occasione di verità, di umiltà, di espiazione e anche di fede. 
  09/03/2001   Siamo per una Chiesa aperta al mondo  Credo sia un dovere rendervi partecipi del viaggio che ho fatto in Bangladesh perché possiate sentire, insieme con me, la gioia di vivere la missionarietà della Chiesa. 
  08/03/2001   Il Signore è mia luce e mia salvezza, di chi avrò paura?  Il cammino della Quaresima, che stiamo cercando di percorrere con la grazia del Signore, ci chiede anzitutto un impegno di preghiera che dobbiamo imparare dal Signore. Egli ci insegna come ci si rivolge a lui, come si risponde alla sua Parola e ci si dispone a ricevere la sua grazia. Per questo facciamo il cammino di riflessione sui Salmi, perché attraverso i Salmi è Dio stesso che ci mette sulla bocca le parole giuste e dentro al cuore gli atteggiamenti e le decisioni giuste, quindi sintonizza la nostra vita sulla sua volontà, le sue parole e le sue promesse. 
  28/02/2001   Ritornate a me con tutto il cuore  Come tutti gli anni ancora una volta il Signore ci dà la grazia di percorrere il cammino verso la sua Pasqua; lo facciamo non perché l’abbiamo scelto o deciso noi, ma convocati dal Signore; è Lui che convoca la sua Chiesa, la chiama e le rivolge un invito pressante alla conversione (al suo ritorno). 
  23/02/2001   Il Cammino della Quaresima  Abbiamo bisogno di penitenza? A questa domanda la Chiesa ripete sempre la stessa risposta: sì. La Chiesa è santa; ogni volta, nella professione di fede, ripetiamo: “Credo la Chiesa, una, santa, cattolica, apostolica”. La santità è una delle note essenziali che la Chiesa, per grazia di Dio, non può perdere. 
  22/02/2001   Il principio dell’accoglienza è il cardine della vita civile  L’accoglienza dell’altro è iscritta originariamente nel codice genetico del cristiano. E questo non per una sua particolare generosità ma perché per fede il cristiano sa di essere stato accolto, ed accolto senza riserve, da Dio. 
  22/02/2001   Il principio dell’accoglienza è il cardine della vita civile  L’accoglienza dell’altro è iscritta originariamente nel codice genetico del cristiano. E questo non per una sua particolare generosità ma perché per fede il cristiano sa di essere stato accolto, ed accolto senza riserve, da Dio. 
  22/02/2001   Il principio dell’accoglienza è il cardine della vita civile  L’accoglienza dell’altro è iscritta originariamente nel codice genetico del cristiano. E questo non per una sua particolare generosità ma perché per fede il cristiano sa di essere stato accolto, ed accolto senza riserve, da Dio. 
  22/02/2001   Il principio dell’accoglienza è il cardine della vita civile  L’accoglienza dell’altro è iscritta originariamente nel codice genetico del cristiano. E questo non per una sua particolare generosità ma perché per fede il cristiano sa di essere stato accolto, ed accolto senza riserve, da Dio. 
  03/02/2001 Ufficio Famiglia  Ogni figlio è parola  Che “ogni figlio è parola” ci è stato dimostrato adesso. Io non avrei tante cose da aggiungere alle parole dei figli che sono state ora richiamate. Ci hanno detto le loro attese, le speranze e le domande; parole che sono rivolte agli adulti e alla comunità cristiana. Quando si dice che “ogni figlio è parola” si vogliono dire molte cose. 
  02/02/2001 Giornata mondiale della vita consacrata  Celebrazione eucaristica  Il problema serio è sapere se vale la pena dare la vita per Gesù Cristo o se Gesù Cristo è solo un maestro che all’occasione potrebbe essere sostituito da qualcun altro: da un altro maestro o da una filosofia o da un’etica. 
  25/01/2001   Sono in te tutte le mie sorgenti  È la festa della conversione di San Paolo ed è la conclusione della “Settimana di Preghiera per l’unità dei cristiani”. In questa settimana abbiamo supplicato il Signore perché il dono dell’unità, che scaturisce dalla sua morte e risurrezione, raggiunga tutti i battezzati e li faccia essere «un cuore solo e un’anima sola» (At 4,32); perché la Chiesa possa essere, nel modo più eloquente di fronte al mondo, quello che deve essere, cioè il segno e il sacramento dell’unità di tutti gli uomini. 
  16/01/2001 Tre giorni per il clero  Celebrazione domenicale  Vi invito a leggere la Lettera apostolica che il Papa ci ha mandato al termine del Giubileo: la “Novo Millennio ineunte”. Mi piacerebbe che diventasse – ma è una decisione che poi dobbiamo prendere insieme – il nostro Programma pastorale per il prossimo quinquennio, per avere davanti una prospettiva abbastanza ampia. 
  05/01/2001 , Giubileo  Oggi a Piacenza termina il Giubileo  Luciano Monari, Oggi a Piacenza termina il Giubileo (200101051) Data Copyright: 2001 Data pubblicazione: 05 gennaio 2001 Id: Monari:200101051 Non dovrebbe essere impossibile fare un bilancio delle manifestazioni religiose e culturali del Giubileo: celebrazioni, pellegrinaggi, mostre, concerti, Messe e Sacramenti. Anche un bilancio economico dovrebbe essere facile e certamente qualcuno lo stilerà. Ma il Giubileo evidentemente non è questo; e fare un bilancio corretto sembra impossibile: come verificare la partecipazione del cuore ai gesti religiosi? Come quantificare la ricaduta dei gesti religiosi sulla vita quotidiana? Eppure, proprio questo il Giubileo voleva ottenere. 
  05/01/2001 Epifania del Signore  Rito di chiusura del grande Giubileo  Un anno fa, il giorno di Natale del 1999, abbiamo ricevuto in dono dalle mani del Signore un anno giubilare. Di per sé era un anno di tempo come tutti gli altri: una successione di secondi a formare ore e giorni e stagioni. Ma ricevuto dalle mani del Signore diventava un tempo pieno della sua misericordia. 
  01/01/2001 Giornata Mondiale della Pace. 34  Solennità di Maria SS. Madre di Dio  È ancora nel segno del Natale che iniziamo questo anno nuovo, che il Signore nella sua bontà ci dona. Nell’Incarnazione san Paolo ci ricorda che il tempo è giunto a compimento e a perfezione, perché nel momento in cui il Figlio di Dio è entrato nella storia, la storia è diventata capace di manifestare al suo interno – nell’umanità di Gesù – la presenza stessa di Dio (cfr. Gal 4,4-7).