I Cistercensi
O.Cist. / O.C.S.O.

 

 

Fonti           Stemma di la Ferté           Abbazie
Testi                     Congregazioni
  Storia                Architettura  
    Studi             Arte    
      Bibliografia                 Canto      
        Collaboratori                      
Stemma di Morimond                 Stemma di Cîteaux                 Stemma di Pontigny
                               
        Economia                     
      Lavoro                 Fratelli conversi    
    Liturgia     

Stemma di Clairvaux

      Monache   
  Agiografie                 Grange  
Spiritualità                   
                       
                       

Pensierino biblico

Versetto sapienziale dalla Bibbia

Doppio peso e doppia misura
sono due cose in abominio al Signore.
(Libro dei Proverbi 20, 10)

rssrss


Regola di san Benedetto

Lettura quotidiana della Regola di san Benedetto

Del lavoro manuale quotidiano

[14] Nei giorni di Quaresima, dal mattino fino a tutta l'ora terza si diano alle loro letture e poi fino a tutta l'ora decima si applichino al lavoro ad essi imposto. [15] In questi giorni di Quaresima ciascuno riceva un libro della biblioteca, e lo legga per ordine da capo a fondo. [16] Tali libri devono essere consegnati al principio di Quaresima.

[17] Si pensi bene poi ad affidare ad uno o due seniori il compito di girare per il monastero nelle ore in cui i fratelli attendono alla lettura, [18] e di osservare se per caso non vi sia qualche fratello fannullone che si dà all'ozio o alle chiacchiere e non si occupa nella lettura, sicché non solo è inutile a sé stesso, ma disturba pure gli altri. [19] Se si trovasse - non sia mai - un fratello simile, venga ripreso una prima e una seconda volta; [20] se non si emenda, soggiaccia al castigo regolare in tal misura che gli altri ne abbiano timore. [21] Né un fratello si accompagni a un altro nelle ore non permesse.

[22] Anche la domenica si diano tutti alla lettura, eccetto quelli che siano assegnati all'uno o all'altro ufficio. [23] Se poi qualcuno fosse così negligente e svogliato da non volere o non potere studiare o leggere, gli s'imponga qualche cosa da fare, perché non stia ozioso. [24] Ai fratelli infermi o di delicata costituzione si assegni un lavoro o un'arte tale che da una parte li mantenga occupati, e dall'altra non li opprima con la soverchia fatica o non li induca ad andar via: [25] la loro debolezza dev'essere dall'abate tenuta in considerazione.

rssregola_it Rule of saint Benedict Die Benediktusregel La Régle de saint Benoit Regla de nuestro Padre san Benito Regra de sao Bento


Catechismo della Chiesa Cattolica

Un brano tratto a caso dal Catechismo

La comunità politica e la Chiesa

[2246] È proprio della missione della Chiesa «dare il suo giudizio morale anche su cose che riguardano l'ordine politico, quando ciò sia richiesto dai diritti fondamentali della persona e dalla salvezza delle anime. E questo farà, utilizzando tutti e solo quei mezzi che sono conformi al Vangelo e al bene di tutti, secondo la diversità dei tempi e delle situazioni».

rssrss



Scrivi per segnalare, per commentare, per correggere e qualsiasi altro motivo!
 

© I testi e le foto sono riservati.