Homepage

Santo Spirito d’Ocre

 

Storia

L’abbazia benedettina di Santo Spirito d’Ocre fu fondata nel 1226 dal beato Placido in località Peretola. Il terreno gli era stato donato quattro anni prima da Bernardo, conte di Ocre, e da sua madre Roalda perché ci fosse eretta una casa religiosa intitolata allo Spirito Santo. Nel 1248 Placido morì e l’abbazia, per sua richiesta, passò all’osservanza cistercense e alle dipendenze di Casanova d’Abruzzo.

La sua fortuna, legata ad alcuni miracoli attribuiti al beato fondatore, terminò presto e cadde in commenda ai primi del ’300: una prima volta nel 1310 e una seconda, insieme a Casanova stessa, nel 1331. Ridottosi il numero di monaci presenti, entrò a far parte della Congregazione Regolare Romana nel 1632 e nel 1692 fu soppressa da Innocenzo X.

Nel XIX secolo il complesso fu ridotto a cimitero e poi completamente abbandonato. È stato pesantemente restaurato all’inizio degli anni ’70.

Architettura

Non disponendo di una planimetria dell’abbazia, ci si limiterà ad una breve analisi della chiesa desunta dagli autori presi in considerazione.

Si presenta ad aula unica, lunga 30 metri e coperta originariamente da una volta ad ogiva carenata alla quale furono poi sostituite in alcuni punti travature a vista forse in seguito a crolli del XVIII secolo. Non è di questo parere la Barbato, che vede nelle capriate una soluzione per completare la copertura, dato che la volta ad ogiva non era stata terminata.

Comunque la chiesa avrebbe conservato la struttura benedettina, visto che i cistercensi si sarebbero limitati a modificare i pilastri e due arcate sopra al presbiterio, rese acute; l’ingresso si trova poi nella parete laterale, non avendo la chiesa una facciata. L’importanza di Santo Spirito sarebbe nella sua rassomiglianza con Santa Maria ad Criptas e San Pellegrino di Bominaco, che sarebbero state sue dipendenze.

Bibliografia

G. COSTA, Il convento di S. Angelo d’Ocre e le sue adiacenze, s.l. 1954 (II ed.);

BURATTI-CIVITA-MEZZANOTTE, pp. 50-51.

UMBERTO DEGANO, Storia ed arte delle ville d’Ocre, Deputazione Abruzzese di Storia Patria, Studi e Testi, n. 20, L’Aquila 1996

Foto

Ingresso Panorama Esterni Ingresso Abside della chiesa
Abside della chiesa Sacrestia Navata della chiesa Navata della chiesa Chiesa
Chiesa Capitolo Capitolo Capitolo Capitolo
Bifora del dormitorio Bifora del dormitorio Dormitorio Dormitorio Ambiente del monastero
Santo Spirito d’Ocre
Nome completo:  
Nome originario: Santus Spiritud de Ocra 
Nomi alternativi:  
 
Ordine originale: Cistercensi 
Ordine attuale:  
Congregazione attuale:  
Filiazione di: Casanova (Pennensi)
Linea di: Clairvaux
N. di fondazione: (Janauschek): 646 
Stato Giuridico: Abbazia 
Figlie
 
Date
Fondata nel: 1226 
Cistercense nel: 1248 
Chiusa nel: 1692 
Riaperta nel:  
Richiusa nel:  
Indirizzo

67040  Ocre (AQ)
Italia
Regione: Abruzzo 
Nazione: Italia 
Diocesi antica: Furconiensi
Diocesi attuale: Aquilesi
Coordinate:
42.28430804026274, 13.4949816561582
Google Maps wikimapia
Latitudine: 42° 17' 3''
Longitudine: 13° 29' 41''
Contatti
Telefono:  
Fax  
e-mail
Indirizzo Web Web
Wiki      
Stato dell’edificio: Intatto senza comunità
Stile dell’edificio: Gotico
Visita: Con permesso
Attività
Lavori:
Shop Negozio: