Ritorna alla pagina principale

Mons. Luciano Monari

Vescovo di Brescia

Ordina per data Ordina per tema Documenti in formato compresso

  31/12/2009 S. Messa di fine anno e canto del Te Deum  S. Messa di fine anno e canto del Te Deum  Come insegnava il vecchio Qohelet, il saggio sa cogliere il momento giusto per ogni azione, sa parlare o tacere a proposito: non tace timidamente quando è ora di parlare e non parla avventatamente quando sarebbe più utile tacere. Bisogna interpretare correttamente i tempi. 
  25/12/2009 , Omelie.Natale.Notte, Omelie  Notte di Natale  Luciano Monari, Notte di Natale (Monari 20091224) Data Copyright: 25 dicembre 2009 Data pubblicazione: 25 dicembre 2009 Id: Monari:20091224 Un popolo, avvolto dalle tenebre, cammina in un sentiero di morte; all’improvviso rifulge una luce, limpida e calda. Rinasce la speranza, si dilata la gioia: come quando alla fatica e all’incertezza della semina succede la gioia rigogliosa della mietitura; come quando l’angoscia opprimente della guerra si muta in soddisfazione per il bottino spartito. 
  25/12/2009 Natale del Signore Messa del Giorno, Omelie.Natale.Giorno, Omelie  Natale del Signore  Luciano Monari, Natale del Signore (2009122511) Data Copyright: 25 dicembre 2009 Data pubblicazione: 25 dicembre 2009 Id: Monari:2009122511 Il prologo di Giovanni ci fa passare dall’immagine affascinante di Betlemme – “il bambino avvolto in fasce e posto in una mangiatoia” (Lc 2,12) – alla solennità e all’apparente freddezza della riflessione teologica: “In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio […] e il Verbo si fece carne” (Gv 1,1.14). Eppure proprio questo inno, così ricco di teologia, ci può permettere di comprendere meglio il mistero di quel bambino e di sua madre, degli angeli e dei pastori. 
  24/12/2009   Notte di Natale  Un popolo, avvolto dalle tenebre, cammina in un sentiero di morte; all’improvviso rifulge una luce, limpida e calda. Rinasce la speranza, si dilata la gioia: come quando alla fatica e all’incertezza della semina succede la gioia rigogliosa della mietitura; come quando l’angoscia opprimente della guerra si muta in soddisfazione per il bottino spartito. 
  17/12/2009 Lettera del Vescovo agli sposi e alle famiglie per il Natale 2009  Lettera del Vescovo agli sposi e alle famiglie per il Natale 2009  Il tempo e le festività natalizie sono un momento propizio per gustare la bellezza del clima familiare e riprendere speranza per i cammini più difficili, dolorosi. 
  08/12/2009   Solennità dell’Immacolata Concezione  Adamo è l’uomo, ogni uomo. È l’uomo che Dio ha creato a sua immagine e somiglianza, al quale ha affidato la cura del giardino di Eden. È l’uomo creato maschio e femmina perché l’amarezza dell’isolamento sia sanata dalla gioia della comunione. Ma è anche l’uomo che si ritrova lacerato in frammenti, spezzato, impaurito. 
  08/12/2009 , Articoli, Articoli  Cristiani non si nasce, si diventa  Luciano Monari, Cristiani non si nasce, si diventa (200912082) Data Copyright: 08 dicembre 2009 Data pubblicazione: 08 dicembre 2009 Id: Monari:200912082 Adamo è l’uomo, ogni uomo. È l’uomo che Dio ha creato a sua immagine e somiglianza, al quale ha affidato la cura del giardino di Eden. È l’uomo creato maschio e femmina perché l’amarezza dell’isolamento sia sanata dalla gioia della comunione 
  08/12/2009   Solennità dell’Immacolata Concezione  È il racconto della vocazione di Maria di Nazareth: come Dio la chiama ad entrare dentro ad un Suo disegno di salvezza che riguarda, chiaramente Lei, ma che riguarda l’umanità intera. 
  08/12/2009   Solennità dell’Immacolata Concezione  È il racconto della vocazione di Maria di Nazareth: come Dio la chiama ad entrare dentro ad un Suo disegno di salvezza che riguarda, chiaramente Lei, ma che riguarda l’umanità intera. 
  08/12/2009   Solennità dell’Immacolata Concezione  Adamo è l’uomo, ogni uomo. È l’uomo che Dio ha creato a sua immagine e somiglianza, al quale ha affidato la cura del giardino di Eden. È l’uomo creato maschio e femmina perché l’amarezza dell’isolamento sia sanata dalla gioia della comunione. Ma è anche l’uomo che si ritrova lacerato in frammenti, spezzato, impaurito. 
  08/12/2009   Solennità dell’Immacolata Concezione  Adamo è l’uomo, ogni uomo. È l’uomo che Dio ha creato a sua immagine e somiglianza, al quale ha affidato la cura del giardino di Eden. È l’uomo creato maschio e femmina perché l’amarezza dell’isolamento sia sanata dalla gioia della comunione. Ma è anche l’uomo che si ritrova lacerato in frammenti, spezzato, impaurito. 
  08/12/2009   Solennità dell’Immacolata Concezione  È il racconto della vocazione di Maria di Nazareth: come Dio la chiama ad entrare dentro ad un Suo disegno di salvezza che riguarda, chiaramente Lei, ma che riguarda l’umanità intera. 
  08/12/2009   Solennità dell’Immacolata Concezione  Adamo è l’uomo, ogni uomo. È l’uomo che Dio ha creato a sua immagine e somiglianza, al quale ha affidato la cura del giardino di Eden. È l’uomo creato maschio e femmina perché l’amarezza dell’isolamento sia sanata dalla gioia della comunione. Ma è anche l’uomo che si ritrova lacerato in frammenti, spezzato, impaurito. 
  08/12/2009   Solennità dell’Immacolata Concezione  È il racconto della vocazione di Maria di Nazareth: come Dio la chiama ad entrare dentro ad un Suo disegno di salvezza che riguarda, chiaramente Lei, ma che riguarda l’umanità intera. 
  18/11/2009   Intervento all’assemblea curati dell’oratorio  A me sembra che l’oratorio sia una funzione della comunità cristiana. La comunità cristiana ha il dovere di educare i suoi membri, di accompagnarli e sollecitarli e sorreggerli nel cammino verso la responsabilità. Questo lo compie con la Parola di Dio, i sacramenti, con la vita comune ecc. L’oratorio è un’invenzione della comunità cristiana che crea un luogo fisico e umano perché lì si possa crescere in modo maturo, umano e cristiano insieme. E qui l’animazione mi lascia un po’ perplesso. 
  18/11/2009   Intervento all’assemblea curati dell’oratorio  A me sembra che l’oratorio sia una funzione della comunità cristiana. La comunità cristiana ha il dovere di educare i suoi membri, di accompagnarli e sollecitarli e sorreggerli nel cammino verso la responsabilità. Questo lo compie con la Parola di Dio, i sacramenti, con la vita comune ecc. L’oratorio è un’invenzione della comunità cristiana che crea un luogo fisico e umano perché lì si possa crescere in modo maturo, umano e cristiano insieme. E qui l’animazione mi lascia un po’ perplesso. 
  18/11/2009   Intervento all’assemblea curati dell’oratorio  A me sembra che l’oratorio sia una funzione della comunità cristiana. La comunità cristiana ha il dovere di educare i suoi membri, di accompagnarli e sollecitarli e sorreggerli nel cammino verso la responsabilità. Questo lo compie con la Parola di Dio, i sacramenti, con la vita comune ecc. L’oratorio è un’invenzione della comunità cristiana che crea un luogo fisico e umano perché lì si possa crescere in modo maturo, umano e cristiano insieme. E qui l’animazione mi lascia un po’ perplesso. 
  18/11/2009   Intervento all’assemblea curati dell’oratorio  A me sembra che l’oratorio sia una funzione della comunità cristiana. La comunità cristiana ha il dovere di educare i suoi membri, di accompagnarli e sollecitarli e sorreggerli nel cammino verso la responsabilità. Questo lo compie con la Parola di Dio, i sacramenti, con la vita comune ecc. L’oratorio è un’invenzione della comunità cristiana che crea un luogo fisico e umano perché lì si possa crescere in modo maturo, umano e cristiano insieme. E qui l’animazione mi lascia un po’ perplesso. 
  13/11/2009   L’ideologia genera stoltezza  Il vescovo Monari torna sulla sentenza della Corte europea con un intervento sul numero de “La Voce del popolo” in uscita 
  13/11/2009   L’ideologia genera stoltezza  Il vescovo Monari torna sulla sentenza della Corte europea con un intervento sul numero de “La Voce del popolo” in uscita 
  13/11/2009   L’ideologia genera stoltezza  Il vescovo Monari torna sulla sentenza della Corte europea con un intervento sul numero de “La Voce del popolo” in uscita 
  13/11/2009   L’ideologia genera stoltezza  Il vescovo Monari torna sulla sentenza della Corte europea con un intervento sul numero de “La Voce del popolo” in uscita 
  08/11/2009 Brescia nel nome di Montini  Brescia nel nome di Montini  È una città fiera del “suo” Papa, anche se a Brescia Paolo VI, Giovanni Battista Montini, visse poco. Ma qui, nella “Leonessa d’Italia”, maturò la vocazione e qui la sua famiglia ha legato alla storia della città riflessioni e impegno. 
  08/11/2009 , Omelie  Il primato di Dio e il nostro dono  Luciano Monari, Il primato di Dio e il nostro dono (200911081) Data Copyright: 2009 Data pubblicazione: 08 novembre 2009 Id: Monari:200911081 È saggio donare tutto quello che si possiede? O è mancanza di equilibrio? Siccome per vivere ho bisogno di una certa quantità di beni, se rinuncio a tutto quello che possiedo, qualcun altro dovrà prendersi cura di me; sarò a carico di altri. 
  08/11/2009 , Benedetto (papa 16),Paolo (papa 6), Benedetto (papa 16).Viaggi  Il sogno di Paolo VI  Luciano Monari, Il sogno di Paolo VI (200911082). Benedetto XVI a Brescia e a Concesio Data Copyright: 2009 Data pubblicazione: 08 novembre 2009 Id: Monari:200911082 Domenica Brescia accoglierà il Papa. Per me, vescovo di questa terra, e per la nostra Chiesa l’arrivo di Benedetto XVI rappresenta un incontro di grazia che si riempie di molteplici significati. Per dirli vorrei rifarmi a due testi del Nuovo Testamento che mi aiutano a capirlo. 
  08/11/2009 , Benedetto (papa 16).Viaggi  Saluto del vescovo Luciano Monari al Papa in Piazza Paolo VI  Luciano Monari, Saluto del vescovo Luciano Monari al Papa in Piazza Paolo VI (200911083) Data Copyright: 2009 Data pubblicazione: 08 novembre 2009 Id: Monari:200911083 Ma ascoltare oggi il vangelo dalla bocca del successore di Pietro è un dono speciale, del quale siamo grati al Signore e a lei. Abbiamo bisogno di Cristo, della sua Parola, del suo Spirito e in lei riconosciamo con gioia l’apostolo che – mandato dal Signore – lo rende presente in modo efficace. 
  07/11/2009   L’omaggio alla Chiesa del Concilio  Montini ha consacrato la vita al servizio della Chiesa nella convinzione che fosse il modo più concreto per essere discepoli di Gesù. Brescia vive con gioia e fierezza l’aver dato alla Chiesa un pontefice che l’ha guidata nella stagione decisiva del Vaticano II. 
  07/11/2009   L’omaggio alla Chiesa del Concilio  Montini ha consacrato la vita al servizio della Chiesa nella convinzione che fosse il modo più concreto per essere discepoli di Gesù. Brescia vive con gioia e fierezza l’aver dato alla Chiesa un pontefice che l’ha guidata nella stagione decisiva del Vaticano II. 
  07/11/2009   L’omaggio alla Chiesa del Concilio  Montini ha consacrato la vita al servizio della Chiesa nella convinzione che fosse il modo più concreto per essere discepoli di Gesù. Brescia vive con gioia e fierezza l’aver dato alla Chiesa un pontefice che l’ha guidata nella stagione decisiva del Vaticano II. 
  07/11/2009   L’omaggio alla Chiesa del Concilio  Montini ha consacrato la vita al servizio della Chiesa nella convinzione che fosse il modo più concreto per essere discepoli di Gesù. Brescia vive con gioia e fierezza l’aver dato alla Chiesa un pontefice che l’ha guidata nella stagione decisiva del Vaticano II. 
  06/11/2009   Legami Fraterni  È la sfida che abbiamo davanti. Il discorso è abbastanza chiaro. L’incarnazione della fede è l’amore. I bresciani sono famosi per essere dei lavoratori accaniti. Il lavoro può essere vissuto nell’ottica puramente individuale dell’arricchimento personale o può essere vissuto come dedizione alla società. In questo secondo caso c’è coerenza tra la fede e il vissuto, se siamo innestati nell’amore di Dio e viviamo legami di amore fraterno 
  05/11/2009 Il crocifisso: una presenza che rispetta  Il crocifisso: una presenza che rispetta  È giusto esporre il crocifisso nei luoghi pubblici? Nelle aule dei tribunali? Nelle camere d’ospedale? Nelle aule scolastiche? No a soluzioni assolute! 
  01/11/2009 , Natale, Recensioni  E viene Natale  Luciano Monari, E viene Natale (200911011) Data Copyright: 2009 Data pubblicazione: 01 novembre 2009 Responsabili: Luciano Monari Id: Monari:200911011 Mantovani, E viene Natale - Prefazioni di Mons. Luciano Monari 
  01/11/2009 Tutti i Santi e giornata della santificazione universale  Solennità di tutti i Santi  Siamo «Figli di Dio», dice san Giovanni nella sua prima lettera, «realmente!», e siamo chiamati a una comunione con Dio senza riserve, nella partecipazione piena alla Sua Vita; «saremo simili a lui, perché lo vedremo così come egli è» 
  04/10/2009   Celebrazione Eucaristica  Ma proviamo ad andare un pochino più in profondità. E più in profondità vuole dire, l’idea che Dio ha del matrimonio o l’idea, o il sogno, che Dio aveva quando ha voluto l’uomo maschio e femmina è che la sessualità diventasse l’impulso all’amore e al dono reciproco e all’amore e al dono reciproco che fosse così profondo da essere senza pentimento: “Io prometto di esserti fedele sempre e di amarti e rispettarti tutti i giorni della mia vita”. 
  26/09/2009   Io sto in mezzo a voi come colui che serve  Siamo a Cafàrnao, in casa; dialogando con i suoi discepoli Gesù dà loro un’istruzione decisiva, importante sul loro ministero e la loro vocazione. 
  15/09/2009   Brescia accoglie il Papa  Il Papa verrà a visitarci domenica 8 novembre e vivrà con noi una giornata di comunione e di preghiera. 
  13/09/2009   Assemblea diocesana dei catechisti  Dobbiamo tornare indietro di secoli, di millenni, fino ai tempi oscuri della storia delle origini. Una sera di aprile una moltitudine immensa di gente sta fuggendo dalla servitù in Egitto: uomini, donne, bambini, con le loro masserizie, con le poche cose che hanno, con gli animali che appartengono a loro… stanno fuggendo dopo che il faraone li ha allontanati al termine di quell’episodio tremendo della decima piaga d’Egitto. 
  05/09/2009   Celebrazione Eucaristica di apertura dell’Anno Pastorale  Celebrazione Eucaristica di apertura dell’anno Pastorale 
  02/09/2009   Convegno del Clero  Mi sento “quattordicenne” quindi sono contento di vivere questo momento insieme con voi; un saluto e un ringraziamento per la vostra presenza perché mi fa bene vedervi. Vorrei incontrarvi e guardare ciascuno di voi in faccia, purtroppo non conosco ancora tutti i preti bresciani ma ci arriverò, me lo sono proposto e questo ed è un impegno fondamentale. 
  29/08/2009   Inaugurazione del monastero di Capo di Ponte  È come se il breve racconto che abbiamo ascoltato – la morte di Giovanni Battista – contenesse in breve il senso stesso del vangelo. Giovanni è un profeta, il precursore del messia, colui che gli corre davanti per preparargli la strada. E compie questa missione non solo con le parole, ma con la sua stessa vita, anticipando e prefigurando, col suo martirio, la passione e morte di Gesù. 
  28/08/2009 Il Vangelo secondo Marco ; 13  Celebrazione Eucaristica  “Dieci vergini, cinque stolte e cinque sagge”, alla pari. “Alla pari” vuol dire che la decisione tra la saggezza e la stoltezza è nelle nostre mani, dipende da noi. Fossero state nove stolte e solo una saggia, uno avrebbe detto: “ma ci vuole della fortuna per arrivare ad essere in quella unica su dieci”; e se fossero state nove sagge e una sola stolta sarebbe venuto da dire: “è troppo facile”. 
  28/08/2009   Messaggio per la giornata della scuola  Carissimi fratelli e sorelle in Cristo, il prossimo 20 settembre, a pochi giorni dall’inizio del nuovo Anno scolastico, tutte le nostre Comunità celebreranno l’annuale Giornata di preghiera per la Scuola. 
  28/08/2009 Il Vangelo secondo Marco , 14, Marco (vangelo), Esercizi spirituali.2009  Nona e ultima Meditazione  Luciano Monari, Nona e ultima Meditazione (200908289) Data Copyright: 2009 Data pubblicazione: 28 agosto 2009 Serie: Il Vangelo secondo Marco 14 Id: Monari:200908289 È impossibile giudicare Gesù secondo un metro puramente oggettivo; in qualche modo si è costretti a prendere posizioni pro o contro, e per questo il processo che viene fatto a Gesù ha qualche cosa di paradossale. 
  27/08/2009 Il Vangelo secondo Marco ; 11  Settima Meditazione  Ha avuto successo quella definizione del Vangelo di Marco data da uno studioso all’inizio del 1900, Martin Käler, quando disse che il Vangelo di Marco è il racconto della Passione con una lunga introduzione. 
  27/08/2009 Il Vangelo secondo Marco ; 12  Ottava Meditazione  Abbiamo ricordato l’importanza della prima parte del cap. 14° per comprendere la passione del Signore; è quella parte di preparazione nella quale Gesù appare libero e padrone dei suoi gesti e delle sue scelte, e in questa piena libertà e consapevolezza anticipa e profetizza e interpreta quello che sta per succedere, in modo che si possa cogliere – nella passione del Signore, nella sua sofferenza e nella sua morte – il compimento di un disegno di Dio, e si possa cogliere la manifestazione di una scelta di amore, di una scelta di dedizione. 
  27/08/2009 Il Vangelo secondo Marco ; 10  Celebrazione Eucaristica  A Tessalonica la parola del Vangelo che Paolo ha predicato è stata riconosciuta come Parola di Dio, è nata quindi una esperienza cristiana con delle radici autentiche, solide, è nata esattamente la fede. 
  26/08/2009 Il Vangelo secondo Marco ; 9  Sesta Meditazione  Stiamo cercando di vedere come la vicinanza del Regno di Dio si manifesta, come il passaggio di Gesù in mezzo agli uomini produce il contatto con il mistero originario di Dio e produce quindi una serie di trasformazioni, di cambiamenti, nella vita degli uomini. 
  26/08/2009 Il Vangelo secondo Marco ; 8  Quinta Meditazione  Nella persona di Gesù il Regno di Dio si è fatto vicino ed è quindi possibile per noi sperimentarne l’influsso, l’efficacia, la presenza, la forza. Il primo segno di questa presenza del Regno di Dio l’abbiamo visto nella chiamata dei discepoli: passa in mezzo agli uomini una forza capace di attirare oltre tutti i legami che legano gli uomini al loro contesto di vita, il lavoro, la parentela, l’associazione economica o qualunque altro tipo di legame. 
  26/08/2009 Il Vangelo secondo Marco ; 7  Celebrazione Eucaristica  Il presente è sempre tempo di grazia e quindi di conversione: bisogna essere attenti a cogliere quella parola che Dio ci rivolge, attraverso il Vangelo, attraverso le situazioni, e rispondere a questa Parola con una conversione sincera di tutta la nostra vita, un orientamento nuovo secondo quello che il Signore ci propone. 
  25/08/2009 Il Vangelo secondo Marco ; 6  Quarta Meditazione  “Il tempo è compiuto”, vuole dire: quel disegno di Dio che si compie nella storia è arrivato ora a maturazione, a pienezza, e il segno di questo è il fatto che il Regno di Dio, la regalità e la sovranità di Dio, si fa vicina. 
  25/08/2009 Il Vangelo secondo Marco ; 4  Celebrazione Eucaristica  L’osservanza della Legge sulla decima può costare dal punto di vista dell’impegno, ma è rassicurante, è precisa: si tratta di pesare su una bilancia “la menta, l’anèto e il cumìno”, di dividere per dieci e offrire la decima parte… Il pasticcio invece viene quando mi viene chiesta la giustizia o la misericordia o la fedeltà, perché qui non sono mai sicuro di avere fatta tutta la giustizia o la misericordia o la fedeltà. 
  25/08/2009 Il Vangelo secondo Marco ; 5  Terza Meditazione  Di per sé ogni parola di Dio è un Vangelo perché, il fatto solo che Dio abbia una parola da rivolgere all’uomo e che intessa con l’uomo un rapporto di dialogo, è evidentemente per noi motivo di speranza, è un annuncio di salvezza. 
  24/08/2009 Il Vangelo secondo Marco , 1, Marco , Esercizi spirituali per sacerdoti,2009  Il Vangelo secondo Marco  Luciano Monari, Il Vangelo secondo Marco (200908240) Data Copyright: 24 agosto 2009 Data pubblicazione: 24 agosto 2009 Serie: Il Vangelo secondo Marco 1 Id: Monari:200908240 Il saluto ebraico per il benvenuto è benedetto colui che viene, preso dal Salmo 118, che dice: «Benedetto colui che viene nel nome del Signore. Vi benediciamo dalla casa del Signore» (Sal 118,26) 
  24/08/2009 Il Vangelo secondo Marco ; 2  Celebrazione Eucaristica  La mia funzione è quella di Filippo, di dire quindi a voi quelle parole che Filippo ha rivolto a Natanaèle: «Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mosè nella Legge e i Profeti, Gesù, figlio di Giuseppe di Nazareth» 
  24/08/2009 Il Vangelo secondo Marco ; 1  Prima Meditazione  Il saluto ebraico per il benvenuto è benedetto colui che viene, preso dal Salmo 118, che dice: «Benedetto colui che viene nel nome del Signore. Vi benediciamo dalla casa del Signore» (Sal 118,26) 
  24/08/2009 Il Vangelo secondo Marco ; 3  Seconda Meditazione  La prima parte del Vangelo secondo Marco culmina, come abbiamo detto, nella “professione di fede di Pietro”, e uno dei modi semplici ma fecondi di leggere questa prima parte è di sottolineare tutte le risposte che vengono date alla domanda fondamentale: “chi è Gesù?”. 
  15/08/2009   Assunzione della Beata Vergine Maria  Maria è la punta avanzata della Chiesa, quel frammento puro di Chiesa che, avendo percorso tutto il cammino della fede e conquistato il traguardo, è già partecipe in pienezza della vittoria di Gesù sulla morte. 
  04/07/2009 , Adolescenti, Pastorale  Dal dono alla responsabilità  Luciano Monari, Dal dono alla responsabilità (200907041). Linee diocesane per un progetto di pastorale dei preadolescenti e degli adolescenti Data Copyright: 2009 Data pubblicazione: 04 luglio 2009 Id: Monari:200907041 Come fa capire esplicitamente il sottotitolo, non intende essere un progetto pastorale fisso e predefinito da applicare rigidamente in ogni comunità parrocchiale o zonale. Il testo si propone semplicemente come un insieme di “linee diocesane”, condivise e autorevoli, alla luce delle quali ogni parrocchia, unità pastorale o zona è chiamata a costruire un proprio “progetto di pastorale dei preadolescenti e degli adolescenti”. In tal modo è garantita una linea diocesana unitaria, senza per questo cancellare la soggettività e la creatività pastorali delle diverse comunità. 
  04/07/2009 Lettera pastorale per l’anno 2009-2010  L’Eucaristia nella vita della comunità cristiana  È domenica mattina. Il mondo sembra quieto; molti dormono ancora per ricuperare le ore della sera. E tuttavia quando un suono di campane si diffonde nell’aria, da molte case, come rispondendo a una chiamata, escono persone che si dirigono verso la chiesa. Sono vestite bene, come se andassero a un ricevimento; camminano svelte, come se qualcuno le stesse aspettando e non volessero far tardi. Perché? Perché non stanno tranquillamente a letto per godersi qualche ora di assoluto riposo? 
  04/07/2009 Lettera pastorale per l’anno 2009-2010  L’Eucaristia nella vita della comunità cristiana  È domenica mattina. Il mondo sembra quieto; molti dormono ancora per ricuperare le ore della sera. E tuttavia quando un suono di campane si diffonde nell’aria, da molte case, come rispondendo a una chiamata, escono persone che si dirigono verso la chiesa. Sono vestite bene, come se andassero a un ricevimento; camminano svelte, come se qualcuno le stesse aspettando e non volessero far tardi. Perché? Perché non stanno tranquillamente a letto per godersi qualche ora di assoluto riposo? 
  04/07/2009 Lettera pastorale per l’anno 2009-2010  L’Eucaristia nella vita della comunità cristiana  È domenica mattina. Il mondo sembra quieto; molti dormono ancora per ricuperare le ore della sera. E tuttavia quando un suono di campane si diffonde nell’aria, da molte case, come rispondendo a una chiamata, escono persone che si dirigono verso la chiesa. Sono vestite bene, come se andassero a un ricevimento; camminano svelte, come se qualcuno le stesse aspettando e non volessero far tardi. Perché? Perché non stanno tranquillamente a letto per godersi qualche ora di assoluto riposo? 
  04/07/2009 Lettera pastorale per l’anno 2009-2010  L’Eucaristia nella vita della comunità cristiana  È domenica mattina. Il mondo sembra quieto; molti dormono ancora per ricuperare le ore della sera. E tuttavia quando un suono di campane si diffonde nell’aria, da molte case, come rispondendo a una chiamata, escono persone che si dirigono verso la chiesa. Sono vestite bene, come se andassero a un ricevimento; camminano svelte, come se qualcuno le stesse aspettando e non volessero far tardi. Perché? Perché non stanno tranquillamente a letto per godersi qualche ora di assoluto riposo? 
  01/07/2009   Sul monte con Gesù  Il Vangelo della festa della Trasfigurazione ci parla di una esperienza che alcuni discepoli hanno provato con Gesù che li prende in disparte e li conduce con lui su un alto monte. 
  27/06/2009   Solennità del Sacro Cuore  Vi ringrazio di cuore per la vostra presenza, fratelli carissimi, in questa celebrazione del Sacro Cuore che apre, per noi, l’anno sacerdotale indetto dal Papa. In voi voglio vedere la presenza di tutto il presbiterio, come fossimo un cuore solo e un’anima sola, partecipi dell’unica grazia di Cristo e dedicati all’unico ministero pastorale. 
  13/06/2009 , Omelie.Corpus Domini,OmelieOrdinazioni sacerdotali , Omelie  SS Corpo e Sangue di Cristo  Luciano Monari, SS Corpo e Sangue di Cristo (200906131) Data Copyright: 2009 Data pubblicazione: 13 giugno 2009 Id: Monari:200906131 Ordiniamo oggi tre preti per il servizio della nostra Chiesa bresciana; lo facciamo nella solennità del Santissimo Corpo e del Sangue di Cristo, alla soglia dell’anno sacerdotale che il Papa ha indetto. 
  13/06/2009   Solennità del Corpus Domini  In Gesù, diceva san Paolo, tutte le promesse di Dio sono diventate “sì”, sono adempiute. Non siamo più davanti alla nuda parola che indirizza il nostro cuore verso un futuro di salvezza. Siamo di fronte a una persona nella quale questo futuro è compiuto. Ascoltare la parola e vedere Gesù sono due esperienze che si completano a vicenda: la parola rivela Gesù e Gesù invera la parola. Questa è la forza del vangelo. 
  30/05/2009 Pentecoste  Solennità di Pentecoste  Chiaramente ci sorprende l’ultima affermazione del Vangelo di Giovanni che dice: «non c’era ancora lo Spirito, perché Gesù non era stato ancora glorificato» (Gv 7,39b)… Dico strana perché, chiaramente, lo Spirito di Dio è all’opera già nella creazione, e perché nel primo Testamento lo Spirito di Dio è ben noto… 
  21/05/2009   Celebrazione Eucaristica  Gli esegeti le chiamano “parabole del contrasto”, perché giocano sulla contrapposizione tra un inizio piccolo, praticamente invisibile, insignificante, ed una conclusione che invece è impressionante per la sua grandezza. 
  17/05/2009   S. Messa di ringraziamento per la canonizzazione di Sant’Arcangelo Tadini  Con riconoscenza e con stupore celebriamo l’amore di Dio per noi, quell’amore che Dio ci ha rivelato in Gesù, nelle sue parole, nei suoi gesti, nel sacrificio che Gesù ha fatto delle sua vita. 
  15/05/2009   Messa di ringraziamento per la Canonizzazione di Santa Geltrude  Stiamo ringraziando Dio per il dono di una Santa, ora ci hanno sempre insegnato che la misura della santità è la misura dell’amore. Uno è tanto santo quanto è capace di amare secondo il disegno di Dio. E se santa Geltrude è santa è perché tutta la sua vita è diventata amore; amore del Signore nell’Eucaristia, amore delle persone che ha servito con tutta se stessa. 
  13/05/2009 Centro Culturale “Pier Giorgio Frassati”  Quello che non è conforme all’uomo non dura  È vero che la fede è più grande della cultura, di qualsiasi cultura, di qualunque realizzazione, perché le realizzazioni che facciamo noi sono inevitabilmente segnate dal nostro limite e dalla nostra insufficienza; però la cultura è l’unico modo attraverso cui il rapporto con Dio diventa incarnato. E siccome il cristianesimo è una religione di incarnazione, questa dimensione qui diventa fondamentale. 
  13/05/2009 Centro Culturale “Pier Giorgio Frassati”  Quello che non è conforme all’uomo non dura  È vero che la fede è più grande della cultura, di qualsiasi cultura, di qualunque realizzazione, perché le realizzazioni che facciamo noi sono inevitabilmente segnate dal nostro limite e dalla nostra insufficienza; però la cultura è l’unico modo attraverso cui il rapporto con Dio diventa incarnato. E siccome il cristianesimo è una religione di incarnazione, questa dimensione qui diventa fondamentale. 
  13/05/2009 Centro Culturale “Pier Giorgio Frassati”  Quello che non è conforme all’uomo non dura  È vero che la fede è più grande della cultura, di qualsiasi cultura, di qualunque realizzazione, perché le realizzazioni che facciamo noi sono inevitabilmente segnate dal nostro limite e dalla nostra insufficienza; però la cultura è l’unico modo attraverso cui il rapporto con Dio diventa incarnato. E siccome il cristianesimo è una religione di incarnazione, questa dimensione qui diventa fondamentale. 
  13/05/2009 Centro Culturale “Pier Giorgio Frassati”  Quello che non è conforme all’uomo non dura  È vero che la fede è più grande della cultura, di qualsiasi cultura, di qualunque realizzazione, perché le realizzazioni che facciamo noi sono inevitabilmente segnate dal nostro limite e dalla nostra insufficienza; però la cultura è l’unico modo attraverso cui il rapporto con Dio diventa incarnato. E siccome il cristianesimo è una religione di incarnazione, questa dimensione qui diventa fondamentale. 
  09/05/2009   Rito di ammissione tra i candidati al diaconato e al presbiterato  Se c’è una vite vera vuol dire che c’è anche una vite che vera effettivamente non è e il senso dell’affermazione di Gesù sta proprio qui: «Sono io la vite vera, il padre mio è l’agricoltore». 
  04/05/2009   Mons. Antonio Lanfranchi sarà il nuovo Vicario Generale  Ho scelto come Vicario Generale per la Diocesi Mons. Antonio Lanfranchi. Sono convinto che saprà aiutarmi efficacemente nel programma di lavoro pastorale che ci occuperà fino al 2000: la Missione popolare. Le Visite pastorali. 
  12/04/2009   Domenica di Pasqua  Vorrebbe cantare oggi la Chiesa, saltare, danzare, gridare; esprimere insomma una gioia incontenibile di fronte all’annuncio della risurrezione del Signore. 
  11/04/2009   Veglia Pasquale  Il sepolcro è vuoto. Vuoto lo trovano le donne la mattina di Pasqua, loro che erano andate per ungere il corpo di Gesù. E a loro viene consegnato il messaggio Pasquale: «È risorto, non è qui… vi precede in Galilea… là lo vedrete.» (Mc 16,7). 
  09/04/2009 , L’Aquila, Lettera, L’Aquila, Lettera  Lettera alla Chiesa di L’Aquila  Luciano Monari, Lettera alla Chiesa di L’Aquila (200904092) Data Copyright: 09 aprile 2009 Data pubblicazione: 09 aprile 2009 Id: Monari:200904092 Vogliamo dirvi tutto l’affetto con cui la nostra Chiesa partecipa alla vostra sofferenza. La sofferenza di tante famiglie colpite da lutti dolorosi, il disagio di quanti si trovano senza la propria casa, la insicurezza e il timore per il futuro ci fanno sentire doveroso ogni segno di vicinanza a voi. 
  09/04/2009 , Papa, Messaggi  Il Papa a Brescia il prossimo 8 novembre  Luciano Monari, Il Papa a Brescia il prossimo 8 novembre (200904091) Data Copyright: 09 aprile 2009 Data pubblicazione: 09 aprile 2009 Id: Monari:200904091 Il Vescovo Luciano ha annunciato al termine della Messa crismale che il prossimo 8 novembre il Papa Benedetto XVI sarà a Brescia per commemorare il XXX anniversario della morte di Papa Paolo VI. Ecco l’annuncio del Vescovo… 
  09/04/2009 , L’Aquila, Lettera, L’Aquila, Lettera  Lettera alla Chiesa di L’Aquila  Luciano Monari, Lettera alla Chiesa di L’Aquila (200904092) Data Copyright: 09 aprile 2009 Data pubblicazione: 09 aprile 2009 Id: Monari:200904092 Vogliamo dirvi tutto l’affetto con cui la nostra Chiesa partecipa alla vostra sofferenza. La sofferenza di tante famiglie colpite da lutti dolorosi, il disagio di quanti si trovano senza la propria casa, la insicurezza e il timore per il futuro ci fanno sentire doveroso ogni segno di vicinanza a voi. 
  09/04/2009 , L’Aquila, Lettera, L’Aquila, Lettera  Lettera alla Chiesa di L’Aquila  Luciano Monari, Lettera alla Chiesa di L’Aquila (200904092) Data Copyright: 09 aprile 2009 Data pubblicazione: 09 aprile 2009 Id: Monari:200904092 Vogliamo dirvi tutto l’affetto con cui la nostra Chiesa partecipa alla vostra sofferenza. La sofferenza di tante famiglie colpite da lutti dolorosi, il disagio di quanti si trovano senza la propria casa, la insicurezza e il timore per il futuro ci fanno sentire doveroso ogni segno di vicinanza a voi. 
  09/04/2009 , L’Aquila, Lettera, L’Aquila, Lettera  Lettera alla Chiesa di L’Aquila  Luciano Monari, Lettera alla Chiesa di L’Aquila (200904092) Data Copyright: 09 aprile 2009 Data pubblicazione: 09 aprile 2009 Id: Monari:200904092 Vogliamo dirvi tutto l’affetto con cui la nostra Chiesa partecipa alla vostra sofferenza. La sofferenza di tante famiglie colpite da lutti dolorosi, il disagio di quanti si trovano senza la propria casa, la insicurezza e il timore per il futuro ci fanno sentire doveroso ogni segno di vicinanza a voi. 
  09/04/2009   Messa del Crisma  In questo straordinario vangelo l’elemento decisivo sono le parole di Gesù che sigillano il testo di Isaia dicendo: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato.» (Lc 4,21). 
  04/04/2009   Veglia delle Palme  Desidero con tutto il cuore di essere libero perché solo nella libertà sono me stesso, cresco e costruisco me stesso; fuori della libertà io sono plasmato dalle circostanze, dalle attese degli altri, dalle paure che mi bloccano e sbarrano la strada verso la pienezza di me stesso, dalle seduzioni che mi abbagliano e mi spingono a volere quello che, in realtà, non mi serve. Solo la libertà mi permette di crescere dall’interno di me stesso, con saggezza e giustizia e bontà. 
  02/04/2009 Quinto e ultimo incontro di Quaresima  Quinto e ultimo incontro di Quaresima  Le due lettere a Timoteo e la lettera a Tito sono chiamate lettere pastorali, le uniche che Paolo rivolge a dei suoi discepoli continuatori della sua missione e del suo apostolato. Le altre lettere sono generalmente rivolte a delle comunità cristiane. 
  30/03/2009   Lettera di risposta alla comunità ortodossa romena di Brescia  Ho ricevuto una lettera da parte degli Ortodossi romeni residenti a Brescia, una bella lettera che esprime riconoscenza sincera nei confronti dell’Italia che li ha accolti ma che dice anche coscienza e rivendicazione della propria dignità e del proprio valore. 
  25/03/2009 Causa di beatificazione del Servo di Dio Papa Paolo VI  Causa di beatificazione del Servo di Dio Papa Paolo VI  A trent’anni dalla morte del Servo di Dio Papa Paolo VI, avvenuta il 6 agosto 1978, sembra opportuno rendere i fedeli della Chiesa bresciana sempre più consapevoli del fatto che la Provvidenza ha scelto la nostra terra come patria d’origine e di formazione umana e cristiana di Giovanni Battista Montini – Papa Paolo VI 
  25/03/2009 Mercoledì delle Ceneri, Omelie.Mercoledì delle Ceneri, Omelie  Rito del Mercoledì delle Ceneri  Luciano Monari, Rito del Mercoledì delle Ceneri (200903251) Data Copyright: 2009 Data pubblicazione: 25 marzo 2009 Id: Monari:200903251 Pasqua è la meta; Quaresima il cammino. Pasqua è il nostro mondo che, in Gesù, entra nel mondo di Dio; quaresima siamo noi che percorriamo con Gesù il cammino nel tempo per entrare nella sua Pasqua e diventare partecipi con lui della vita divina. La Pasqua ci dice che il mondo non è destinato al nulla ma alla trasfigurazione in Dio finché Dio sia tutto in tutti; la quaresima ci ricorda che questa trasfigurazione avviene solo come compimento di un processo di crescita, di purificazione, di pienezza che deve plasmare la nostra esistenza nel tempo. 
  19/03/2009   Quarto incontro di Quaresima  Colossi è una città dell’Asia minore a 150 Km all’interno rispetto alla città di Efeso, c’è una comunità cristiana, fondata da un discepolo di Paolo, Epafro. A Paolo sono arrivate notizie… 
  12/03/2009 Terzo incontro di Quaresima  Terzo incontro di Quaresima  Gesù è stato concepito dallo Spirito Santo, dice il Vangelo di Luca (cfr. Lc 1,35), è stato riempito di Spirito Santo al momento del battesimo, dicono tutti e tre i Vangeli sinottici. 
  07/03/2009   Saluto di mons. Monari a mons. Beschi  È bello, carissimo don Francesco, che questo saluto sia segnato dal Vangelo di oggi, quello della Trasfigurazione: Gesù sale sul monte con alcuni discepoli e questi diventano testimoni della sua gloria, della sua bellezza. 
  05/03/2009 Lectio Magistralis  Dies accademicus  Un giorno un’aquila depose le uova in un nido ben più in alto e oltre il limite dove potevano giungere i serpenti e gli animali che davano loro la caccia. 
  05/03/2009 , Scuola della Parola.2009.2, Conferenze  Secondo incontro di Quaresima  Luciano Monari, Secondo incontro di Quaresima (200903051) Data Copyright: 2009 Data pubblicazione: 05 marzo 2009 Id: Monari:200903051 Sono tante e diverse le vocazioni della Chiesa; sono complementari, tanti che nessuno può dire agli altri “io non ho bisogno di voi, della vostra vocazione, e del vostro servizio”, perché nessuno di noi è tutto, nessuno è il Corpo di Cristo. D’altra parte nessuno deve dire “non c’è bisogno di me”, perché ciascuno di noi è qualcuno nel Corpo di Cristo. Ciascuno di noi ha un nome, una storia, un volto, una vocazione, un compito. 
  03/03/2009   L’influsso dello Spirito nell’essere e nell’agire di Paolo  Tutto parte per Paolo dall’incontro con Cristo risorto sulla via di Damasco. Quell’esperienza – dice lui – è stata come il primo giorno della creazione, il passaggio dalle tenebre alla luce, dal caos a un mondo armonico e ordinato. 
  03/03/2009   L’influsso dello Spirito nell’essere e nell’agire di Paolo  Tutto parte per Paolo dall’incontro con Cristo risorto sulla via di Damasco. Quell’esperienza – dice lui – è stata come il primo giorno della creazione, il passaggio dalle tenebre alla luce, dal caos a un mondo armonico e ordinato. 
  03/03/2009   L’influsso dello Spirito nell’essere e nell’agire di Paolo  Tutto parte per Paolo dall’incontro con Cristo risorto sulla via di Damasco. Quell’esperienza – dice lui – è stata come il primo giorno della creazione, il passaggio dalle tenebre alla luce, dal caos a un mondo armonico e ordinato. 
  03/03/2009   L’influsso dello Spirito nell’essere e nell’agire di Paolo  Tutto parte per Paolo dall’incontro con Cristo risorto sulla via di Damasco. Quell’esperienza – dice lui – è stata come il primo giorno della creazione, il passaggio dalle tenebre alla luce, dal caos a un mondo armonico e ordinato. 
  01/03/2009 , Giacinto Tredici , Biografie  Giacinto Tredici vescovo di Brescia in anni difficili  Luciano Monari, Giacinto Tredici vescovo di Brescia in anni difficili (200903011) Data Copyright: 2009 Data pubblicazione: 01 marzo 2009 Id: Monari:200903011 Maurilio Lovatti, Giacinto Tredici vescovo di Brescia in anni difficili, Fondazione Civiltà Bresciana, Brescia 2009, pag. 451, Introduzione di mons. Luciano Monari, vescovo di Brescia 
  01/03/2009   Messa Episcopale  L’alleanza che il Signore stabilisce con Noè – “con la sua famiglia e con tutti i suoi discendenti”, quindi con l’umanità intera: “ma con ogni essere vivente, con uccelli, bestiame e animali selvatici” –, è una alleanza senza condizioni. 
  26/02/2009 Gli stessi sentimenti di Cristo  Primo incontro di Quaresima  Quello che tentiamo di fare è vivere un momento di comunione con il Signore, di preghiera a partire dal brano che abbiamo ascoltato che, di per sé, è abbastanza semplice perché fatto di due elementi. 
  15/02/2009   Festa dei Santi Patroni di Brescia Faustino e Giovita  Il motto benedettino “Ora et Labora” propone uno stile di vita insieme contemplativo e realista, concreto e aperto alla trascendenza. Anzitutto: prega, perché Dio sta prima di ogni altra cosa, ma devi anche lavorare; lavora, perché devi procurarti il necessario con le tue mani, ma non smettere di pregare. Perché? 
  02/02/2009   Giornata mondiale di preghiera per la vita consacrata  Gesù viene presentato al tempio. E Luca evangelista sottolinea che tutto viene compiuto secondo la legge del Signore. 
  25/01/2009   Messaggio per la giornata diocesana di Avvenire  Un giornale vive di parole. E noi sappiamo che, scritte o dette, le parole hanno invaso il mondo. Ma quanto ne abbiamo bisogno? E quanto ci aiutano a vivere? Nella misura in cui, per la loro autorevolezza, sanno far fiorire in noi la gioia di esistere e la responsabilità di scegliere secondo verità e giustizia. 
  23/01/2009   Editoriale di Mons. Luciano Monari  È un momento bello e significativo per la vita della nostra Chiesa. Il Papa ha scelto un bresciano come Vescovo per la chiesa sorella di Bergamo e di questa scelta noi siamo fieri. È una fierezza umile, perché sappiamo che non si tratta di premiare doti umane ma di affidare un servizio che solo la grazia di Dio può compiere. 
  22/01/2009   Messaggio di Mons Luciano Monari, vescovo di Brescia per la nomina di Mons Francesco Beschi a vescovo di Bergamo  È un momento bello e significativo per la vita della nostra Chiesa. Il Papa ha scelto un bresciano come vescovo per la chiesa sorella di Bergamo e di questa scelta noi siamo fieri. È una fierezza umile, perché sappiamo che non si tratta di premiare doti umane ma di affidare un servizio che solo la grazia di Dio può compiere. 
  17/01/2009   Commento al testo Atti 9,19-31  Paolo si è convertito; oramai è un discepolo di Gesù e come ogni discepolo gli importa prima di tutto di ascoltare la sua Parola e di compiere la sua volontà. 
  02/01/2009   Intervista a Mons. Luciano Monari  Il Vescovo ha tracciato un bilancio dell’anno appena concluso e, di conseguenza, dei suoi primi quattordici mesi a Brescia. Una realtà da cui si sente pienamente accolto e di cui riesce a leggere problemi e difficoltà. La Chiesa e la società bresciane sono chiamate a confrontarsi con le grandi sfide della modernità. 
  01/01/2009   S. Messa per la Giornata della pace  È significativo che la benedizione di Aronne con cui inizia la liturgia della parola di oggi culmini nella parola sintetica: pace.