Torna all’indice Indietro

Congregazioni cistercensi

Avanti

Austriaca

Il “Vicariato di Austria” venne istituito nel Seicento dal Capitolo generale dell’Ordine in modo che le abbazie austriache facessero capo ad un Vicario Generale, senza dipendere direttamente dall’abate di Cîteaux. Erano riuniti i monasteri dell’Austria inferiore e superiore, della Stiria, della Carinzia e della Carnia. Nel 1667 quelli di Carinzia e della Carnia formarono un vicariato indipendente. Nel 1731 vennero elaborati gli statuti della Congregazione.

Dopo la soppressione di varie abbazie, nel 1859 alle sopravvissute abbazie furono aggregate, per volere del card. Schwarzenberg, quelle ungheresi, due boeme, e altre due austriache. Nel 1920 la Congregazione Cistercense austro ungarica fu divisa in tre distinte Congregazioni: Congregazione Cistercense austriaca, Congregazione Cistercense zircense e Congregazione Cistercense boema.

La Congregazione austriaca, dopo varie denominazioni, assunse il 17 febbraio 1971 l’attuale nome. Nel 1920 vennero aggiornate le costituzioni, nel rispetto di quelle generali dell’Ordine.

Attualmente la Congregazione è composta di 8 monasteri di monaci.