Ritorna alla pagina principale

Mons. Luciano Monari

Vescovo di Brescia

Ordina per data Ordina per tema Documenti in formato compresso

  31/12/2003   Messa Ottava di Natale  Celebrando l’Ottava del Natale vogliamo mettere il nostro rendimento di grazie per il tempo, per il dono grande che il tempo rappresenta per noi, come possibilità di vivere la comunione con il Signore e con gli altri, di trasformare la nostra esistenza fragile e debole com’è in esperienza di amore autentico e di comunione. Di questo rendiamo grazie al Signore con tutto il cuore. 
  30/12/2003 Il cuore di Gesù ; 7  Celebrazione Eucaristica  Mi piacerebbe essere come la profetessa Anna, che arriva a 84 anni però ha ancora la gioia di lodare il Signore e ha la voglia di «parlare del Bambino a quanti aspettavano la redenzione di Gerusalemme» (cfr. Lc 2,36-38). Potere parlare del Signore e dire alla realtà dell’uomo che ha bisogno di libertà e di riconciliazione e di pace, che questi doni sono a nostra disposizione, Dio li ha offerti in Gesù Cristo; potere dire questo è una grazia grande. 
  30/12/2003 Il cuore di Gesù ; 6  Quarta Meditazione  “Decisione dell’amore” che sta nel prendere posizione a favore della vita degli altri. S’intende anche della nostra vita, c’è anche l’amore di se stessi che è fondamentale, se non diventa egocentrismo o narcisismo che sono forme deformate dell’amore di sé. 
  29/12/2003 Il cuore di Gesù ; 5  Celebrazione Eucaristica  Il che vuole dire che non abbiamo scuse, non possiamo dire: “Non so, non capisco, non vedo, non riesco a trovare, non posso decidere…”. Secondo san Giovanni nella nostra vita c’è abbastanza luce da potere orientarci, da potere compiere delle scelte precise che danno alla nostra vita la direzione giusta; ma quale? come? 
  29/12/2003 Il cuore di Gesù ; 4  Terza Meditazione  Leggiamo il brano di Vangelo dell’Annunciazione e della Visitazione. Lo conosciamo benissimo e allora può diventare anche una memoria abbastanza profonda dentro la nostra vita, perché credo sia un racconto preziosissimo e fecondo. 
  28/12/2003 Il cuore di Gesù ; 2  Seconda meditazione  Dobbiamo tentare di “affilare la scure”, per riuscire a vivere nel modo più efficace e più pieno e più bello possibile. Tentiamo di farlo nel dialogo con il Signore, riscoprendo quello che siamo, che possiamo fare e siamo chiamati a fare. 
  25/12/2003   S. Messa del giorno  Oggi celebriamo il Natale del Signore. Il Figlio di Dio ha assunto la natura umana perché la natura umana ricevesse una dignità incancellabile e una vocazione grande della somiglianza con Dio nella comunione con il Signore Gesù. 
  25/12/2003   Natale, il regalo di Dio  Non siamo così stupidi da pensare che la nascita di Gesù si ripeta ogni anno in modo magico il 25 di dicembre, non un giorno prima e non un giorno dopo; e quello che celebriamo non ha niente a che fare con la venuta di santa Lucia o il passaggio di babbo Natale o della Befana. 
  25/12/2003   S. Messa della Notte di Natale  Non sono un angelo, e voi non siete pastori, eppure vorrei ripetere a voi in questa notte le parole del Vangelo: «Non temete, ecco vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: [11]oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore, che è il Cristo Signore. [12]Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, che giace in una mangiatoia» (Lc 2,10-12). 
  24/12/2003   Ma è davvero Natale? Sì se lo viviamo da “salvati”  Che sia davvero Natale? Il calendario direbbe di sì: venticinque dicembre; non ci sono dubbi. Spiego allora il perché della domanda. 
  13/12/2003   Rallegratevi nel Signore  E non c’è dubbio che il modo migliore per prepararci a questo avvenimento è proprio quello di accogliere nel nostro cuore il Verbo, la Parola. 
  12/12/2003 L’Etica e la fede. “Diventa ciò che sei”: vita teologale ed esperienza etica  L’Etica e la fede  L’esposizione del problema nel cammino che tento di fare la prendo innanzi tutto da questo libro di Wolfhort Pannenberg dal titolo “Fondamenti dell’Etica – Prospettive teologiche-filosofiche” 
  12/12/2003 L’Etica e la fede. “Diventa ciò che sei”: vita teologale ed esperienza etica  L’Etica e la fede  L’esposizione del problema nel cammino che tento di fare la prendo innanzi tutto da questo libro di Wolfhort Pannenberg dal titolo “Fondamenti dell’Etica – Prospettive teologiche-filosofiche” 
  12/12/2003 L’Etica e la fede. “Diventa ciò che sei”: vita teologale ed esperienza etica  L’Etica e la fede  L’esposizione del problema nel cammino che tento di fare la prendo innanzi tutto da questo libro di Wolfhort Pannenberg dal titolo “Fondamenti dell’Etica – Prospettive teologiche-filosofiche” 
  12/12/2003 L’Etica e la fede. “Diventa ciò che sei”: vita teologale ed esperienza etica  L’Etica e la fede  L’esposizione del problema nel cammino che tento di fare la prendo innanzi tutto da questo libro di Wolfhort Pannenberg dal titolo “Fondamenti dell’Etica – Prospettive teologiche-filosofiche” 
  09/12/2003 Messa di Natale dello Sportivo  Messa di Natale dello Sportivo  Siccome ci portiamo dentro i nostri limiti, la prima cosa che facciamo presentandoci al Signore è chiedergli che ci perdoni, che ci dia un cuore libero, capace di ripartire con entusiasmo e con gioia. 
  08/12/2003 Ordinazione Diaconale, Omelie.Immacolata Concezione,Omelie.Ordinazione Diaconale, Omelie, Omelie.Immacolata Concezione,Omelie.Ordinazione Diaconale, Omelie  Immacolata Concezione e Ordinazione Diaconi: Barocelli Gian Luca e Bikwe Boniface Leopold  Luciano Monari, Immacolata Concezione e Ordinazione Diaconi: Barocelli Gian Luca e Bikwe Boniface Leopold (200312081) Data Copyright: 08 dicembre 2003 Data pubblicazione: 08 dicembre 2003 Id: Monari:200312081 Mentre lodiamo e benediciamo il Signore per quel capolavoro di grazia che è Maria SS, ci disponiamo ad accogliere ancora una volta in questa Eucaristia il dono della sua Parola e del suo Spirito; lo accogliamo con gioia e riconoscenza particolare per il dono di due nuovi diaconi alla Santa Chiesa. 
  08/12/2003 , Omelie.Maria (santa).Immacolata,  Solennità Immacolata Concezione  Luciano Monari, Solennità Immacolata Concezione (20031208) Data Copyright: 08 dicembre 2003 Data pubblicazione: 08 dicembre 2003 Id: Monari:20031208 Fa impressione l’immagine dell’uomo che ci è trasmessa nella prima lettura, quando il Signore lo chiama e gli domanda: «Dove sei?» – la risposta dell’uomo è: «Ho udito il tuo passo nel giardino: ho avuto paura, perché sono nudo, e mi sono nascosto» (Gen 3, 9.10). Vuole dire: l’uomo non riesce a stare davanti a Dio (cfr. Is 45, 23; Rm 14, 11), ha «paura». 
  05/12/2003 Articolo apparso su “Famiglie Parrocchiali”  La Famiglia soggetto della pastorale  Il Sacramento del matrimonio costituisce il centro dell’azione formativa di questo anno pastorale. Dico alcune cose che mi sembrano particolarmente importanti. 
  03/12/2003 , Antonio Lanfranchi, Nomine nel Clero  Il Vicario generale mons. Lanfranchi: nominato Vescovo di Cesena-Sarsina  Luciano Monari, Il Vicario generale mons. Lanfranchi: nominato Vescovo di Cesena-Sarsina (20031203) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 03/12/2003 Id: Monari:20031203 Dico innanzitutto la gioia per questa nomina, è una gioia personale e per tutta la Chiesa piacentina; è una Chiesa che ha già offerto alla cattolicità molti dei suoi figli, come Vescovi e Cardinali e con persone a fare servizio nella Chiesa Cattolica. 
  30/11/2003   Essere sposi nel Signore: Una scelta da onorare e amare  Provo offrire qualche riflessione su alcuni testi della Scrittura, che spero ci possono aiutare a comprendere la dignità del matrimonio dentro al disegno di Dio. 
  22/11/2003   Uomo e donna, uniti da una missione  Allora gli si avvicinarono alcuni farisei per metterlo alla prova e gli chiesero: «È lecito ad un uomo ripudiare la propria moglie…». Di questo brano non mi interessa tanto la questione dell’indissolubilità del matrimonio, quanto piuttosto una specie di storia teologica del matrimonio e della famiglia che Gesù presenta ai suoi ascoltatori. 
  22/11/2003 , Scuola della Parola  Tu lo dici. Io sono Re  Luciano Monari, Tu lo dici. Io sono Re (Monari 200311221) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 22 novembre 2003 Id: Monari:200311221 Benvenuti alla Scuola della Parola nella festa di Cristo Re. Chiediamo al Signore che ci aiuti a riconoscere con la profondità del cuore la bellezza della sua regalità, e che sappiamo accettare la sua Parola, il dono della sua Vita, la sua presenza come Signore risorto e glorificato dentro la nostra esistenza, come guida e sostegno e come promessa e speranza. 
  21/11/2003   Assemblea generale del Vescovi italiani   
  20/11/2003   Oggi devo fermarmi a casa tua  Questa parola, che annuncia a Zaccheo di essere figlio di Dio, figlio amato e cercato, figlio stimato e voluto, non può essere pronunciata nell’anonimato della piazza; occorre una casa, un luogo intimo, carico di affetti, in cui questa parola affettuosa trovi un contesto adatto per essere compresa in tutto il suo valore. 
  15/11/2003 , Consiglio Pastorale Diocesano.2003  Considerazioni conclusive  Luciano Monari, Considerazioni conclusive (Monari 200311151) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 15 novembre 2003 Id: Monari:200311151 Certamente non faccio conclusioni ma, in fondo, aperture, perché quanto devo dire riguarda il cammino di riflessione sulla Pastorale Giovanile. 
  15/11/2003   Consiglio Pastorale Diocesano  Il vero problema, dice Gesù, non è se Dio è fedele agli uomini, ma se gli uomini sono fedeli a Dio; non è se Dio ascolta gli uomini, ma se gli uomini sono disponibili a Dio. 
  14/11/2003 La grazia nel Vangelo di Luca ; 13  Nona Meditazione  Vediamo brevemente il cammino che abbiamo percorso in questi giorni di esercizi spirituali. Ci interessava la dimensione del dono, della gratuità, della generosità, nella esistenza cristiana; ci interessava perché lo riconosciamo facilmente come un tema centrale 
  14/11/2003 La grazia nel Vangelo di Luca ; 12  Celebrazione Eucaristica  Ci sarà un giorno in cui il Figlio dell’uomo si rivelerà e sarà davanti a questa rivelazione che verrà svelato il mistero di ogni cuore, il senso della nostra vita e il senso della storia umana. Siccome questo Figlio dell’uomo che si rivelerà si è già manifestato nella nostra vita, vale la pena che l’attenzione a Lui incominci a plasmare i nostri pensieri, sentimenti e decisioni. 
  13/11/2003 La grazia nel Vangelo di Luca ; 10  Celebrazione Eucaristica  «Quando verrà il regno di Dio?», chiedono a Gesù i farisei, e ci si aspetta una risposta del tipo: “il regno di Dio verrà quando succederanno queste tre o quattro o cinque cose…” ci sono quindi dei segni che dovrebbero annunciare la realizzazione di questa speranza di Israele. 
  13/11/2003 La grazia nel Vangelo di Luca ; 9  Settima Meditazione  Concludiamo la riflessione che abbiamo fatto nella sesta meditazione sulla centralità dell’amore, sulla realtà della grazia di Dio che si trasforma nell’attività dell’uomo in atteggiamento di accoglienza, di perdono, di gratuità e di amore verso i fratelli, anzi verso i nemici. 
  13/11/2003 La grazia nel Vangelo di Luca ; 11  Ottava Meditazione  Il testo dice chiaramente che Gesù rifiuta di farsi usare come autorità che compone litigi a proposito di eredità di denaro, di cose della vita terrena. Evidentemente il compito della sua missione si colloca in un’altra prospettiva… 
  12/11/2003 La grazia nel Vangelo di Luca ; 8  Sesta Meditazione  Abbiamo ricordato nella seconda meditazione che la “dinamica del dono” vuole per natura sua essere una dinamica che si prolunga e si dilata. Il Dono vuole suscitare una risposta di generosità e di riconoscenza che a volte viene rivolta al donatore e a volte viene rivolta ad altri destinatari. In tutti i modi il Dono vorrebbe essere un motore di relazioni, di rapporti rinnovati. 
  12/11/2003 La grazia nel Vangelo di Luca ; 7  Quinta Meditazione  Come è stato detto, ho pensato di non fare una Celebrazione comunitaria della Penitenza, che in tutti i modi sarebbe stata una Celebrazione della Parola, perché il tempo delle confessioni lo lasciamo disteso e lungo senza problemi. 
  12/11/2003 La grazia nel Vangelo di Luca ; 6  Celebrazione Eucaristica  I lebbrosi sono dieci, dieci i guariti, uno solo è definito “salvato”. Vale la pena comprendere questa differenza: essere guariti è una esperienza, essere salvati è un’altra cosa. Dov’è il passaggio? Prima di tutto si intende nel fatto che questo decimo samaritano ritorna a ringraziare Gesù. 
  11/11/2003 La grazia nel Vangelo di Luca ; 4  Celebrazione Eucaristica  Di fronte a Dio non è possibile accampare nessuna pretesa: siamo semplicemente dei servi inutili, o ordinari, o dei poveri servi, come volete, in tutti i modi delle persone che per la loro realtà profonda stanno davanti a Dio nell’atteggiamento di chi deve obbedire e quando ha obbedito ha semplicemente fatto il suo dovere. 
  11/11/2003 La grazia nel Vangelo di Luca ; 5  Quarta Meditazione  Giovanni Battista invece ha sempre predicato una venuta del Messia dove questi due elementi erano strettamente collegati tra di loro; sarebbe venuto esattamente per «bruciare nel fuoco la pula», “per abbattere l’albero”. 
  11/11/2003 La grazia nel Vangelo di Luca ; 3  Terza Meditazione  In questo episodio san Luca chiaramente prefigura tutto il corso e anche l’esisto del ministero di Gesù, in piccolo, in formato limitato, ma c’è tutto quello che Gesù annuncerà; e c’è anche la reazione di Israele alla sua predicazione. 
  10/11/2003 La grazia nel Vangelo di Luca ; 1  Prima Meditazione  Provo a spiegare quanto vorrei tentare di proporre nelle nostre meditazioni. Il tema era quello della grazia, legato al Vangelo secondo Luca, ma lo vorrei collocare su questo contesto. 
  10/11/2003 La grazia nel Vangelo di Luca ; 2  Seconda Meditazione  Il discorso che abbiamo iniziato con la prima meditazione voleva cercare di contemplare nell’esperienza di Maria la dinamica del dono di Dio, della grazia di Dio nella sua forma più pura e quindi anche più comprensibile e affascinante. 
  09/11/2003   Giornata del Ringraziamento  Con questa Eucaristia ringraziamo il Signore per i doni della terra che vengono da Lui. È anche un ringraziamento a tutti voi per il vostro lavoro, per l’impegno che spendete, che va a favore di tutta la comunità, di tutti noi; e quindi vi ringraziamo con tutto il cuore. 
  07/11/2003   La famiglia e l’educazione dei figli  Intendo “educazione” come tutto quel complesso di attività, di insegnamenti, di esempi, di esperienze o di direttive con cui una generazione cerca di trasmettere alla generazione successiva le dimensioni fondamentali della sua vita; quindi i valori, le traduzioni, una serie grande di conoscenze, un modo di vivere i rapporti. 
  07/11/2003   La famiglia e l’educazione dei figli  Intendo “educazione” come tutto quel complesso di attività, di insegnamenti, di esempi, di esperienze o di direttive con cui una generazione cerca di trasmettere alla generazione successiva le dimensioni fondamentali della sua vita; quindi i valori, le traduzioni, una serie grande di conoscenze, un modo di vivere i rapporti. 
  07/11/2003 , Immigrati, Settimane Migratorie  Immigrati, giustizia sociale, impegno pastorale  Luciano Monari, Immigrati, giustizia sociale, impegno pastorale (Monari 200311071) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 07 novembre 2003 Id: Monari:200311071 Porto il saluto e l’interesse di tutta la Chiesa diocesana per il tema dell’immigrazione con tutti i problemi correlati. Siccome non ho competenze specifiche, lascio a quelli che invece ci possono insegnare qualche cosa di preciso tutto quello che riguarda gli aspetti giuridici, economici, culturali, sociali e pastorali dell’immigrazione. 
  07/11/2003   La famiglia e l’educazione dei figli  Intendo “educazione” come tutto quel complesso di attività, di insegnamenti, di esempi, di esperienze o di direttive con cui una generazione cerca di trasmettere alla generazione successiva le dimensioni fondamentali della sua vita; quindi i valori, le traduzioni, una serie grande di conoscenze, un modo di vivere i rapporti. 
  07/11/2003   La famiglia e l’educazione dei figli  Intendo “educazione” come tutto quel complesso di attività, di insegnamenti, di esempi, di esperienze o di direttive con cui una generazione cerca di trasmettere alla generazione successiva le dimensioni fondamentali della sua vita; quindi i valori, le traduzioni, una serie grande di conoscenze, un modo di vivere i rapporti. 
  02/11/2003 Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca , 6, Esercizi spirituali, Madonna della Piazza, Esercizi spirituali.2003  Festa della Madonna della Piazza  Luciano Monari, Festa della Madonna della Piazza (Monari 2003110201) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 02 novembre 2003 Serie: Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca 6 Id: Monari:2003110201 La prima attenzione è non lasciarsi impressionare dalle prime parole del Vangelo, dove si parla delle potenze che sono nei cieli e che verranno sconvolte, del sole che si oscura e della luna che non dà più il suo splendore, non lasciarsi impressionare perché queste sono una facciata del foglio e neanche la più importante. 
  02/11/2003 Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca ; 9  Quarta Meditazione  Il senso di queste parole si lega con quello che ricordavamo stamattina. Abbiamo parlato dell’eccesso dell’amore di Dio quindi della dimensione dell’amore umano che deve rispondere a Dio con un eccesso corrispondente e le esigenze che Gesù pone davanti alle folle e ai discepoli vanno, evidentemente, in questa direzione. 
  02/11/2003 Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca ; 7  Celebrazione Eucaristica  Giobbe sta lottando con la prospettiva della morte che sta davanti a lui, e lo fa perché ha l’impressione che la vita non sia stata onesta. Lui, Giobbe, si è comportato con integrità, con giustizia, ha fatto solo del bene, dunque si meritava che la vita lo benedicesse, che lo custodisse, che gli desse consolazione e gioia. 
  02/11/2003 Commemorazione di tutti i fedeli defunti  Concelebrazione Eucaristica  Nell’Eucaristia facciamo memoria dei nostri defunti. Vogliamo esprimere in questo modo la riconoscenza verso di loro per tutto quello che ci hanno donato di vita, di amore, di consolazione e di sostegno. 
  01/11/2003 Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca ; 3  Celebrazione Eucaristica  “Le Beatitudini” è chiaramente uno dei grandi brani del Vangelo, nei quali si esprime con chiarezza la logica del Regno di Dio e quindi il significato del ministero di Gesù. 
  01/11/2003 Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca ; 4  Seconda meditazione  È, secondo Luca, la scena iniziale del ministero di Gesù. Una scena che Luca colloca a Nazaret, nella sinagoga, nella quale descrive l’annuncio di Gesù e la reazione a questo annuncio da parte degli abitanti di Nazaret. 
  01/11/2003 Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca ; 8  Terza meditazione  Partiamo da questa domanda che Giovanni Battista fa porre a Gesù da due dei suoi discepoli: «Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?». Sei il compimento delle promesse di salvezza o sei ancora un profeta che indica il futuro, che rivolge ancora l’attenzione degli ascoltatori verso l’opera che Dio compirà in seguito? 
  31/10/2003 Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca , 1, Esercizi spirituali,Omelie, Esercizi spirituali.2003  L’essenziale della vita dell’uomo  Luciano Monari, L’essenziale della vita dell’uomo (Monari 2003103101). Omelia Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 31 ottobre 2003 Serie: Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca 1 Id: Monari:2003103101 Gesù ha davanti a sé, dice il Vangelo di Luca, un idropico, un bisognoso e deve prendere posizione in modo attivo, cercando di fare quello che è possibile in questa situazione perché l’uomo che ha davanti viva: «È lecito o no curare di sabato? [4]Ma essi tacquero. Egli lo prese per mano, lo guarì e lo congedò». 
  31/10/2003 Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca , 1, Esercizi spirituali,Omelie, Esercizi spirituali.2003  L’essenziale della vita dell’uomo  Luciano Monari, L’essenziale della vita dell’uomo (Monari 2003103101). Omelia Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 31 ottobre 2003 Serie: Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca 1 Id: Monari:2003103101 Gesù ha davanti a sé, dice il Vangelo di Luca, un idropico, un bisognoso e deve prendere posizione in modo attivo, cercando di fare quello che è possibile in questa situazione perché l’uomo che ha davanti viva: «È lecito o no curare di sabato? [4]Ma essi tacquero. Egli lo prese per mano, lo guarì e lo congedò». 
  31/10/2003 Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca ; 1  Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca   
  31/10/2003 Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca ; 2  Prima meditazione  Benvenuti, ci ritroviamo all’appuntamento annuale, ci diamo l’arrivederci da un anno all’altro e con gioia ci mettiamo davanti al Signore con il desiderio di rivedere la nostra vita davanti a Lui che appunto è la via, la verità e la vita, quindi è capace di farci comprendere meglio il cammino che stiamo percorrendo, di orientarlo, quindi darci una meta e di sostenerci anche in tutto il cammino. 
  31/10/2003 Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca , 1, Esercizi spirituali,Omelie, Esercizi spirituali.2003  L’essenziale della vita dell’uomo  Luciano Monari, L’essenziale della vita dell’uomo (Monari 2003103101). Omelia Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 31 ottobre 2003 Serie: Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca 1 Id: Monari:2003103101 Gesù ha davanti a sé, dice il Vangelo di Luca, un idropico, un bisognoso e deve prendere posizione in modo attivo, cercando di fare quello che è possibile in questa situazione perché l’uomo che ha davanti viva: «È lecito o no curare di sabato? [4]Ma essi tacquero. Egli lo prese per mano, lo guarì e lo congedò». 
  31/10/2003 Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca , 1, Esercizi spirituali,Omelie, Esercizi spirituali.2003  L’essenziale della vita dell’uomo  Luciano Monari, L’essenziale della vita dell’uomo (Monari 2003103101). Omelia Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 31 ottobre 2003 Serie: Grazia e salvezza nel Vangelo secondo Luca 1 Id: Monari:2003103101 Gesù ha davanti a sé, dice il Vangelo di Luca, un idropico, un bisognoso e deve prendere posizione in modo attivo, cercando di fare quello che è possibile in questa situazione perché l’uomo che ha davanti viva: «È lecito o no curare di sabato? [4]Ma essi tacquero. Egli lo prese per mano, lo guarì e lo congedò». 
  29/10/2003   Corso di Formazione per sacerdoti  A questa riflessione pastorale tentiamo poco per volta e pian piano di aggiungere dei tasselli. Quest’anno abbiamo il tema della famiglia – con tutto quello che ci gira intorno, quindi il tema del matrimonio, della preparazione dei fidanzati… e tutte le altre questioni –, che è uno dei tasselli fondamentali per il nostro cammino di programmazione. 
  25/10/2003   Rabbunì, che io riabbia la vista!  Riprendiamo il cammino della Scuola della Parola con i criteri che abbiamo già seguito l’anno scorso. La Scuola della Parola la facciamo sul Vangelo della Domenica successiva, e il motivo è che in questo modo ci prepariamo alla Celebrazione Eucaristica nel mondo migliore, assimilando quanto più è possibile quella Parola che nella Messa sarà proclamata e poi spiegata. 
  23/10/2003 Educare insieme, il ruolo della scuola nella comunità educante  Le istanze educative nel progetto di Bernard Lonergan  Non sono uno studioso di Lonergan, parlo volentieri di lui per l’interesse e la simpatia che nutro per questo pensatore canadese, che mi sembra sia straordinario, anche per la riconoscenza che mi porto nel cuore; sono stato suo alunno a Roma negli anni 1962-64 e gli sono rimasto immensamente grato. 
  16/10/2003   Ha scommesso sempre sull’uomo  Il Papa è malato. Ma quanto? La televisione ci manda le immagini del pellegrinaggio a Pompei, dell’Angelus, e i giornalisti scrivono: vuole tornare in Polonia? Farà altri viaggi? 
  16/10/2003   Ha scommesso sempre sull’uomo  Il Papa è malato. Ma quanto? La televisione ci manda le immagini del pellegrinaggio a Pompei, dell’Angelus, e i giornalisti scrivono: vuole tornare in Polonia? Farà altri viaggi? 
  16/10/2003   Ha scommesso sempre sull’uomo  Il Papa è malato. Ma quanto? La televisione ci manda le immagini del pellegrinaggio a Pompei, dell’Angelus, e i giornalisti scrivono: vuole tornare in Polonia? Farà altri viaggi? 
  16/10/2003   Ha scommesso sempre sull’uomo  Il Papa è malato. Ma quanto? La televisione ci manda le immagini del pellegrinaggio a Pompei, dell’Angelus, e i giornalisti scrivono: vuole tornare in Polonia? Farà altri viaggi? 
  14/10/2003   Può avere lo sport un valore educativo?  Cercate di prendere le mie riflessioni dal punto di vista di uno che in un certo senso vede dal di fuori, e che cerca di mettersi nei panni della persona che fa sport; quindi non per insegnare come si fa a fare bene lo sport, per il quale non sono competente, ma per aiutare a crescere come persona, perché questo è quello che a me innanzi tutto interessa. 
  11/10/2003 , Caritas, Conferenze  Considerazioni conclusive  Luciano Monari, Considerazioni conclusive (Monari 200310111) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 11 ottobre 2003 Id: Monari:200310111 Mi sembra che, da tutte quelle tipologie di parrocchie che mons. Vittorio Nozza ci ha presentato, appaia una medesima necessità, perché in fondo il deficit è lo stesso: la situazione di attività di servizio caritativo ma con mancanza di relazione con le altre cose. 
  11/10/2003 Convegno di chiusura delle celebrazioni del Trentennale  Oltre i trent’anni, le sfide, i progetti, la speranza  Paolo ha scritto questa “pagina” della sua Lettera per rispondere a un problema dei cristiani di Corinto, che s’interrogano su quali siano i carismi più importanti per la edificazione della comunità. 
  11/10/2003 Convegno di chiusura delle celebrazioni del Trentennale  Oltre i trent’anni, le sfide, i progetti, la speranza  Paolo ha scritto questa “pagina” della sua Lettera per rispondere a un problema dei cristiani di Corinto, che s’interrogano su quali siano i carismi più importanti per la edificazione della comunità. 
  11/10/2003 Convegno di chiusura delle celebrazioni del Trentennale  Oltre i trent’anni, le sfide, i progetti, la speranza  Paolo ha scritto questa “pagina” della sua Lettera per rispondere a un problema dei cristiani di Corinto, che s’interrogano su quali siano i carismi più importanti per la edificazione della comunità. 
  11/10/2003 Convegno di chiusura delle celebrazioni del Trentennale  Oltre i trent’anni, le sfide, i progetti, la speranza  Paolo ha scritto questa “pagina” della sua Lettera per rispondere a un problema dei cristiani di Corinto, che s’interrogano su quali siano i carismi più importanti per la edificazione della comunità. 
  08/10/2003   Spiritualità dell’insegnante di scuola cattolica  Dovrei tentare di fare una riflessione sulla spiritualità dell’insegnante. Sulla prima parte me la cavo, ma sulla seconda gli esperti siete voi. Allora le cose che provo a dire cercate di verificarle voi, dentro la vostra esperienza, per vedere come si incarnano, si sperimentano, e come possono maturare e crescere. 
  08/10/2003   Spiritualità dell’insegnante di scuola cattolica  Dovrei tentare di fare una riflessione sulla spiritualità dell’insegnante. Sulla prima parte me la cavo, ma sulla seconda gli esperti siete voi. Allora le cose che provo a dire cercate di verificarle voi, dentro la vostra esperienza, per vedere come si incarnano, si sperimentano, e come possono maturare e crescere. 
  08/10/2003   Spiritualità dell’insegnante di scuola cattolica  Dovrei tentare di fare una riflessione sulla spiritualità dell’insegnante. Sulla prima parte me la cavo, ma sulla seconda gli esperti siete voi. Allora le cose che provo a dire cercate di verificarle voi, dentro la vostra esperienza, per vedere come si incarnano, si sperimentano, e come possono maturare e crescere. 
  08/10/2003   Spiritualità dell’insegnante di scuola cattolica  Dovrei tentare di fare una riflessione sulla spiritualità dell’insegnante. Sulla prima parte me la cavo, ma sulla seconda gli esperti siete voi. Allora le cose che provo a dire cercate di verificarle voi, dentro la vostra esperienza, per vedere come si incarnano, si sperimentano, e come possono maturare e crescere. 
  07/10/2003 L’identità del sacerdote  L’identità del sacerdote, e il suo ruolo nella comunità cristiana  Provo dire alcune cose sul tema del prete, ma non sono sistematiche; sono elementi a cui tengo molto e li voglio condividere con voi e con don Fernando; e li prendo a partire da un testo di Matteo… 
  07/10/2003 L’identità del sacerdote  L’identità del sacerdote, e il suo ruolo nella comunità cristiana  Provo dire alcune cose sul tema del prete, ma non sono sistematiche; sono elementi a cui tengo molto e li voglio condividere con voi e con don Fernando; e li prendo a partire da un testo di Matteo… 
  07/10/2003 L’identità del sacerdote  L’identità del sacerdote, e il suo ruolo nella comunità cristiana  Provo dire alcune cose sul tema del prete, ma non sono sistematiche; sono elementi a cui tengo molto e li voglio condividere con voi e con don Fernando; e li prendo a partire da un testo di Matteo… 
  05/10/2003   Shalom: La pace dalla Bibbia  Il primo elemento è evidente, ricordate che Shalom è il saluto normale che gli Ebrei si danno quando s’incontrano, quindi una parola che esprime un augurio. Ma qualcuno potrebbe anche dire che è un pio desiderio: «Ti incontro, e vorrei che tu potessi avere la pace». 
  04/10/2003   Concelebrazione Eucaristica  La figura di san Francesco ha sempre suscitato e continua a suscitare attorno a sé rispetto, fascino e ammirazione; è probabilmente il più conosciuto dei santi e certamente il più amato. 
  02/10/2003   La Chiesa in Europa  Grazie al parroco mons. Giuseppe Boiardi che in questi incontri ci dà l’occasione di fermarci a riflettere e ad approfondire almeno alcuni temi, come nel nostro caso la Lettera del Papa “Ecclesia in Europa”. 
  28/09/2003 Celebrazione della Riconciliazione  Celebrazione della Riconciliazione  Voi partite pensando alla vita come una storia da vivere o un romanzo da scrivere. La vita incomincia come un patrimonio che noi riceviamo – dai nostri genitori, dagli antenati, dal luogo in cui siamo vissuti e nati –, e partendo con quel materiale noi cerchiamo di crescere. 
  28/09/2003 Nomina di Don Paolo Camminati, Assistente AC, Azione Cattolica, Parrocchie  Nomina nel clero  Luciano Monari, Nomina nel clero (200309281) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 28 settembre 2003 Id: Monari:200309281 Ho chiesto a don Paolo Camminati di fare l’Assistente diocesano dell’Azione Cattolica e l’Incaricato diocesano per tutta la Pastorale Giovanile in Diocesi. 
  25/09/2003   Il prete e il Programma Pastorale  Avevo già detto in Consiglio Presbiterale che la diminuzione del numero di preti ci costringe a rivedere e a rendere essenziale il nostro servizio, a rinunciare ad alcune attività per non essere schiacciati dal peso troppo grave dei servizi. 
  21/09/2003   Happening dei giovani  L’Eucaristia che celebriamo è il fondamento della nostra speranza. Se la morte e la vita e il presente e il futuro non ci fanno paura, il motivo è che in Gesù Cristo l’amore di Dio si è rivelato con un amore vittorioso sul nostro peccato e sulle nostre miserie, e vittorioso anche della morte. 
  20/09/2003 In ascolto di Zaccheo  In ascolto di Zaccheo  Parto con la riflessione delle parole di Zaccheo che concludono quasi il racconto, quando dice: «Ecco, Signore, io do la metà dei miei beni ai poveri; e se ho frodato qualcuno, restituisco quattro volte tanto» (Lc 19,8). Vuole dire: Zaccheo ha raggiunto uno stadio di vita di un’esistenza umana matura. 
  19/09/2003   Celebrazione del Mandato  Accompagno anch’io le parole di augurio di Chiara Sacchi: lo Statuto nuovo sia davvero l’ingresso di quel fondamentale “cammino di conversione continua”. La vita dell’uomo è sempre un cammino di rinnovamento, e la vita del cristiano è un cammino di rinnovamento nella forza dello Spirito Santo. 
  14/09/2003   Santa Messa di Santa Giustina  Benvenuti a questa Celebrazione della solennità di Santa Giustina, patrona della nostra Diocesi, perché la Cattedrale è dedicata a Maria Assunta ma anche a Santa Giustina. La ricordiamo come martire, quindi come testimone della fede capace di donare la sua vita per la fedeltà al Signore. 
  12/09/2003 Merditazione la Madonna  Pellegrinaggio da Agazzano al Santuario Madonna del Pilastrello  Il cammino che abbiamo cercato di fare in questo Pellegrinaggio risponde a quel desiderio: «Vogliamo vedere Gesù» (Gv 12,21). Abbiamo consegnato questo desiderio-speranza all’amore e alla misericordia di Maria SS; è la Madre (cfr. Gv 19,26-27), conosce bene il suo Figlio, ce lo può indicare, ci può aiutare a incontrarlo con tutta la nostra vita e la fede. 
  10/09/2003   La scuola vi apra all’ascolto degli altri  Cari ragazzi e giovani della Diocesi, in questi giorni si stanno riaprendo le porte delle vostre scuole. Per qualcuno è la prima volta, per altri si tratta di cambiare tipo di scuola, per tutti è l’inizio di un anno di vita, di impegno e, lo spero vivamente, di gioia. 
  10/09/2003   La scuola vi apra all’ascolto degli altri  Cari ragazzi e giovani della Diocesi, in questi giorni si stanno riaprendo le porte delle vostre scuole. Per qualcuno è la prima volta, per altri si tratta di cambiare tipo di scuola, per tutti è l’inizio di un anno di vita, di impegno e, lo spero vivamente, di gioia. 
  10/09/2003   La scuola vi apra all’ascolto degli altri  Cari ragazzi e giovani della Diocesi, in questi giorni si stanno riaprendo le porte delle vostre scuole. Per qualcuno è la prima volta, per altri si tratta di cambiare tipo di scuola, per tutti è l’inizio di un anno di vita, di impegno e, lo spero vivamente, di gioia. 
  10/09/2003   La scuola vi apra all’ascolto degli altri  Cari ragazzi e giovani della Diocesi, in questi giorni si stanno riaprendo le porte delle vostre scuole. Per qualcuno è la prima volta, per altri si tratta di cambiare tipo di scuola, per tutti è l’inizio di un anno di vita, di impegno e, lo spero vivamente, di gioia. 
  07/09/2003   Considerazioni conclusive  Questo fa sì che il Programma Pastorale non sia semplicemente uno scritto, ma sia in realtà una serie di relazioni, di rapporti, di comunicazioni, di conoscenze, di impegni insieme. 
  06/09/2003   Celebrazone Eucaristica  Per grazia e per il dono dello Spirito Santo siamo membri della famiglia di Dio, siamo convocati qui proprio come la Sua famiglia per accogliere il dono della comunione con lui, quel dono dello Spirito che fa anche di noi «un cuore solo e un’anima sola», che ci pone davanti a Dio e tra di noi in quel rapporto di fraternità che ci fa accogliere gli uni e gli altri con la disponibilità piena del cuore. 
  05/09/2003   Ufficio divino  A questa domanda inquietante cerca di rispondere il brano di Vangelo che segue, innanzitutto narrando la parabola del “fariseo e del pubblicano” (cfr. Lc 18,9-14), e mostrando come davanti a Dio la condizione di partenza dell’uomo viene capovolta. 
  25/08/2003 Il Vangelo di Luca ; 1  Prima Meditazione  La riflessione che ci guiderà in questi giorni è legata innanzitutto al Vangelo secondo Luca, e il motivo è il Vangelo che ci prepariamo ad ascoltare per tutto il prossimo anno pastorale. In particolare all’interno del Vangelo secondo Luca volevo fermarmi sulla dinamica della grazia, cioè del dono gratuito. 
  25/08/2003 Il Vangelo di Luca ; 2  Seconda Meditazione  Nella prima Meditazione avevamo iniziato la riflessione sulla figura di Maria e sulla dimensione del dono, così come appare nella sua esistenza. E questo l’avevamo riconosciuto anzitutto nell’espressione «piena di grazia», che nel racconto dell’Annunciazione sembra costituire lo stesso nome personale di Maria; come conseguenza ne veniva l’idea che Maria è la creatura umana plasmata e formata dallo sguardo di benevolenza di Dio. 
  15/08/2003   Assunzione della Beata Vergine Maria  Celebriamo la solennità dell’Assunzione di Maria Vergine; è il compimento della realizzazione della Pasqua del Signore che produce frutto nella vita dell’umanità, conducendo noi uomini dalla nostra debolezza fino alla gloria di Dio. 
  18/07/2003 Ebrei  Quelle tragedie che hanno umiliato l’Europa  Da un po’ di tempo sta diventando sempre più condivisa la convinzione che alla radice della cultura occidentale, accanto all’eredità della civiltà greco-latina, sta anche la grande eredità dell’ebraismo. 
  18/07/2003 Ebrei  Quelle tragedie che hanno umiliato l’Europa  Da un po’ di tempo sta diventando sempre più condivisa la convinzione che alla radice della cultura occidentale, accanto all’eredità della civiltà greco-latina, sta anche la grande eredità dell’ebraismo. 
  18/07/2003 Ebrei  Quelle tragedie che hanno umiliato l’Europa  Da un po’ di tempo sta diventando sempre più condivisa la convinzione che alla radice della cultura occidentale, accanto all’eredità della civiltà greco-latina, sta anche la grande eredità dell’ebraismo. 
  18/07/2003 Ebrei  Quelle tragedie che hanno umiliato l’Europa  Da un po’ di tempo sta diventando sempre più condivisa la convinzione che alla radice della cultura occidentale, accanto all’eredità della civiltà greco-latina, sta anche la grande eredità dell’ebraismo. 
  04/07/2003 Arte, Organo Giani, Arte  Il nuovo organo Giani  Luciano Monari, Il nuovo organo Giani (Monari 200307041) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 04 luglio 2003 Id: Monari:200307041 Con la conclusione dell’opera di restauro delle canne ottocentesche dell’organo Lingiardi ed il loro inserimento nel nuovo organo, si può affermare che è stato riportato al suo splendore originario uno degli strumenti più preziosi e significativi presenti nelle nostre chiese di Piacenza. 
  04/07/2003 S. Antonino  Solennità di S. Antonino patrono della città  Concludiamo oggi l’Anno Antoniniano, commemorazione del XVII centenario del martirio, cioè della testimonianza resa a Cristo da Sant’Antonino, nostro patrono. Ma vorremmo che di questo anniversario restasse qualche cosa, qualcosa che serva a rendere la nostra Chiesa più capace di testimoniare oggi il Vangelo. 
  03/07/2003 Il martirio, una lezione per la Piacenza di oggi  Il martirio, una lezione per la Piacenza di oggi  Al termine dell’anno, che ricorda il XVII centenario del martirio di S. Antonino, cosa può rimanere nella vita della nostra Diocesi? Che senso può avere avuto per noi ricordare un evento di diciassette secoli fa, per di più un evento le cui coordinate storiche rimangono confuse? 
  26/06/2003   Questo Casaroli mi aiuta  Ricordare una figura come quella del Cardinale Casaroli esige una competenza dal punto di vista storico e diplomatico. Non è il mio caso e mi guardo bene, perciò, dall’entrare nel campo ampio e complesso dell’attività di questo grande uomo. A me, come vescovo della Chiesa piacentina che a Casaroli ha trasmesso la fede, spetta un altro servizio più umile: quello di ricordare Casaroli come cristiano e prete. 
  22/06/2003   Concelebrazione Eucaristica  È la solennità del “Corpo e del sangue del Signore”, cioè del Sacramento nel quale il Signore nel segno di “un pezzo di pane spezzato e di un calice di vino versato”, ci ha regalato, donato, la sua stessa vita, perché rimanga attraverso i tempi quel cibo che sostiene il cammino della Chiesa nel mondo, e perché diventi per noi quella forza che ci edifica come corpo vivo del Signore. 
  22/06/2003 Corpus Domini, Omelie.Corpus Domini, Omelie  Solennità del Corpus Domini  Luciano Monari, Solennità del Corpus Domini (200306221) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 22 giugno 2003 Id: Monari:200306221 La nostra Chiesa è raccolta ancora una volta per rendere grazie al Signore dell’Eucaristia, del dono del suo amore nel segno “del pane e del vino”, che sostiene e plasma sempre di nuovo la comunità cristiana. Mentre ringraziamo il Signore per questo dono, chiediamo che la nostra vita sia rinnovata e rigenerata dall’incontro con Lui, perché la legge dell’amore fraterno, che è inscritta nel mistero dell’Eucaristia, diventi sempre più realtà nella nostra esperienza. 
  20/06/2003   Celebrazione Eucaristica  Ci sono due immagini che Gesù usa in questo brano del Vangelo di Matteo per insegnarci l’atteggiamento giusto, quello del «cuore» e quello dell’«occhio». 
  20/06/2003 , Pellegrinaggi.Roma, Conferenze  Discorso finale  Luciano Monari, Discorso finale (200306202) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 20 giugno 2003 Id: Monari:200306202 La seconda cosa è che lo scopo di questo pellegrinaggio era quello un po’ che è stato già ricordato ma che vorrei sottolineare: il conoscere un po’ meglio la nostra Chiesa, rendersi conto di quali sono le sue radici, della storia che ha avuto, delle persone che l’hanno costruita con il loro insegnamento, con l’esempio, la vita e il loro martirio… 
  20/06/2003 , Pellegrinaggi.Roma, Pellegrinaggi  Vespri  Luciano Monari, Vespri (200306201) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 20 giugno 2003 Id: Monari:200306201 Forse ricordate quel brano famoso dei “Fioretti di San Francesco”, dove si racconta che San Francesco in tempo d’inverno andava a Santa Maria degli Angeli insieme con frate Leone, e durante il cammino San Francesco pone a frate Leone la domanda sul “Dove sia perfetta letizia”. 
  19/06/2003   Celebrazione Eucaristica  Allora, è una cosa bella che oggi ci sia capitato il vangelo di Matteo – dove Gesù insegna la preghiera del “Padre nostro” ai discepoli – durante il cammino del nostro pellegrinaggio, perché forse è proprio da qui che potremmo ricavare l’essenziale di quello che abbiamo cercato in questi giorni. 
  19/06/2003 Seconda Catechesi - Dibattito, Pellegrinaggi.Roma, Dibattito  La Lettera di Paolo ai Romani  Luciano Monari, La Lettera di Paolo ai Romani (200306191). Seconda Catechesi Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 19 giugno 2003 Id: Monari:200306191 Nel Vangelo c’è chiaramente una specie di itinerario. La missione di Gesù è fondamentalmente per Israele. È vero che Gesù ha incontrato anche dei pagani, ha predicato a dei pagani, però ha sentito il suo compito come quello del “raccogliere le pecore disperse di Israele”. 
  19/06/2003 Seconda Catechesi  La Lettera di Paolo ai Romani  La lettera ai Romani, che Paolo ha scritta a questa comunità, è la prima dell’elenco delle Lettere di Paolo; non è la prima scritta, anzi qualcuno dice che sia stata l’ultima, però nell’elenco viene messa al primo posto, un po’ perché è la più lunga, e forse anche perché è considerata la più importante. 
  18/06/2003 S. Maria in Traspontina Celebrazione Eucaristica  Celebrazione Eucaristica  La religione è chiaramente il rapporto dell’uomo con Dio, ma proprio per questo può essere vissuta con accenti diversi. 
  18/06/2003 Prima Catechesi  Il significato del pellegrinaggio a Roma  Il pellegrinaggio a Roma è più complicato, perché qui evidentemente le memorie che ci interessano sono sommerse da tutta una serie di altre cose bellissime e interessantissime; dal punto di vista artistico e storico e politico sono tutte cose che hanno evidentemente un peso immenso; tutta la tradizione dell’Impero Romano e tutta la storia di Roma sono significative. 
  18/06/2003   Dibattito  Il discorso per le Chiese ortodosse è diverso per le esperienze protestanti. Noi attribuiamo alle Chiese ortodosse il titolo di Chiesa, ma non l’attribuiamo alle comunità protestanti. L’attribuiamo alle Chiese ortodosse perché non c’è dubbio che hanno tutto quello che è necessario per essere Chiesa in senso pieno; hanno la fede che è la nostra stessa fede. 
  17/06/2003   Celebrazione Eucaristica  La nostra comunità cristiana vuole guardare a Maria proprio per scoprire la sua vocazione, per ritrovare in Maria i lineamenti della santità così come il Signore ce la chiede. Ed è bello che celebriamo questa Eucaristia qui a Santa Maria Maggiore; è una delle chiese più antiche dedicate a Maria. 
  17/06/2003 Liturgia penitenziale, Pellegrinaggi.Roma, Pellegrinaggi  Liturgia penitenziale  Luciano Monari, Liturgia penitenziale (200306171) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 17 giugno 2003 Id: Monari:200306171 Ci troviamo in questa Basilica per celebrare il sacramento della Penitenza, quindi per ricevere dal Signore il perdono e la forza di riprendere il cammino con un’energia grande. La vita è un pellegrinaggio, in cui a volte siamo stanchi e ci avviliamo, a volte sbagliamo un po’ la direzione, a volte ci rifiutiamo di procedere perché ci sembra che il cammino sia troppo pesante; quindi abbiamo bisogno di recuperare la voglia e la decisione ferma di camminare sulla via del Signore. 
  16/06/2003   Celebrazione Eucaristica  Lo ricordavamo nella Celebrazione eucaristica di ieri, se il Vangelo è arrivato a Piacenza il motivo è che gli Apostoli hanno obbedito al comando del Signore di «fare discepole tutte le nazioni» (Mt 28,19). Vogliamo che il ministero che Pietro e Paolo hanno reso al Signore con la predicazione e con il martirio rimanga come un fondamento saldo della nostra fede, aiuti anche noi a rimanere legati alla fede apostolica e a diventare testimoni con la parola ma soprattutto con la testimonianza della vita. 
  16/06/2003 , Conferenze  Il primo annuncio in parrocchia  Luciano Monari, Il primo annuncio in parrocchia (200306161) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 16 giugno 2003 Id: Monari:200306161 La riflessione che provo a fare sul primo annuncio è strettamente legata alla situazione religiosa e pastorale che stiamo vivendo; non è quindi una riflessione generale, con definizioni precise di tutti gli elementi che entrano nel problema teologico e pastorale del primo annuncio, ma è una riflessione che nasce da una situazione che stiamo vivendo di disagio, perché nella trasmissione della fede ci sentiamo non all’altezza del nostro compito. 
  15/06/2003 Pellegrinaggio diocesano a Roma  Celebrazione Eucaristica  Il Vangelo è sorto in Palestina duemila anni fa, quindi lontano da noi, dalle nostre terre, però è arrivato anche a Piacenza; e a Piacenza ha attraversato gli anni, i secoli, fino a diventare l’esperienza nostra. Se noi questa sera siamo qui è perché il vangelo di Gesù ci ha raggiunto: l’abbiamo ascoltato, e ti abbiamo creduto. 
  15/06/2003 , Pellegrinaggi.Roma, Conferenze  Il luogo del martirio di San Paolo  Luciano Monari, Il luogo del martirio di San Paolo (200306152) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 15 giugno 2003 Id: Monari:200306152 Paolo era stato arrestato a Gerusalemme perché accusato ingiustamente di avere fatto entrare nel tempio i pagani non circoncisi. Allora c’era stata una rivolta dei Giudei contro di lui e Paolo era stato arrestato dal centurione, il comandante dei soldati romani. 
  15/06/2003 La storia del cammino del pellegrinaggio diocesano, Pellegrinaggi.Roma, Pellegrinaggi  Il discorso sul Pellegrinaggio  Luciano Monari, Il discorso sul Pellegrinaggio (200306151) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 15 giugno 2003 Id: Monari:200306151 Questi quattro pellegrinaggi che abbiamo fatto sono collegati tra loro secondo un itinerario degli Atti degli Apostoli. 
  15/06/2003 , Pellegrinaggi.Roma, Pellegrinaggi  Lodi mattutine  Luciano Monari, Lodi mattutine (200306153) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 15 giugno 2003 Id: Monari:200306153 Il cristiano deve esprimere nella sua vita, nella storia, sia l’unità di Dio e sia la ricchezza e la pluralità che esprime la molteplicità delle persone. Per questo, dice Paolo, nella vita della Chiesa ci sono due atteggiamenti di fondo che devono essere tenuti insieme. 
  13/06/2003 Lettera del Vescovo  Famiglie, perché non scegliere la scuola cattolica?  Sono ben noti l’interesse e la preoccupazione dei vescovi per la Scuola cattolica. Il motivo non è difficile da comprendere. L’educazione è trasmissione di valori che sono stati elaborati attraverso la storia delle generazioni passate e che vengono consegnati ai giovani come un patrimonio consolidato che li aiuti a pensare e progettare in proprio il loro futuro. 
  12/06/2003 , Conferenze  L’esame della situazione della nostra Chiesa  Luciano Monari, L’esame della situazione della nostra Chiesa (200306123) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 12 giugno 2003 Id: Monari:200306123 La situazione religiosa del nostro territorio, in prima approssimazione, sembra buona. La gente continua a chiedere i Sacramenti, anzi si diffondono forme di devozione che fanno rivivere esperienze tradizionali della Chiesa… 
  12/06/2003   Concelebrazione in memoria del Card. Casaroli  Era giusto che la Chiesa piacentina dedicasse un momento alla memoria del Card. Agostino Casaroli, figlio spirituale di questa Chiesa al servizio della Santa Sede. Ad altri toccherà portare alla luce i diversi aspetti del servizio ecclesiastico di questo prete intelligente e saggio, il suo lavoro diplomatico, la sua dedizione al Papa, i successi e gli insuccessi della sua attività. 
  12/06/2003 , Conferenze  L’esame della situazione della nostra Chiesa  Luciano Monari, L’esame della situazione della nostra Chiesa (200306123) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 12 giugno 2003 Id: Monari:200306123 La situazione religiosa del nostro territorio, in prima approssimazione, sembra buona. La gente continua a chiedere i Sacramenti, anzi si diffondono forme di devozione che fanno rivivere esperienze tradizionali della Chiesa… 
  12/06/2003 , Conferenze  L’esame della situazione della nostra Chiesa  Luciano Monari, L’esame della situazione della nostra Chiesa (200306123) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 12 giugno 2003 Id: Monari:200306123 La situazione religiosa del nostro territorio, in prima approssimazione, sembra buona. La gente continua a chiedere i Sacramenti, anzi si diffondono forme di devozione che fanno rivivere esperienze tradizionali della Chiesa… 
  12/06/2003 , Conferenze  L’esame della situazione della nostra Chiesa  Luciano Monari, L’esame della situazione della nostra Chiesa (200306123) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 12 giugno 2003 Id: Monari:200306123 La situazione religiosa del nostro territorio, in prima approssimazione, sembra buona. La gente continua a chiedere i Sacramenti, anzi si diffondono forme di devozione che fanno rivivere esperienze tradizionali della Chiesa… 
  07/06/2003 , Consiglio Pastorale Diocesano.2003  Assemblea del Consiglio Pastorale Diocesano  Luciano Monari, Assemblea del Consiglio Pastorale Diocesano (200306071) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 07 giugno 2003 Id: Monari:200306071 Ed è per questo che il libro degli Atti degli Apostoli ci mette davanti l’immagine della prima comunità cristiana che nella stanza al piano superiore (cfr. At 1,13a) – che chiamiamo il “cenacolo” –, sono in attesa del dono dello Spirito, si preparano a diventare testimoni, a proclamare l’amore del Signore. 
  07/06/2003 Parrocchia Corpus Domini, Filippo Guaraldi,Ordinazione.Diaconale, Omelie  Concelebrazione Eucaristica  Luciano Monari, Concelebrazione Eucaristica (200306073) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 07 giugno 2003 Id: Monari:200306073 È la vigilia di Pentecoste e il Signore ci chiama a compiere un servizio, che facciamo molto volentieri, dello stendere le mani su Filippo e invocare su di lui il dono dello Spirito Santo, perché diventi diacono della Santa Chiesa di Dio. 
  07/06/2003 , Consiglio Pastorale Diocesano.2003  Considerazioni conclusive  Luciano Monari, Considerazioni conclusive (200306072) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 07 giugno 2003 Id: Monari:200306072 Chiaramente è compito di Pierpaolo Triani, segretario del C.P.D., di raccogliere tutto quello che è venuto fuori che è tantissimo; anch’io aspetto con gioia le “appendici della Bozza”, perché credo che dobbiamo arrivare lì, ad avere delle indicazioni ultime per il cammino da fare insieme, sia per quello che può essere fatto a livello diocesano sia per quello che può essere fatto da altre parti. 
  07/06/2003   Veglia di Pentecoste  La “festa delle capanne” durava sette giorni, era la memoria dei quarant’anni che Israele aveva passato nel deserto; quarant’anni in cui il Signore aveva nutrito Israele con la manna e l’aveva dissetato con l’acqua della roccia. 
  06/06/2003 S. Antonio Maria Gianelli  Concelebrazione Eucaristica in onore di S. Antonio Maria Gianelli  Celebriamo la memoria della nascita in Cielo di S. Antonio Maria Gianelli, avvenuta proprio qui a Piacenza il 7 giugno 1846, festa della SS. Trinità. Dalla storia e dagli scritti di questo Santo cogliamo alcuni particolari. 
  02/06/2003   Concelebrazione in onore e in memoria del Beato Giovanni Battista Scalabrini  Per noi è una grazia e una gioia grande potere fare memoria del beato Scalabrini, perché lo sentiamo nostro a diversi titoli. Chiaramente come dono del Signore nell’esperienza della sua santità, cioè di un’esistenza cristiana portata a compimento nella perfezione, evidentemente nel suo servizio episcopale. 
  29/05/2003 , Casa di accoglienza “Don Giuseppe Venturini”, Casa di accoglienza “Don Giuseppe Venturini”  La Pellegrina un segno da dieci anni  Luciano Monari, La Pellegrina un segno da dieci anni (200305291) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 29 maggio 2003 Id: Monari:200305291 La “Pellegrina” è un’opera-segno. Piccola cosa, quindi un semplice “segno”, che non risolve un delicato problema sociale, e non risponde a tutte le necessità. In dieci anni sono passate dalla “Pellegrina” 68 persone: molte se si pensa al peso di sofferenza, di solitudine e di povertà che queste persone hanno vissuto; quasi niente se si fa il confronto con le immense necessità. 
  28/05/2003   Consacrazione temporanea e rinnovo  La Chiesa è costituita dal Signore per generare una moltitudine di figli, cioè per prendere la condizione umana così com’è e farla entrare nel cammino di trasfigurazione di vita; il cammino della vita in cui il rapporto con Dio sia un rapporto di fiducia, di obbedienza e di comunione in una speranza grande; nella speranza che insieme con Dio tutto il cammino della nostra vita può diventare un’avventura di salvezza, un’“agenzia” per il compimento di vita. 
  24/05/2003 Parrocchia SS. Trinità, Pio (da Pietrelcina , santo),Arte, Arte  Benedizione e scopertura del monumento: al Beato S. Padre Pio da Pietralcina  Luciano Monari, Benedizione e scopertura del monumento: al Beato S. Padre Pio da Pietralcina (200305241) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 24 maggio 2003 Id: Monari:200305241 C’è un mistero in ogni opera d’arte fatta bene. Diceva all’inizio don Riccardo che questo monumento a Padre Pio deve e vuole essere un inno alla fede, e vuole innalzare l’attenzione e l’animo di tutti coloro che lo guardano verso il Signore. 
  24/05/2003   Io ho scelto voi  Il contesto sono i discorsi di Gesù nell’“ultima cena”, quei discorsi che in un certo senso sono il suo testamento e in un’altra prospettiva sono la promessa di una sua presenza diversa ma profondamente viva nella comunità cristiana dopo la Pasqua. 
  23/05/2003   Insediamento del nuovo Consiglio Diocesano Caritas  Il tentativo della Caritas è di ubbidire “al comando del Signore” e di animare tutta la comunità cristiana, perché sia consapevole di questo «comandamento» e cerchi di viverlo con il massimo di fedeltà e di intensità. 
  15/05/2003 Scuola Materna di Vigolzone  Educare alla fede oggi  Dunque, il signor Abramo, chiamato da Dio come suo partner in un rapporto di alleanza, ha il compito di trasmettere alla sua famiglia e ai suoi figli la conoscenza e l’impegno con Dio che caratterizzano la sua vita. Quindi non ha un rapporto puramente individuale, ma quello che lui vive è chiamato a trasmetterlo. 
  14/05/2003   Concelebrazione Eucaristica in onore di Santa Teresa di Gesù Bambino  “Io non muoio, entro nella vita”, scrisse suor Teresa ad un fratello prima di morire. Ed è con queste parole che entrò nell’eternità. Una eternità anche terrena, perché ancora oggi a circa un secolo dalla sua morte accogliamo le reliquie di questa grande maestra di vita spirituale nella Cattedrale della nostra città. 
  13/05/2003 Comunità Neocatecumenali di Piacenza  Celebrazione Eucaristica  È stato ricordato che ha chiamare Chico in Italia è stato don Dino Torreggiani, che ho conosciuto bene perché era un prete reggiano. Don Dino Torreggiani ha fondato una “famiglia”, un istituto secolare dei “Servi della Chiesa”. Ebbene, don Dino fece una preghiera al Signore più o meno così (le parole non me le ricordo più): «Signore, togli anche il tuo aiuto alla mia “famiglia”, però fa crescere il Movimento del Cammino Neocatecumenale». Non so se il Signore l’abbia preso sul serio, se abbia obbedito a questa richiesta di don Dino, però mi è sempre rimasta nel cuore. 
  10/05/2003   Diocesi in Festa  Dice San Paolo: “La Chiesa è il corpo di Cristo”. E perché ci sia un “corpo” è necessario che ci siano molte membra, ma le molte membra siano legate tra di loro per svolgere la funzione fondamentale del corpo. 
  08/05/2003 Esequie Mario Forlani  Lettera del Vescovo inviata ai familiari del defunto Mario Forlani  Carissimi, vi sono vicino in questo momento di prova in cui celebrate con speranza il ritorno alla casa del Padre del vostro adorato Mario. Lui è stato e rimarrà certamente un dono prezioso per voi e per tutti coloro che hanno avuto la gioia di conoscerlo e di amarlo. 
  28/04/2003 Consiglio Comunale di Piacenza  Intervento del Vescovo sulla “Pacem in terris”  È la seconda volta che vengo nel Consiglio Comunale di Piacenza, quindi ormai comincio diventare abituato, ma nonostante questo un po’ di soggezione ce l’ho. Esprimo innanzitutto il ringraziamento perché (come ho detto in tante occasioni) tutte le volte che mi si chiama a parlare di qualche cosa che ha a che fare con il Vangelo mi si fa un piacere grande. 
  27/04/2003 La casa della Carità  Concelebrazione Eucaristica  Anzitutto è l’ottava di Pasqua, quindi il grande Giorno di Pasqua si conclude oggi. Pasqua è l’ottavo giorno e liturgicamente dura otto giorni; è necessario per riuscire a comprendere la novità grande che Dio ha costruito con la resurrezione del suo Figlio, quel mondo nuovo che nasce proprio dalla resurrezione del Signore. 
  26/04/2003   Mio Signore e mio Dio!  È ancora Pasqua, quindi accogliamo ancora il dono e la gioia e la speranza che nascono dalla resurrezione del Signore dai morti. È proprio a motivo della Pasqua che noi crediamo nella presenza continua e operante di Cristo nella sua Chiesa. 
  20/04/2003   Nella Pasqua il mondo ha trovato la vita: è la via del donare  Può servire il confronto con questo mito per cogliere tutta la novità del messaggio pasquale. La Pasqua dice, infatti, che Dio non ha creato l’uomo per la morte, ma per la vita. Che la morte appare una tragedia definitiva a motivo del peccato dell’uomo e cioè di quella scelta libera con la quale l’uomo preferisce la morte alla vita, il male al bene, la menzogna alla verità. 
  19/04/2003   Veglia Pasquale  E possiamo aggiungere: vivente in un modo che «la morte non ha più potere alcuno su di Lui»; non è tornato semplicemente in vita per prolungare di qualche anno la sua esistenza di prima, ma è entrato in una condizione di vita nuova e gloriosa tale che la morte non può più minacciarlo o raggiungerlo. 
  18/04/2003   Buona Pasqua Chiesa piacentina  Si riesce a riconoscere un cristiano dal suo modo di vivere la famiglia? O il lavoro? O la responsabilità sociale? O dal modo di usare il denaro? O di costruire i rapporti con gli altri? Anziché essere una comunità alternativa più spesso siamo «conformati alla mentalità di questo mondo» 
  18/04/2003 , Arte,Confessione, Parrocchia  Le Cappelle della Riconciliazione  Luciano Monari, Le Cappelle della Riconciliazione (200304181) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 18 aprile 2003 Id: Monari:200304181 Guardavo i due confessionali che sono stati preparati per la Celebrazione del sacramento nella chiesa di Santa Franca: Creazione e Gerusalemme celeste, Antica e Nuova Alleanza, Adamo e Cristo; da una parte Caino, il diluvio, Babele, la Pasqua d’Israele, il Sinai; dall’altra parte i ladroni crocifissi con Gesù, il battesimo, il dono dello Spirito, la Pasqua cristiana, la grazia del perdono. 
  17/04/2003   Giovedì Santo  Fratelli carissimi, «Grazie a voi e pace da Gesù Cristo (…) il testimone fedele, il primogenito dei morti e il principe dei re della terra» (Ap 1,4.5). Il saluto dell’Apocalisse ci raggiunge oggi in questa nostra assemblea e ci riempie di consolazione. 
  17/04/2003 Cena Domini  Messa in Cena Domini  L’Eucaristia che celebriamo vuole essere memoria e riconoscenza per questo dono immenso del Signore, per il suo servizio e per il suo amore; e vuole essere impegno perché quello che il Signore ha compiuto per noi impariamo anche noi a compierlo gli uni per gli altri; impariamo a servirci gli uni e gli altri come fratelli, e a fare della nostra vita un dono di comunione e di fraternità. 
  16/04/2003 Giovedì Santo  Ufficio divino dei Vespri  Nella sua parte essenziale la Lettera agli Ebrei è un’omelia sul sacerdozio di Cristo. “Sacerdozio” per certi aspetti anomalo, perché in Israele il sacerdozio è riservato alla tribù di Levi, mentre Gesù appartiene alla tribù di Giuda. 
  15/04/2003 Istituto Madonna della Bomba  Celebrazione Eucaristica  Ringraziamo il Signore di tutto quello che di bene è stato fatto in questa Opera di un secolo, e ringraziamo soprattutto le Suore che ci hanno lavorato dentro, perché tutto dipende dalla dedizione al loro servizio. 
  12/04/2003   Giornata dei Giovani  Nella seconda parte del vangelo secondo Giovanni incontriamo questa figura di discepolo alla quale l’Evangelista non dà mai il nome, lo chiama sempre così: «Il discepolo che Gesù amava». Perché non ci ha detto il nome? Molto probabilmente perché vuole che questo discepolo sia identificato come l’immagine e il modello di ogni discepolo. 
  12/04/2003 , Scuola della Parola, Scuola della Parola  Si fece obbediente fino alla morte di croce  Luciano Monari, Si fece obbediente fino alla morte di croce (200304121) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 12 aprile 2003 Id: Monari:200304121 Ci è caro questo racconto perché costituisce la rivelazione più grande dell’amore del Signore per noi. È il culmine del Vangelo – che il vangelo di Giovanni chiama “l’ora di Gesù” –, cioè il momento in cui Gesù manifesta in pienezza la sua identità, la sua vocazione, il suo potere e la sua divinità. 
  11/04/2003 Inaugurazione e benedizione del nuovo altare  Inaugurazione e benedizione del nuovo altare  Nella tradizione religiosa l’altare è un luogo sacro, perché costituisce un luogo di passaggio tra il mondo degli uomini e il mondo di Dio. Quello che viene presentato sull’altare, e che viene offerto, passa da questo mondo al mondo di Dio come sacrificio, e in qualche modo simbolicamente porta con sé l’esistenza degli uomini. Quindi dentro al segno dell’altare c’è quel bisogno di vita, di immortalità, che gli uomini si portano dentro. 
  09/04/2003   Scriverò sul loro cuore  Dice san Paolo che “Dio nel suo amore e nella sua misericordia fa servire tutto al bene di coloro che lo amano”. Nella celebrazione del sacramento della Penitenza vogliamo affidare al Signore la nostra vita con il bene che c’è stato, ma soprattutto con i nostri peccati e le infedeltà, perché il Signore faccia servire anche questo al nostro bene. 
  06/04/2003   Il mistero pasquale centro del cammino della vita del cristiano  La riflessione riguarda il mettere al centro del nostro cammino il mistero pasquale, che è il centro di tutta la vita del cristiano. Ormai siamo tutti convinti che il mistero pasquale sta al centro della vita cristiana. Sta al centro della liturgia, perché la celebrazione domenicale è sempre celebrazione della Pasqua del Signore. 
  05/04/2003   Padre, glorifica il tuo nome  Il Vangelo di Giovanni è composto di due parti: i primi dodici capitoli costituiscono quella che è chiamata il “Libro dei segni”; i capitoli successivi, dal 13° fino al 21°, è chiamata il “Libro dell’ora”. 
  05/04/2003 Sulla guerra in Iraq, Guerra, Conferenze  Sulla guerra in Iraq  Luciano Monari, Sulla guerra in Iraq (200304051) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 05 aprile 2003 Id: Monari:200304051 Le vicende della guerra in Iraq hanno comprensibilmente provocato emozioni e reazioni, discussioni e confronti. Ci siamo tutti interrogati sul significato di ciò che sta succedendo, sulla posizione giusta da prendere. E la domanda coinvolge anche la comunità cristiana in quanto tale. 
  04/04/2003   Chiesa locale e Azione Cattolica: un antico legame che si rinnova  Questa riflessione non è nata solo come un ricordo nostalgico degli anni in cui l’Azione Cattolica preparava numerosi laici alla maturità della fede, ma vuole essere piuttosto un tentativo di rispondere ai problemi nuovi che oggi si pongono alla pastorale parrocchiale. 
  02/04/2003 Scuole Cattoliche della Diocesi  Prima giornata-raduno degli alunni e delle alunne: delle Scuole Cattoliche della Diocesi  Quando avevo la vostra età – che purtroppo è molto tempo fa perché ho compiuto sessantuno anni e non sono pochi, però mi hanno detto che andare a cento ce ne sono altri trentanove quindi posso aspettare, se il Signore mi dà fiato a campare ci arriverei anche volentieri ma dipenderà da Lui – avevo dei sogni, perché ci dicevano che le cose importanti nella vita sono tre: il mestiere, la moglie, e la macchina. 
  01/04/2003   Maggio festa della mamma  «Nato da donna» (Gb 14,1; 15,14; Gal 4,4); questa espressione nel vocabolario biblico indica la persona umana e ne dice la radicale e originaria dipendenza. Posso essere forte, sano, giovane, intelligente quanto voglio; posso sentirmi libero e padrone del mondo ma ho ricevuto in dono la vita da qualcun altro, da una donna; quella donna mi ha portato in seno per nove mesi, mentre crescevo e cercavo di prepararmi a vivere. 
  29/03/2003   Bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo  In comunione con il Papa e con tutta la Chiesa continuiamo questa sera anche la nostra supplica per la pace – per la pace nel mondo intero, in Terra Santa, in Iraq e in tutto il Medio Oriente; perché la grazia del Signore susciti nel cuore degli uomini la lucidità e il coraggio della fraternità e della comunione e della pace. 
  22/03/2003 Scuola della Parola  Nel deserto una strada aprirò  Benvenuti a questa Celebrazione della Parola, all’adorazione dell’amore del Signore nel segno dell’Eucaristia, con il desiderio di presentare al Signore la nostra supplica di intercessione per la Chiesa e per il mondo intero; in particolare per il dono della pace che in Gesù Cristo ci è stato promesso e donato, e che siamo chiamati ad accogliere e a fare diventare desiderio, progetto e comportamento quotidiano. 
  20/03/2003   Il volontariato tra valori e realtà sociale  Vi ringrazio perché il Servizio che siete chiamati a fare è prezioso sia dal punto di vista sociale ed evidentemente ecclesiale. Quindi vorrei che sentiste tutto l’incoraggiamento, tutto l’invito e la forza perché prendiate questo servizio con tutta la sua ricchezza e profondità. È un servizio alla persona umana e come tutti i servizi che riguardano la persona acquista un significato e un valore immenso. 
  19/03/2003 , Carmelitane,Omelie.Giuseppe (santo), Omelie  330 anni di presenza in Piacenza  Luciano Monari, 330 anni di presenza in Piacenza (200303191) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 19 marzo 2003 Id: Monari:200303191 L’esperienza di Giuseppe, così come il Vangelo ce la presenta, è una mescolanza, per certi aspetti strana, di grandezza e dignità quasi inconcepibile, e di nascondimento altrettanto profondo. 
  19/03/2003   San Giuseppe  San Giuseppe è fondamentalmente il “custode”, che protegge e accompagna nel cammino della vita gli uomini. E noi gli chiediamo proprio questo: che ci accompagni in questi momenti della nostra vita e dell’obbedienza al Signore, e ci aiuti ad essere come lui uomini giusti. “Giusto”, vuole dire: uomini che cercano la volontà di Dio nella loro vita e di farla con tutto il cuore e con tutta la disponibilità. 
  16/03/2003 Omelia in francese e in italiano  Celebrazione Eucaristica  Alla base, naturalmente, c’è una domanda: “Dunque, chi è Gesù?”. Quale credito posso e devo io riconoscergli? Quanto della mia vita devo io impegnare nella relazione con Lui? 
  14/03/2003 , Rosario, Articoli  Come in uno specchio  Luciano Monari, Come in uno specchio (200303141) Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 14 marzo 2003 Id: Monari:200303141 Preoccupazione centrale del Papa, nella sua Lettera sul Rosario, sembra essere quello di richiamare e motivare il “cuore cristologico” di questa preghiera. Basterebbe ricordare i tre capitoli in cui si articola la lettera: “Contemplare Cristo con Maria”, “Misteri di Cristo – Misteri della Madre” – “Per me vivere è Cristo”. (1) “Rosarium Virginis Mariae”. Lettera Apostolica del Sommo pontefice Giovanni Paolo II all’episcopato, al clero e ai fedeli sul Santo Rosario, del 16 ottobre 2002 per l’inizio del venticinquesimo di Pontificato. 
  14/03/2003   Il primo Annuncio  Faccio volentieri un tentativo di raccogliere e ordinare almeno alcune delle provocazioni e dei suggerimenti che sono stati offerti in questi giorni. Naturalmente non può che trattarsi di una sintesi provvisoria. 
  12/03/2003 Parrocchia di Gazzola  Esequie di don Enrico Raimondi  Ieri sera la comunità parrocchiale ha accolto con filiale commozione il “ritorno a casa” del carissimo don Enrico, e oggi si accinge a dare a lui l’estremo saluto. È stato in parrocchia 36 anni, e forse ci si accorge completamente del valore di una persona proprio quanto ci viene a mancare. 
  08/03/2003 Scuola della Parola  Sospinti dallo Spirito  Provo a dirvi qual è il contenuto del nostro Vangelo e poi a darvi qualche indicazione su come potete continuare voi la preghiera. Evidentemente non posso pregare al vostro posto e non posso nemmeno mettervi sulla bocca le parole, queste devono venire dal vostro cuore, però come risposta alla parola del Signore. 
  05/03/2003 Mercoledì delle Ceneri  Mercoledì delle Ceneri  È Dio che ha riconciliato a sé il mondo in Gesù Cristo, è Dio che ha pronunciato una parola di pace e di perdono nei confronti degli uomini (cfr. 2 Cor 5,20). Noi siamo chiamati ad aprire il cuore perché la Parola di pace e di perdono che viene dal Signore sia accolta, perché produca dentro di noi dei pensieri e dei sentimenti nuovi, perché stabilisca in mezzo a noi dei legami e dei rapporti di fraternità e di pace. 
  01/03/2003   La famiglia soggetto della pastorale  Il Sacramento del matrimonio costituisce il centro dell’azione formativa di questo anno pastorale. Dico alcune cose che mi sembrano particolarmente importanti. 
  28/02/2003 , Quaresima, Messaggi  Tutte le guerre nascono dal cuore  Mercoledì cinque marzo, giorno delle Ceneri, risuonerà ancora una volta per noi l’appello della Parola di Dio: «Ritornate a me con tutto il cuore, con digiuni, con pianti e lamenti: Laceratevi il cuore e non le vesti, ritornate al Signore vostro Dio, perché egli è misericordioso e benigno, tardo all’ira e ricco di benevolenza e s’impietosisce riguardo alla sventura». 
  26/02/2003   Messaggio del Vescovo sullo sport  L’attenzione alla salute, all’essere in forma, al saper presentare il proprio corpo come gradevole, nella nostra società, hanno un’importanza grande e questo non è proibito dal punto di vista cristiano però la cosa fondamentale è che quel corpo che tu curi e rendi bello e sano e in forma non sia semplicemente un oggetto che tu rendi bello e gradevole davanti agli altri. 
  23/02/2003   Quando le notizie hanno un’anima aprono al mondo  Quando un fatto diventa notizia passa attraverso una trasformazione profonda: da avvenimento esterno al quale concorrono alcuni protagonisti diventa una parola che stabilisce un dialogo tra lo scrittore e i lettori. 
  23/02/2003   Quando le notizie hanno un’anima aprono al mondo  Quando un fatto diventa notizia passa attraverso una trasformazione profonda: da avvenimento esterno al quale concorrono alcuni protagonisti diventa una parola che stabilisce un dialogo tra lo scrittore e i lettori. 
  23/02/2003   Quando le notizie hanno un’anima aprono al mondo  Quando un fatto diventa notizia passa attraverso una trasformazione profonda: da avvenimento esterno al quale concorrono alcuni protagonisti diventa una parola che stabilisce un dialogo tra lo scrittore e i lettori. 
  23/02/2003   Quando le notizie hanno un’anima aprono al mondo  Quando un fatto diventa notizia passa attraverso una trasformazione profonda: da avvenimento esterno al quale concorrono alcuni protagonisti diventa una parola che stabilisce un dialogo tra lo scrittore e i lettori. 
  16/02/2003   Anniversario della morte del Cardinale Agostino Casaroli  Di cuore ringrazio il Card. Martini che è qui con noi questa sera a ricordare il V Anniversario della morte del Card. Agostino Casaroli. Castelsangiovanni è fiera, e giustamente, di avere avuto il Card. Casaroli come suo cittadino; ricordarlo è un onore e nello stesso tempo una responsabilità. 
  15/02/2003   Introduzione al tema del prossimo anno pastorale  Evidentemente c’è un problema previo, ed è quello che è stato ricordato da due interventi in precedenza, cioè se valga la pena fare un Programma diverso rispetto alla diffusione o l’incentivazione delle Unità Pastorali. 
  11/02/2003 Giornata mondiale del malato  Beata Vergine Maria di Lourdes  La responsabilità della vita dei fratelli appartiene a tutti, siamo tutti custodi dei nostri fratelli, e il fatto che ci siano medici e personale sanitario che si assumono in prima persona la responsabilità dei malati è come in qualche modo portare la nostra responsabilità insieme; di questo vi ringraziamo con tutto il cuore. 
  06/02/2003 UCID (Unione cristiana imprenditori dirigenti)  La “parabola dei talenti” applicata all’esperienza dell’imprenditore cristiano  Questa è la parabola, che forse ricordate molto bene, perché è ripresa chissà quante volte nella Liturgia; è una di quelle parabole caratteristiche che sono costruite con tre scene diverse… 
  06/02/2003 UCID (Unione cristiana imprenditori dirigenti)  La “parabola dei talenti” applicata all’esperienza dell’imprenditore cristiano  Questa è la parabola, che forse ricordate molto bene, perché è ripresa chissà quante volte nella Liturgia; è una di quelle parabole caratteristiche che sono costruite con tre scene diverse… 
  06/02/2003 UCID (Unione cristiana imprenditori dirigenti)  La “parabola dei talenti” applicata all’esperienza dell’imprenditore cristiano  Questa è la parabola, che forse ricordate molto bene, perché è ripresa chissà quante volte nella Liturgia; è una di quelle parabole caratteristiche che sono costruite con tre scene diverse… 
  06/02/2003 , Bibbia  Parola di Dio, Parola di vita  Luciano Monari, Parola di Dio, Parola di vita (200302061). Lettura sapienziale della Bibbia Data Copyright: 2003 Data pubblicazione: 06 febbraio 2003 Id: Monari:200302061 Dice il Concilio nella Dei Verbum (DV) al n. 21: “È necessario che tutta la predicazione ecclesiastica, come la stessa religione cristiana, sia nutrita e regolata dalla Sacra Scrittura”. È un’affermazione importantissima e per noi necessaria per riuscire a capire che cosa vuole essere il cristianesimo. 
  06/02/2003 UCID (Unione cristiana imprenditori dirigenti)  La “parabola dei talenti” applicata all’esperienza dell’imprenditore cristiano  Questa è la parabola, che forse ricordate molto bene, perché è ripresa chissà quante volte nella Liturgia; è una di quelle parabole caratteristiche che sono costruite con tre scene diverse… 
  03/02/2003   Famiglia e società  Sulla Libertà del 27 dicembre scorso, in un “Intervento” è stata proposta una riflessione sul progettato “patto per la famiglia” o “per le famiglie”. La tesi era essenzialmente questa: ci troviamo di fronte a una trasformazione profonda della realtà sociale della famiglia. (1) Roberto Giannuli (Direzione federale del Partito dei Comunisti italiani); “Un patto per la famiglia o un patto per le famiglie?”. In riposta all’intervento su Libertà del 14 dicembre 2002 di Giuseppe Magistrali (Docente di Organizzazione dei Servizi sociali. Università di Ferrara) dal titolo “Un patto per sostenere le famiglie”. 
  01/02/2003   Un’alleanza nuova  L’aggettivo “nuova” non vuol dire solo che sarà un’altra alleanza, ma che sarà un’alleanza diversa, con una forma nuova, uno stile inedito. Non è che la prima alleanza fosse sbagliata. La legge che la fondava era ottima, l’elezione di Dio era effettiva. In che cosa consisterà, allora, la novità? Il limite della prima alleanza dipendeva dalla debolezza dell’uomo che non riesce a collocarsi all’altezza delle esigenze dell’alleanza. 
  01/02/2003   Un’alleanza nuova  L’aggettivo “nuova” non vuol dire solo che sarà un’altra alleanza, ma che sarà un’alleanza diversa, con una forma nuova, uno stile inedito. Non è che la prima alleanza fosse sbagliata. La legge che la fondava era ottima, l’elezione di Dio era effettiva. In che cosa consisterà, allora, la novità? Il limite della prima alleanza dipendeva dalla debolezza dell’uomo che non riesce a collocarsi all’altezza delle esigenze dell’alleanza. 
  01/02/2003   Un’alleanza nuova  L’aggettivo “nuova” non vuol dire solo che sarà un’altra alleanza, ma che sarà un’alleanza diversa, con una forma nuova, uno stile inedito. Non è che la prima alleanza fosse sbagliata. La legge che la fondava era ottima, l’elezione di Dio era effettiva. In che cosa consisterà, allora, la novità? Il limite della prima alleanza dipendeva dalla debolezza dell’uomo che non riesce a collocarsi all’altezza delle esigenze dell’alleanza. 
  01/02/2003   Un’alleanza nuova  L’aggettivo “nuova” non vuol dire solo che sarà un’altra alleanza, ma che sarà un’alleanza diversa, con una forma nuova, uno stile inedito. Non è che la prima alleanza fosse sbagliata. La legge che la fondava era ottima, l’elezione di Dio era effettiva. In che cosa consisterà, allora, la novità? Il limite della prima alleanza dipendeva dalla debolezza dell’uomo che non riesce a collocarsi all’altezza delle esigenze dell’alleanza. 
  27/01/2003 120 anni dalla sua fondazione  Dare ai piacentini il senso dell’identità  Capita a volte, salendo in macchina verso te prime colline piacentine di voltarsi indietro e fermarsi un attimo a contemplare da lontano la città. E viene spontaneo, allora, immaginare il complesso di gioie e di sofferenze, di speranze e di delusioni che sono racchiuse in quel cerchio di case, di piazze, di cortili. 
  27/01/2003 120 anni dalla sua fondazione  Dare ai piacentini il senso dell’identità  Capita a volte, salendo in macchina verso te prime colline piacentine di voltarsi indietro e fermarsi un attimo a contemplare da lontano la città. E viene spontaneo, allora, immaginare il complesso di gioie e di sofferenze, di speranze e di delusioni che sono racchiuse in quel cerchio di case, di piazze, di cortili. 
  27/01/2003 120 anni dalla sua fondazione  Dare ai piacentini il senso dell’identità  Capita a volte, salendo in macchina verso te prime colline piacentine di voltarsi indietro e fermarsi un attimo a contemplare da lontano la città. E viene spontaneo, allora, immaginare il complesso di gioie e di sofferenze, di speranze e di delusioni che sono racchiuse in quel cerchio di case, di piazze, di cortili. 
  27/01/2003 120 anni dalla sua fondazione  Dare ai piacentini il senso dell’identità  Capita a volte, salendo in macchina verso te prime colline piacentine di voltarsi indietro e fermarsi un attimo a contemplare da lontano la città. E viene spontaneo, allora, immaginare il complesso di gioie e di sofferenze, di speranze e di delusioni che sono racchiuse in quel cerchio di case, di piazze, di cortili. 
  26/01/2003   Festa Patronale  Una delle parole più belle e preziose che fanno parte del nostro patrimonio di fede è la parola «vangelo». “Vangelo”, come sapete, vuole dire: «buona notizia». Non una “buona notizia” in genere, ma legata con l’intervento di Dio per salvare. 
  24/01/2003   Festa di S. Francesco di Sales: patrono dei giornalisti  Dice il Libro del Deuteronomio che, quando il popolo di Israele ha incontrato il Signore al monte Sinai, non ha visto nessuna immagine, ma «solo una voce» (cfr. Dt 4,10-12). Ed è vero che nella rivelazione biblica il centro, il cuore, è attribuito alla parola e all’ascolto; c’è anche l’aspetto del vedere ma non c’è dubbio che è secondario; innanzi tutto ci sta la Parola di Dio rivolta all’uomo; diremmo oggi che ci sta un “evento di comunicazione”. 
  21/01/2003 Anniversario del 50°  Concelebrazione Eucaristica  Ci sono nel Vangelo secondo Marco cinque racconti di controversie tra Gesù e alcune categorie di avversari. Sono narrazioni che hanno come tema: – l’identità di Gesù, – e il potere che Gesù ha dal Padre e che esercita nel suo ministero. 
  20/01/2003 Esercizi spirituali per giovani sacerdoti della Diocesi di Milano  Concelebrazione Eucaristica  Che ci siano preti milanesi in visita alla Chiesa di Piacenza è per noi una gioia e un onore grande; perché Piacenza ha dei debiti grossi verso la Chiesa di Milano dal punto di vista storico, a cominciare da San Savino. Il sentire questo come fondamento di una comunione è motivo di gioia e di speranza grande. 
  18/01/2003   Ecco io vengo, Signore, per fare la tua volontà  «Sono beati coloro che ascoltano la Parola di Dio e la mettano in pratica» (Lc 11,28), quindi noi chiediamo al Signore che ci doni un cuore docile e disponibile ad accogliere davvero la sua Parola e a trasformarla nel tessuto quotidiano della vita; anche se questo comporta una fatica non piccola, e anche se dobbiamo andare incontro a tutte le nostre resistenze e pigrizie, chiediamo al Signore che ci doni questa capacità e coraggio. 
  11/01/2003 Il ruolo della Comunicazione dopo l’istituzione delle Unità Pastorali  Omelia  Il brano fa parte dell’apologia che Paolo pronuncia di fronte al prefetto Festo e al re Agrippa; Paolo è in prigione a Cesarea Marittima dopo essere arrestato a Gerusalemme, e gli viene data la possibilità di difendersi. 
  06/01/2003   Epifania del Signore  Proveniamo da diverse culture, da diverse parti del mondo, con diverse espressioni di fede. Tuttavia ci riuniamo insieme in una sola famiglia che appartiene a Dio per pregare, riflettere sulla nostra vita e ringraziare. Ringraziamo per il dono della fede, della Chiesa e dei Sacramenti. Ringraziamo per le tradizioni che ci tengono uniti alla nostra terra, e per tutto quello che abbiamo ricevuto dal Signore. 
  01/01/2003 Giornata mondiale della Pace.36  Celebrazione Eucaristica  Iniziamo questo anno nuovo nel nome del Signore con il rendimento di grazie. Non conosciamo con precisione quello che vivremo nei giorni che il Signore ci darà la gioia di passare, però sappiamo che questi giorni saranno sostenuti e accompagnati dall’amore e dalla misericordia di Dio.